giovedì, luglio 25, 2013

Tutti i miei problemi, signora mia!


Me lo dice sempre Rae (Ciro) commentando, qui e su Facebook, i miei post più borghesi. Lo fa per farmi notare quanto siano borghesamente idiote le mie rimostranze e le mie menate.
Eh, Signora Mia!
Ha ragione, perché io hopporoblemi banali, meno che quotidiani, da borghesuccio che anela al rispetto e all’educazione. Ho menate molto meno che minimaliste, robe che i veri fighi come lui non hanno.
Rae (Ciro) non li ha, perché è un po’ "Mad" Max Rockatansky, e gli frega un cazzo di come si comportano gli umani. Vive Milano di petto, con tanto pelone sullo stomaco ed è (credo, lo spero per lui) felice così.
Io non sono così figo. Anzi.
Allora ho deciso di mettere tutti assieme i miei problemi “signora mia”. Così va in overdose, gli esce sangue dal naso e poi deve venire Vincent Vega a rianimarlo con l’adrenalina.
Ecco l’elenco tutto quello che non sopporto:

Non capire dove inizia una fila.

Quelli che stanno fermi davanti alle porte.

Il casellante che non mi saluta quando arrivo, gli dico buongiorno e gli porgo con gentilezza il biglietto dell’autostrada.

Sentire parlare DJ Ringo.

Quelli che camminano come se fossero su dei binari e non cambiano la loro rotta, in collisione con la mia, pur sapendo dell’impossibilità della compenetrazione dei corpi.
In quei casi mi sposto dicendo: Che cazzo devo fare? Evaporare davanti a te?

Quelli con il colletto della polo alzato.

La cassiera che mi dice: Dopo di lei chiudo!
Sottointendendo che devo essere io ad avvisare quelli che arriveranno alle mie spalle.

Gli operatori di call center, o i venditori porta a porta, quando credono seriamente che, insistere fino ai conati, serva a farmi cambiare idea.

Le vocali pronunciate da DJ Ringo.

Prendere il numerino, mettermi in coda, e poi notare che sono l’unico ad averlo preso.

Chi va in macchina sulle piste ciclabili.

La cassa di fianco che apre, e quelli in fila dietro di me che pogano per stabilire chi sarà il primo ad arrivarci.

Essere consapevole che la maggior parte di quelli indossano una maglietta con scritto sopra il nome di un luogo geografico, se interrogati, quel posto non lo saprebbero trovare su un mappamondo.

I ciclisti che prendono le rotatorie contromano.

I cestini del supermercato lasciati pieni davanti alla cassa per: “occupare il posto”.

I cartellini con i prezzi girati ad arte in modo che dalla vetrina non si possa vedere quanto costano le cose.

Essere in fila alla cassa con priorità donne in gravidanza del Leroy Merlin di Corsico, assieme a una donna in gravidanza. Davanti a noi tre pensionati e il cassiere che finge di non vedere la donna gravida, simulando una contrattura alla cervicale che lo costringe a tenere la testa piegata contro il lettore di codici a barre.

Le consonanti pronunciate da DJ Ringo.

Chi si lamenta che i politici sono tutti alladri, e poi non rispetta i limiti di velocità.

Chi non ha la minima consapevolezza dello spazio che occupa.

Lo dico da fumatore: Tutti quelli che spengono le sigarette in spiaggia e lasciano lì il mozzicone.

I siti di negozi, ristoranti, magazzini, etc che non mi dicono quanto costano le cose che vendono o i servizi che offrono.
Per saperlo mi devo iscrivere, lasciare i miei dati, mandare una richiesta via mail.

Sapere che adesso, da qualche parte, c’è DJ Ringo che fa qualcosa.

I siti o i blog con orrende musichette in sottofondo.

Tutti i: però, d’altra parte…

Aspettare il mio turno al bancomat, mentre lo sta usando un viaggiatore del tempo arrivato adesso dal 1367, che evidentemente si sta interfacciando per la prima volta con un dispositivo meccanico.

I bancomat tarati per essere utilizzati dai bradipi, che quando ho finito è già il giorno dopo.

DJ Ringo


23 commenti:

rae ha detto...

: *

rae ha detto...

btw, sono d accordo su quasi tutti, tranne le bici e il codice stradale mi da ragione: http://www.corriere.it/cronache/12_aprile_05/biciclette-contromano_2ea12c46-7f47-11e1-a959-e67ffe640cb1.shtml

(e tieni conto che abito vicino a un bar di motociclisti dove dj ringo va un giorno si e l altro pure

Joseph Blue ha detto...

Ti voglio bene, Diè. :)

Io con i bancomat ho un altro problema. Son tutti bassi, ma questo forse non rientra nei problemi che hai elencato.

Giorgio Salati ha detto...

Ahah che cosa ti ha fatto Dj Ringo?

Io sono molto d'accordo con quella su quelli (quelle, di solito) che si fermano davanti alle porte (metrò, bus).

Aggiungerei le mamme con i passeggini che procedono nella pista ciclabile forse pensando che sia per qualsiasi veicolo a ruote non motorizzato.

KarmaKoma ha detto...

i ciclisti che scorrazzano sui marciapiedi e se non ti sposti col cane al guinzaglio, che giustamente gli vorrebbe forare le gomme, ti dicono di spostarti e mettere la museruola al cane.
Censuro la mia risposta.

rae ha detto...

eh, signora mia! (cvd)

IllBe Good ha detto...

