giovedì, luglio 11, 2013

Animal House, millesima visione.


Animal House è uno dei 56 film che se ci capito per caso devo rivedere tutto per forza. Non importa quante volte l'ho visto, non importa sapere le battute a memoria, non importa.
Devo.
Rivederlo.
Sempre, tutte le volte che passa in tivvù. Come è successo ieri.
Basta superare il trauma di come, il genere "confraternite", sia stato addomesticato da Greek. Se non ci pensi ce la fai e non ti girano nemmeno le palle.
Questa volta però, la millesima visione di Animal House mi ha fatto aprire il motore di ricerca e scavare internette.













Belushi si sa che fine ha fatto e per ultimo lascio lui:
Daniel Simpson Day


Sul personaggio di Daniel Simpson Day si potrebbe aprire una gigantesca parentesi di supercontinuity.
Il film si chiude con la didascalia: nessuno sa che fine ha fatto.
Giusto. Posso dire che ha fatto un casino di cose e che, purtroppo, muore esplodendo dentro un'auto dopo che si è trombato la moglie di Bruce Willis.


A breve, seguirà la lista dei 56 film che devo vedere comunque ogni volta che li passano un tivvù.





4 commenti:

il.benci ha detto...

copio e incollo da fb
e come non ricordare la vendetta incrociata col seltz nel finale del video "i wanna rock" dei twisted sister
http://youtu.be/E8Ub5NGuScU?t=5m30s

Tommaso ha detto...

Io l'ho (ri-ri-ri-ri)visto solo a brevi pezzi ieri sera. Ma non c'era qualcosa di strano nel doppiaggio? In alcuni momenti le voci mi sembravano le solite in altre sembrava uno di quei vomitevoli ri-doppiaggi odierni...

Officina Infernale ha detto...

...i miei mi portarono al cinema a vederlo...una bomba...

Officina Infernale ha detto...

cmq a parte qualcuno mi sembra che il party per la maggiorparte di loro sia continuato per 30 anni...