martedì, novembre 06, 2012

Fumetti al telefono 15, speciale live in Lucca!


[The names were changed to protect the innocent]

- Diè, com’è che si chiamava il ragazzo con cui parlavi ieri?
- Quando?
- In piazza anfiteatro, ieri sera...
- Eh...
- Me lo hai presentato tu, e non mi ricordo come si chiama.
- Ma quando?
- Ma si, in piazza... E’ uno sceneggiatore.
- Ho parlato con un sacco di gente ieri sera, mi aiuti un po’?
- Ha gli occhiali...
- Mh.
- Aveva una felpa, il pizzetto... Scrive!
- Ma ci parlavo e ti sembravamo amici amici?
- Sì. Dai, voglio comprare il suo fumetto, ma non mi ricordo il suo nome!
- Descrivimelo ancora...
- C’era anche alla conferenza del Cinese, dai!
- Non... Non riesco a capire di chi parli!
- Aspetta... Ho una matita, faccio prima a disegnartelo su questa tovaglietta...
Scrib
Scrib
Scrib
- Ecco, ha più o meno questa faccia qua!


- Sembra... Sembra... Ricorda un po’ Aureliano Principe!
- Ecco sì! E’ lui, Aureliano Principe!
- Però Aureliano non ha la faccia così da cattivo.
- Deformazione professionale, Diè.
- Cosa?
- Sono anni che disegno vampiri. E’già tanto che non gli ho fatto le zanne e gli artigli!

7 commenti:

:A: ha detto...

...

CREPASCOLO ha detto...

Aureliano Principe è il Playmobil di Pierpaolo Pasolini in una storia scritta da Semerano e disegnata dalla Colaone in cui il poeta, nel 1975 , è attaccato da uno stormo di vampiri.

Giorgio Salati ha detto...

Ahahah!

No è vero, non ha la faccia così da cattivo! Poi si è dimenticato le otto sigarette in bocca...

Gula ha detto...

Faraci sarebbe un "ragazzo"…?

Diego Cajelli ha detto...

@Gula
No, non era Faraci.
Nell'universo parallelo di Fumetti al telefono, Tito Faraci si chiama Paco Feroci.

Gula ha detto...

Ah, avevo fatto la facile conversione "Tito"="Aureliano" (imperatori entrambi della tarda romanità).

Diego Cajelli ha detto...

@Gula
Molto meglio il tuo "Tito" del mio "Tito"!