Non conoscevo dj ringo e sono andato a vederlo sultubbo: fa veramente cagarissimo, spiegava che lui sta bene al cesso perché nessuno quando è li gli rompe le balle e può leggersi in pace la gazzetta e fare dei twit stupidi.
Altro problemone sono i captcha del tuo blog, servirebbe un robot per decifrarli, un umano ci mette troppo

Patrizia Mandanici ha detto...

@KarmaKoma: non so se hai notato anche tu lo spropositato aumento di ciclisti sul marciapiede, almeno qui a Milano - che non solo ci vanno senza problemi (tanto da farmi dubitare abbiano cambiato legge e adesso possano andarci dappertutto senza limitazioni), ma vanno pure a velocità sostenuta. Anche io ho un cane che odia le bici, sto meditando che alla prossima che cerca di mettere sotto me e il cane lascerò libero quest'ultimo di sfogarsi (dico, neanche un campanellino da suonare, un "per favore", "attenzione!", niente...).

KarmaKoma ha detto...

@patrizia
abito in una città, Rovereto, che ha praticamente tutto il centro col limite dei trenta e piste ciclabili che a momenti ti entrano in casa. Ed ancora ti trovi gente che sfreccia sui marciapiedi, e i vigili fanno orecchio da mercante. In quanto all'uso del campanellino gli ho già detto più di qualche volta dove se lo possono mettere ... ;)

Patrizia Mandanici ha detto...

Eh, ma il campanellino è meglio che sussultare di spavento mentre rischio di essere presa in pieno, me o il mio cane - il male minore, insomma. Certi vanno così veloce che non farei in tempo a mandarli a quel paese...

Marco Bertoli ha detto...

Da anni, a Milano, i primi attentatori all'incolumità dei pedoni non sono gli automobilisti, ma i ciclisti sul marciapiede, convinti di essere nel loro pieno diritto.

l'amico Fritz ha detto...

... dobbiamo fare qualcosa

rae ha detto...

...signora mia!

Gua-sta Blog ha detto...

Ma anche quelli che al super bloccano la fila perché manca il prezzo su un prodotto oppure hanno mandato un complice a prendere qualcosa e tocca aspettare.... La cassiera che finisce la carta degli scontrini proprio quando tocca a noi...Le vecchiette presbiti che insistono a cercare le monetine e ci mettono una vita a pagare...

AleLav ha detto...

Un post perfetto <3

Fabio D'Auria ha detto...

Oh, un altro col mio problema verso i bancomat Hobbit...
Grazie Joseph, un paio di volte che ho accennato la cosa mi han preso per alieno (sono 1,88 neanche un gigante).

marcell_o ha detto...

uffa... avevo scritto un commento lungo (e intelligente) e brillante...
volevo dire che ci si può vendicare dei ciclisti: facendo jogging (non corsa, jogging) sulle piste ciclabili, con le cuffiette, certo!

15.000 in C ha detto...

stessa cosa:
IL COLLETTO DELLA POLO!!!
IL COLLETTO DELLA POLO!!!

da incenerire :)

vedo che con i supermercati abbiamo lo stesso rapporto

per il dj stessa cosa ma sostituisci linus a ringo

bancomat come sopra, io ci metto 35 secondi cronometrati, chissà come faccio...

Marco Magistrelli ha detto...

dj ringo

Antonio ha detto...

Io proporrei per legge una settimana di lavoro forzato in un qualunque supermercato e vi garantisco che tutte le vostre rimostranze nei confronti di chi vi lavora magicamente PUFF spariranno...

marcell_o ha detto...

al supermercato vicino casa tengono i dipendenti per le palle (se mi si passa la figura retorica) con contratti a termine, la metà dei dipendenti cambiano a ogni scadenza... oltretutto penso siano pagati con noccioline e buoni pasto... mi sa che ha ragione antonio: fanno proprio 'na vitaccia
ma parliamo di cose serie:
cosa vogliamo dire dei cicliti da treno?
categoria scassamaroni, che salgono sul treno regionale con la bici e scassano i maroni a tutti quelli che salgono e scendono...
quelli che salgono con la bici piegata e la tengono nel corridoio mettendo a repentaglio i menischi e i malleoli di tutti i poveri pendolari
gli slalomisti da banchina, fanno slalom fra i pendolari in attesa e quasi tentano di entrare sul treno in sella alla bici...

Carburo ha detto...

Dj Ringo.
Quanto ti capisco.

Vorrei ricordare che, oltre a compilare playlist radiofoniche discutibili, ultimamente ha persino espresso simpatie per le attività di Casa Pound, annunciando il voto per loro alle ultime elezioni
http://radiobandieranera.org/?p=1206

il pau

Marco ha detto...

Sarei d'accordo su tutto, a parte il call center, visto che ci lavoro e da quelle insopportabili tiritere dipende il mio povero e, ti assicuro, esiguo stipendio :D
So che sembra un po' troppo "eseguivo solo gli ordini", ma sono i capi a intimarci di insistere :D
Nel senso, sono le tipiche persone che quando va tutto bene hanno ragione loro, quando va male hanno comunque ragione loro.
E quindi, se siamo in un mese "no" in cui si produce poco, passano al setaccio le telefonate ordinandoti di insistere di più.