venerdì, settembre 07, 2012

Milano Criminale Digitale!



Rullo di tamburi!
Da oggi, su Amazon, è disponibile la versione digitale del primo volume di Milano Criminale, La città esige vendetta.
De Falco e Lorusso passano dalla carta allo schermo per la gioia di grandi e piccini.
Come ho detto in un intervista, rotolandomi nella retorica:
Un fumetto ambientato nel passato proiettato nel futuro.
La trilogia uscirà a cadenza quindicinale, e come per il volume cartaceo, avrà in appendice le avventure dell'Ispettrice Cassini e il mitico numero zero.
E ora andiamo sul tecnico.
Per non fare casino, copio e incollo dal comunicato stampa:
I fumetti del catalogo di Edizioni BD saranno i primi in Italia a sfruttare la tecnologia Panel Magnification del formato Kindle. Si tratta di una modalità di lettura che permette di effettuare ingrandimenti e zoomate sulle vignette delle tavole disegnate, garantendo una facile fruizione e permettendo di apprezzare al massimo la qualità dell’ebook su qualunque schermo.

Dato che qui su Diegozilla non ci facciamo mancare niente, ho anche delle schermate di esempio.

E ci aggiungo anche l'elencone di tutte le uscite digitali di Edizioni BD:
Infierno! di Tito Faraci e Silvia Ziche
È tutto sotto controllo di Silvia Ziche
Milano Criminale – La città esige vendetta 1 di Diego Cajelli e Giuseppe Ferrario
Magnifica Ossessione di Maurizio Rosenzweig
Heavy MetaLove di Maurizio Rosenzweig
David di Stefano Ascari e Andrea Riccadonna
Cave Canem di Nicolò Assirelli

Ora, dato che in questi giorni sono un po' giù, scaricare ottocentomila copie di Milano Criminale, mi solleverebbe il morale.
Eh?
Eddai!
Costa solo 2 euri e 39!
Lo trovi cliccando qui!

14 commenti:

Red ha detto...

Ciao Diego,
Per stavolta esco dall'anonimato del mio stato di lettore silenzioso e ti dico che mi hai: voglio scaricare Milano criminale!
Entro per un momento in modalità pignolo e ti vorrei fare un paio di domande:
1) so che già così potrei leggerlo tranquillamente, ma è prevista pure un'incursione sul market per gli iCosi o rimarrà esclusivamente su Amazon?
2) non che sia un particolare problema, ma vorrei conoscere la tua opinione: vendere i fumetti in digitale allo stesso prezzo del cartaceo (non mi sto riferendo al tuo, ma ho in mente più che altro i comics americani che se li fanno pagare 3 dollari per 16 pagine), non lo vedi come un tradimento delle premesse iniziali di questa "rivoluzione"?

Vabbe' non mi dilungo troppo.

Ciao
Renzo

Diego Cajelli ha detto...

@Red
Dunque!
Non sono affatto competente in materia.
Non leggo su supporti digitali, vuoi per pigrizia verso "il cambio", vuoi per una mia insana passione per il comprare roba-vecchia.
Credo che prima o poi abbandonerò il cartaceo, anche soltano per una mera questione di spazio.
Per cui, alla prima domanda, sorry ma non so rispondere.
Per la seconda invece, sempre parlando da uno che non ha ancora "vissuto" l'editoria digitale, credo che mantenere i due prezzi identici sia controproducente.
Date le possibilità di diffusione del digitale, secondo me, il prezzo dovrebbe essere il più basso possibile e puntare sulla quantità dei download.
Però, ripeto, non sono un espertone e magari ho detto una marea di scemenze.

Paolo Marchiori ha detto...

@Red per gli iCosi c'è l'applicazione Kindle. Funziona molto bene per i fumetti, io mi sono già impossessato di "Bloom County" Digital library vol. 1 e 3 (misteriosamente irreperibile il 2) e la panel magnification è molto fica.

Sul prezzo: non costa molto meno perché i costi di stampa sono davvero minimi; in compenso l'IVA è al 21% anziché al 4%. E poi per esempio Apple si tiene una percentuale violentemente più alta di quella dei distributori/dettaglianti del cartaceo.
Comunque c'è in corso un'interessante discussione in merito qui: http://www.ilpost.it/chiaralino/2012/09/06/il-profumo-della-carta

@Diè finalmente posso godere dei tuoi lavori senza incorrere in ire funeste da mancanza di spazio fisico in casa... Vado e compro.

Paolo Marchiori ha detto...

ahi ahi ahi ahi ahi ahi ahi
non è disponibile per "Kindle per iPad" ma solo per "Kindle per Android".

Aspetterò.

TheBlackMonk ha detto...

Letto, fatto.

L'app Kindle che uso su telefono e tablet mi soddisfa, e il "punta-clikka-compra" è mortale, per queste cose...

Comunque, visto che abito fuori dalla grazia di Dio e il cartaceo non lo avevo mai trovato, mi godrò il digitale...

Anonimo ha detto...

Volevo scaricare, ma quando vado a pagare mi dice che si può leggere solo su Kindle per Android, non su Kindle per iPad.
Purtroppo devo passare anche io, peccato. Se resta così sarà dura arrivare a 800mila download :-(

Francesco De Rosa ha detto...

peccato, ho rotto il mio ebook reader 20 giorni fà :(

PS
fai qualcosa per sto CAPTCHA che diventa ogni giorno più illegibile :D

Puffo ha detto...

Lo voglio su carta :D

Defkon1 ha detto...

la scelta di pubblicare solo su Kindle Android a cosa è dovuta?

noi poveri possessori di kindle old style dobbiamo prendere la cartacea o esiste una possibilità di conversione anche per i nostri dispositivi?

Gua-sta Blog ha detto...

In meno di 5 minuti scaricata app per il Galaxy tab di mio marito e comprato con un clic. Solo che, probabilmente attirato dalle tette nelle prime immagini, lui me l'ha fregato subito ed ha iniziato a leggerlo! Vabbè, comunque prima o poi lo leggerò anch'io...

Diego Cajelli ha detto...

Giro le domande a chi di dovere e poi rispondo!

@Puffo!
Su carta c'è!

@Gua-sta
Poi fammi sapere!
:-)

Gua-sta Blog ha detto...

Sono riuscita a leggere! Intanto complimenti ma,...come va a finire? Aspetto con ansia la seconda uscita digitale...

Anonimo ha detto...

Ecco il ritorno di Ferrario, da chi ha ricalcato i disegni a questo giro?
E' una vergogna che un disegnatore del genere venga pubblicizzato su questo blog e pubblicato su carta e in digitale.
Sono sdegnato. Ciao Diego.

Giuseppe

Clod ha detto...

Ho chiesto alla BD e mi è stato detto che dipende dai tempi di conversione dei file originali operata da Amazon. Alcuni (È tutto sotto controllo e David) sono già disponibili per iPad, per gli altri l'attesa non dovrebbe essere eccessivamente lunga.