mercoledì, luglio 31, 2013

Single Acido (DSB 12 di 42)


Dieci anni fa smettevo di fare Cabaret.

Ero così deluso, incazzato, scornato e dolorante che ho rimosso completamente tutto quel periodo e tutte le cose che ho fatto.
Credo, più o meno, che sia arrivato di fare pace con il Diego che faceva cabaret.
42 post in 24 ore sono una buon scusa per aprire dei file che non apro da 10 anni.
Iniziamo con il mio pezzo di repertorio più facile. Chiedo scusa in anticipo a tutte le ragazze che passano di qua, ma in quel periodo lì andava così.


Io sono un single acido...
Quando i miei amici mi dicono: Vieni che ti presento una ragazza!
Io mi dico: Esaminiamo ‘sta stronza...
Controllo prima i quarti superiori, poi quelli inferiori...
Misuro il quoziente di intelligenza, ho un metodo infallibile, tiro fuori una raccolta di Haiku giapponesi, stampati su carta di riso..
Se lei dice: che nulli putevano stampa’ nu poco piu’ grozzi?
Va bene, perchè voglio una donna stupida... da meno problemi...
Io preferisco avere la moto piuttosto che la fidanzata, perchè se mi fottono la moto te ne accorgo.
Io sono un single acido...
Se mi chiedi di che segno sono...
Ti spezzo un braccio
Che lavoro fai?
Scrivo...
Oh interessante! hai molta fantasia!
Scrivo le tabelle per gli oculisti...
Io sono un single acido...
Tu sei stata colonizzata dagli articoli di Cioè che leggevi da ragazzina:
Come sapere se è ragazzo giusto?
E se mi tocca al primo appuntamento?
A cosa pensa mentre ti bacia?
Io a 15 anni leggevo Le Ore, Il Tromba e Corna Vissute.
A me interessa sapere :
1 Sei ninfomane? Dillo.
2 Hai doti acrobatiche?
Vuoi sapere cosa penso mentre ti bacio?
Penso alla proprietà transitiva dell’eguaglianza, Penso di essere una tua necessità transazionale, penso che mi sono dimenticato di prelevare, Penso alle due tartarughe che avevo da piccolo, penso che la teoria dei quanti sia per me inconcepibile, penso a quante volte ho rinunciato alla mia carriera di culturista e di come sarebbe diversa la mia vita se fossi nato nell’impero Assirobabilionese o sulla stella di Vega, oppure in età adatta negli anni di piombo, o donna, o grillotalpa , o gemello monozigote di Ed Kemper, oppure senza braccia ma coi tentacoli o con il cazzo più piccolo ma con la faccia di Raz Degan, penso anche a quanto è buono e quanto è bello il catarro del cammello e rifletto spesso anche sul caso di rendere esplicite le mie tendenze politiche di fronte ad uno schieramento di neonazisti armati e se il mio tacere mi rende vigliacco o se è meglio stare zitti e salvare il culo.
A questo penso perchè sono un single acido.
Oscar Wilde diceva che le donne sono fatte per essere amate e non per essere comprese...
mi sembra comodo detto da un gay.
E’ come se io vi dicessi usatelo shampoo all’ortica che fa bene ai capelli..
Io sono un single acido...
E odio le ragazze ottimiste, quelle che ti ci metti assieme a Febbraio e ti chiedono:
Cosa facciamo quest’estate?
Ma sei pazza?!
Ho una rubrica fissa su Il Corriere della Bile, e ricevo molta posta...
Caro single Acido, come faccio a lasciare il mio ragazzo senza farlo soffrire?
Un colpo alla nuca.
Comunque, nonostante il mio essere un single acido, riconosco che le donne hanno una grande importanza nella mia vita....
infatti sono single per scelta loro.

1 commento:

Joel ha detto...

L'ho letto applicando la cadenza che usavi nell'unica volta in cui ti ho visto fare cabaret (escluse le lezioni a scuola) cioè quel video che c'è su youtube. Ha funzionato discretamente, ma son curioso di sapere se il personaggio del single acido parlava come quello del video o no.