martedì, marzo 26, 2013

Sherlock, terza stagione.


Non abbiamo un governo, chissenefrega.
C’è un nuovo Papa, sono contento.
È arrivato Grillo e tutti sono diventati dei finissimi analisti politici, buon per loro.
La primavera non arriverà mai, pazienza.
Sì, insomma, vabbè... In questo momento, l’unica cosa che mi importa, è capire come ha fatto Holmes a simulare il proprio suicidio a cavallo tra la seconda e la terza stagione di Sherlock.
Fine.
Ci penso da mesi. Son qui che aspetto la terza stagione per capire, comprendere, imparare come si scrive, scaricare la mia betoniera di stima sugli autori della serie.
Ci pensavo stanotte.
Nella prima puntata della terza stagione di Sherlock io non ti direi niente. Non ti spiegherei niente. Non rivelerei nulla. Inizierei la terza stagione staccandola temporalmente di sei, sette mesi dalla seconda, senza spiegarti come ha fatto Sherlock a “suicidarsi”. Inizierei a cosa avvenuta, sottintendendo che la spiegazione è nota a tutti tranne che allo spettatore.
Sì. Farei così.
Poi dovrei vivere sotto scorta per il resto della mia vita, ma farei così. Fuggendo costantemente dalle orde di spettatori bisognosi di spiegotti.
Non so come abbia fatto Sherlock a ideare e portare a termine il suo finto suicidio, quello che so è che hanno cominciato a girare la terza stagione alcuni giorni fa.
Iniziano a circolare alcune indiscrezioni. Tipo che la prima puntata sarà basata sul concept classico del delitto nella stanza chiusa. Sherlock sarà in incognito e con un'altra identità. Stanno girando in rete anche alcune immagini misteriose.
Un teschio sarà al centro della scena.



Un teschio sarà importante, o forse no. Chi lo sa. Siamo nel pieno della spoiler/hype strategy. La BBC sta facendo un lavoro gradioso su internet, usando in pratica tutti i canali e i modi possibili in tutte le forme possibili. Ufficiali, non ufficiali, personali, finto ufficiali, finto non ufficali.
Invece, l’altra notte stavano girando a Bristol, questo è sicuro.
Ecco alcune immagini rubate dal set, ancora fresche e odorose di fish and chips.




Ora non resta che aspettare. Io lo faccio con una certa ansia e un notevole nervosismo.
Ma la vera domanda è:
Per te è importante sapere nel dettaglio che cosa è successo sul quel tetto maledetto, oppure no?
Bisogna proprio spiegare che cosa è accaduto in The Reichenbach Fall?
Secondo me no. Ho deciso di no. Preferisco non sapere, piuttosto che sapere ogni cosa e rimanere deluso per colpa delle mie stesse aspettative.
Ti ricordo che alla fine Lost era tutto un sogno del cane.


16 commenti:

Lui ha detto...

se non mi spiegano li inseguo col tosaerba.
Preferisco una cocente delusione che idealizzare. Tipo ora posso dire con fierezza cose come: mavvanculoLost.

pm ha detto...

Ma noooo! Non avevo ancora visto la fine della seconda stagione.

Diego Cajelli ha detto...

@Pm
Okay, dovevo metterci uno spolier, però...
Anche tu, dai!
Ti metti a leggere un post sulla terza stagione prima di finire di vedere la seconda!
^___^


@Lui
Dunque. Nelle mie elaborazioni mentali mi sono dipinto questa situazione:
C'entra l'amica patologa.
Una plastica facciale.
Watson serviva come testimone essenziale della morte.
C'è stato uno switch in volo tra Sherlock vivo e il cadavere preparato apposta.
Era un piano che lui si era preparato da tempo, in caso di guai.
Qualcuno degli homeless amici suoi ha dato una mano.
La coreografia dello switch in volo mi preoccupa un casino. Temo delusione.




MrChreddy ha detto...

@PM, gli spoiler cadono in prescrizione dopo un mese, dalla seconda stagione è passato un anno... un anno durante il quale evidentemente non hai avuto accesso a internet, perché se ne è parlato molto, ovunque, c'erano le frasi anche nei cessi degli autogrill su sta cosa, tipo: "Se vuoi fare le cosacce mentre ti spiego che succede nell'ultima puntata di Sherlock chiama:...."

@Diego
Secondo me il cadavere buttato giù dal tetto è quello di Moriarty (o la Y e la I sono al contrario? Non mi ricordo mai)
Watson è talmente shockato che non lo vede bene in faccia, e nemmeno noi, visto che hanno usato la tecnica di ripresa di quello che sviene vedendo sfuocato.
Lo so è banale, ma o sul tetto c'era pure Dynamo magie Impossibili, oppure come dici tu era tutto architettato da tempo (e allora mi girano le palle perché mi sento preso per il culo).

P.S.
hai letto la mail? :)

buonipresagi ha detto...

Moffat è abbastanza malvagio da risolverla con una cosa tipo
"Sherlock, ma sei vivo, ma come..."
"Oh Watson, andiamo. Non mi dire che hai creduto a una messinscena così grossolana. Guarda piuttosto questo interessante caso..."
E basta.

