lunedì, aprile 14, 2014

Ristabilire un certo ordine.



Io ci ho provato. Giuro. Sono mesi che provo a fare quello serio, quello che non perde tempo e si concentra sulle priori priorità.
Sono mesi che ho mollato il blog, a favore delle scadenze lavorative, dei triboli e degli altri impegni.
Il risultato?
Sono comunque in ritardo su tutte le consegne, sono circondato da triboli e rimbalzo tra gli impegni come una trottola pazzerella.
Quindi non aggiornare il blogghe non serve. Servirebbe altro, tipo che vi fermate tutti per un po’ e mi date il tempo di finire le cose che devo finire, così poi posso raggiungervi.
Un topolino che nuota freneticamente nel latte fino a trasformarlo in burro.
Ecco come mi sento.
In altri momenti mi ricorderei anche da quale film è presa la citazione qui sopra, ma adesso la mia memoria è intasata da altri elementi.
Però mi sono accorto di una cosa.
Mi sono accorto che, tempo fa, quando avevo altre priorità, scrivere il blog era un po’ come scaldare i motori. Era come fare un giro di pista prima della gara.
Scrivevo, entravo in modalità writing e dopo aver scritto il post mi buttavo sul da fare con vigore e diti supersonici sulla tastiera.
In questo periodo di non-blog carburare sul lavoro è stato un impegno titanico.
Quindi, la decisione è semplice.
Ristabiliamo un certo ordine.
Se scrivere il pezzo per il blog mi serve per scrivere tutto il resto, quell’esercizio, quello scaldare i motori della scrittura diventa una sorta di priorità.
Tanto, ritardo per ritardo, è meglio essere in ritardo raccontando qualcosa a qualcuno che esserlo e basta.

2 commenti:

Teo ha detto...

"Catch me if you can", per la citazione del topo :-)

Klaus ha detto...

Ringrazio il fatto che sei in ritardo e che ti sei accorto che ti serve il warm up sul blog, così torno a leggere qualcosa di divertente! :)