giovedì, dicembre 05, 2013

Al destino non chiedere quando, come, dove e perchè.




Trailer. Evviva. Non vedevo l'ora di vederlo. Ringrazio chi me lo ha segnalato. Mi ha cambiato la vita in questi momenti di triboli e robe da fare per ieri.
E' trash.
E' tanto trash che fa il giro su sè stesso mi diventa quasi video arte da esposizione al Moma.
Però è trash. Tanto. E ridiamo.
E va bene.
Film più brutto della storia dei film brutti.
E va bene.
Ridiamo rotolandoci nel cinismo, tempi moderni, ci piace ridere delle disgrazie altrui. Funziona così.
E va bene.
“Al destino non chiedere quando” non è un altro “Dreamland”, questo capolavoro della cinematografia NON è stato finanziato con soldi pubblici, il novello Spielberg se lo è girato con i soldini suoi, con attori che hanno recitato gratis.
E va bene.
Ridiamo. Con gusto, anche se in realtà, guardando bene bene non c’è un cazzo da ridere.
Quello che vedo io nel trailer è un neonato che viene posato a terra nel modo sbagliato e prende una bella zuccata.
Quello che vedo io nel trailer, è una minorenne che prima viene presa a schiaffi e poi minacciata con un coltello.
Vero.
Immagino che, nel rispetto della normativa vigente, sul set ci sia stato uno psicologo. Pare sia obbligatorio nel caso dell'utilizzo di minori nelle scene drammatiche.
In effetti, visto che il regista è riuscito a raccattare tutto gratis, è probabile che un cugino psicologo sia prestato per le questioni legali.
Così come, credo, anche il cugino assicuratore.
Perché, quello che vedo io nel trailer, nella scena del bar, è uno stunt realizzato senza averne le competenze tecniche.
O forse è computer grafica. Chissà.
Quello che vedo io nel trailer è un alto neonato, usato per una scena di parto estremamente realistica, quando, chissà come e perché, anche nelle produzioni da milioni di dollari vengono sempre usati dei pupazzi.
Già, chissà perché…
Ridere.
Sì.
C’è da ridere perché per fortuna non si è fatto male nessuno. E anzi, sono tutti contenti perché hanno fatto un film.
Ebbravi tutti.


2 commenti:

MrChreddy ha detto...

Notevole, davvero notevole.

Da notare che a fine trailer ci sono pure due minuti di titoli di coda, ma purtroppo nessuna scena post credit. Peccato.

15.000 in C ha detto...

le scene dei 2 neonati hanno fatto impressione anche a me, forse perchè anch'io sono un neopadre?