(comunque Moffat dovrebbe piantarla di far precipitare la gente)

Martina Rurali ha detto...

A mio avviso se non lo dicessero mai sarebbe veramente cattiva televisione, sarebbe come se Moffat e Gatiss ammettessero di non saperlo spiegare.... A questo punto, se davvero non sanno spiegarlo, che prendano in prestito una delle 10.000 valevoli teorie immaginate dal fandom.
Per il resto, cercherò di stare più possibile lontana da spoiler (cosa non facile se sei su Tumblr), perchè rischiare di rovinarsi una sorpresa così per mezza parola udita e riportata male o per una foto fatta da uno imboscato dietro un cespuglio non ne vale la pena.
Questo è considerato il fandom che aspetta, e io aspetto ;)

Joseph Blue ha detto...

Conoscendo il Moffat del Doctor Who come abbia fatto a simulare il suicidio non verrà mai spiegato. Teorie varie stanno allo spettatore. L'ipotesi del corpo di Moriarty mi sembra quella più plausibile visto il ruolo della dottoressa e il rapporto con Sherlock. Certo, rimarrebbero un po' di domande ma... vabbeh è Moffat.

:A: ha detto...

"C'entra l'amica patologa.
Una plastica facciale.
Watson serviva come testimone essenziale della morte.
C'è stato uno switch in volo tra Sherlock vivo e il cadavere preparato apposta.
Era un piano che lui si era preparato da tempo, in caso di guai.
Qualcuno degli homeless amici suoi ha dato una mano.
La coreografia dello switch in volo mi preoccupa un casino. Temo delusione."

Diego: te l'appoggio al cento per cento.
Temo che lo switch non sia in volo, ma a terra, dove c'erano "oggetti" per attutire la caduta e gli homeless pronti a intervenire per effettuare la sostituzione.
Come diceva l'anatomopatologa nel primo episodio della prima stagione (circa, vado a memoria): "Qui ci sono un sacco di cadaveri senza nome."
In ogni caso propendo per la (spero nella) spiegazione a voce, piuttosto che per un pessimo stunt.

Luigi l'appeso ha detto...

Ci può stare che non lo spieghino, ma solo perché è abbastanza simile alla fine del primo libro di Sherlock. Altrimenti lo vorrei sapere, è una serie troppo positivista per non spiegare i trucchetti :D
A me sta piacendo molto anche elementary, Sick Boy & Lucy Liu meritano.
Anche se un po' off-topic ti volevo segnalare una nuova serie zombesca brit "in the flesh", zombie catturati, curati e reimmessi nella società li dovevo ancora vedere :D
Saluti!

Martina Rurali ha detto...

@ :a:
Secondo me faranno un misto: Sherlock che racconta, con il supporto di flashbacks... Del resto, la stessa scena dopo la caduta ci è stata mostrata al rallentatore attraverso gli occhi di John, perciò a mio avviso useranno un espediente simile.

ildiariodistefi ha detto...

Secondo me l'amica patologa ha fornito un cadavere che le avanzava, è stata avvertita da Sherlock con un sms e ha attivato il piano del finto suicidio, complice un manipolo di homeless che ha costruito la scena dello schianto. Secondo me c'entra anche la padrona di casa.
La fine di Lost non l'ho ancora suggerita. E comunque non sono ancora sicura di aver capito che cos'era il fumo nero, alla fine. Tu sì?
Stefi

Angelica ha detto...

Se non spiegano l'arcano sono già morti.

SPOILER --- la maggior parte dei fan concorda con le tue ipotesi, Diego, a parte quella dello switch in volo - che c'entri Molly e che Watson, come nei migliori giochi di prestigio, abbia visto esattamente ciò che Sherlock voleva fargli vedere.

Io mi domando quale sia l'indizio risolutore, che a detta degli autori è in bella vista. Mi domando come reagirà Watson alla ricomparsa di Holmes (a quanto pare non si limiterà a svenire).

Mi domando anche se in questa nuova serie comparirà Mary Marston. Insomma, non ne posso più di aspettare.

(Almeno già sappiamo che ci sarà una quarta serie...)

Tex Willer ha detto...

io sono rimasto alla mitica coppia Basil Rathbone e Nigel Bruce .. mi sono perso qualcosa??
No perchè sono fan da una vita del famoso detective
;)

biri ha detto...

nessuno switch in volo o a terra.
quello che caricano sulla lettiga è proprio holmes, ferito, non morto.
occhio al carretto della monnezza che parcheggia sotto il palazzo prima che holmes si butti e poi riparte appena arrivano i soccorsi.
tutto combinato via telefono da holmes all'ultimo minuto con rete informatori/homeless ecc.
imho, of course...

Diego Cajelli ha detto...

OKAY!
Per cui la risposta è: Sì.
Va spiegato il come.
Per cui va fatto vedere...

pm ha detto...

@diego hai ragione, mi son buttato a pesce a leggere il post. E poi effettivamente è passato parecchio tempo dalla seconda serie.

Tra l'altro ti devi ringraziare, ho iniziato a vedere Sherlock dopo il tuo post, tempo fa.