martedì, maggio 07, 2013

Nel mondo di fumetti al telefono.


Dopo diciotto puntate, è il momento di fare un po’ di ordine. Mi hanno chiesto via mail di fare una sorta di riassunto di Fumetti Al Telefono, per chi non ha seguito la cosa dall’inizio e fa fatica a capire di che cosa sto parlando.
Eccolo qua. Il riassunto, dico.
Fumetti Al Telefono è ambientato in un mondo parallelo dove, come è indicato in ogni puntata: The names were changed to protect the innocent.  I nomi sono stati cambiati per proteggere gli innocenti.
La frase completa sarebbe:
“The story you are about to see is true, the names were changed to protect the innocent” e arriva dalla sigla di Dragnet, clicca per guardarla.
A volte sono telefonate, altre volte sono mail trasformate in telefonate. Qualche volta sono dei fatti che mi sono stati riportati da testimoni diretti. Altre volte ancora, sono cose che mi sono successe live.

Il mondo editoriale di fumetto al telefono è così composto:

Ciro Cirozzi sceneggiatore, assieme ad Anselmo Pantera ha pubblicato Pioggia Facocera per quelli di Rotativa Bomba.
Ha l’aspetto di un serial killer.

Hubert Brannigan, sceneggiatore dalle belle speranze.

Saso Mombaruzzo, disegnatore.
Sta facendo i fumetti di Gli Occhi del Cuore e li posta su Facebook.
(Mi hanno detto che Mombaruzzo si è incazzato per la puntata di Fumetti Al Telefono su di lui. Mi dispiace, non ci siamo capiti, gli chiedo scusa pubblicamente.)

Aureliano Principe, sceneggiatore.
Ritratto a Lucca Comics da un disegnatore di vampiri.

Eleuterio Verazza, disegnatore.
Sta “facendo la Francia”, qualunque cosa voglia dire. E’ impegnato con delle prove, pare, per Rien ne va plus della casa editrice Jeux sont faits e dovrebbe avere Jean Paul Dumas come editor.

Felice Piergianni, disegnatore di fama internazionale.
Tra le sue varie pubblicazioni: Nordici Furiosi e Partenon Square.
Attualmente è al lavoro su Gli Adottati.

Velociraptor Edizioni, Cirillo Editore, Bubba Press.
Piccole case editrici di fumetti. Non pagano, ma ti lasciano massima libertà.

Edizioni Top Bum e Pulsar Manga, pubblicano, per l’appunto, manga.

Sbrinz, nuovo fumetto della Nutria Press, sceneggiato da Brando Scotenna.
Brando Scotenna ama lanciare la sua merda nel ventilatore.

Fantasmo, fumetto storico italiano che narra le gesta di un ladro in calzamaglia.

Milano Tropicale, uno dei fumetti che ho scritto in passato.

La Gaudio Editoriale ha cambiato nome in Editoriale Tripudio.

Jammer, Zen Bargher e DRO. Tre fumetti che non escono più, ma che sono ancora molto amati dagli appassionati. Così amati che un mio amico si chiede: e allora perchè cazzo li hanno chiusi?

Avvocati Efficienti e The Ignotus, due miniserie pubblicate da Stellina Press.

Gianni Colt Editore, già Turbo Bomba, a volte Johnny Colt Editore.
Il principale editore di fumetto in Italia.
Tra i suoi personaggi ci sono: Winchester, Vigor, Gli Adottati, Ranger, Amerigo Atlantico, Salamandro, Vegaz, Solomon Stark, Billy Blade il cavaliere spaziale.
Ci lavorano editor del calibro di Ettore Brugola o Remigio Pupazzi.
Alcuni dei personaggi della casa editrice vengono pubblicati, a colori, in allegato con il quotidiano La Pubblica.

Edizioni Branchia Rossa e Edizioni Cotica. Note case editrici specializzate in fumetti ispirati a fatti di cronaca.
Tra i loro titoli ci sono:
Minatori cileni, di Brugas e Lomazzo.
Frank Sinatra e la mafia, di Sprazzi e Anderson.
Il caso Fritzl, scritto e disegnato da Zuzzi.

Rapydo! è un fumetto inedito pubblicato in allegato dal quotidiano Il Notizione, curato da Fulvio Lucani, giornalista de Il Notizione della Staffetta appassionato di fumetti.
Per chi non lo sapesse, Il Notizione è diretto da Tonuccio De Borlotti.
Rapydo! E’ stato curato come service editoriale da Bomba Press.
Il boss della Bomba Press è tale Gibbone.

Accademio Crusca e sua sorella Laurea.
Sgrammaticato cacciatore di disegni, tavole e gagget.

Se vuoi leggere le varie vicende di Fumetti Al Telefono, basta cliccare sull'etichetta qui sotto.



5 commenti:

Francesco Dellamorte ha detto...

Sai di cosa mi rammarico? Di non cogliere tutti i rimandi alle persone, cose e case editrici vere..

E, ad ogni modo, Milano Tropicale è geniale :D

albrecht virgolo ha detto...

Saso Mombaruzzo è un povero di spirito. E avrebbe dovuto ringraziarti per la pubblicità.

Alonso ha detto...

Mi sembra un post molto interessante,e si vede che hai fatto un ottimo lavoro.E' la prima volta che entro nel tuo blog, da ora en poi ti seguo. Un abbraccio.alonso di Pubblica Amministrazione Stipendio

Skull ha detto...

Post "de continuity" che un nerd come me apprezza tanto.

Mi dispiace solo, come qualcun altro, di perdermi un sacco di riferimenti sicuramente altrettanto gustosi di quelli che colgo. :-)

Massy ha detto...

il riassunto ha giovato
sono riuscito a aumentare il mio scarso bottino di rimandi al vero.
Ma non mi cruccio del saperne le restanti.
Il bello della rubrica è leggere senza sapere fino in fondo il contesto ma solo il fatto nudo e crudo