mercoledì, agosto 01, 2012

Nessuna pietà per gli anni 80














10 commenti:

Babol ha detto...

Gesù che orrori!!!!
E' stata una fortuna nascere nell'81 ed essere inconsapevoli di queste "cose" per almeno 3/4 anni buoni o_O

Giorgio Salati ha detto...

Signoreiddio strappatemi gli occhi!

CREPASCOLO ha detto...

La mia preferita è Bette Davis pettinata come Bonnie Tyler.
Io ero un adolescente negli anni di plastica - Altan li definì anni di materiale escrementizio biodegradabile - e ricordo roba in linea con gli scatti zillici, ma anche altro. L'estetica duranduranianaspandauballettica è come il latte che prima o poi va in acido. Un attimo prima sei Simon Le Bon sulla prua della tua barca e canti nel vento, il momento dopo sei quella ragazzina con un gremlin sulla zucca.

Planetary ha detto...

Non ho capito dove abbia l'attaccatura dei capelli la bambina strabica.
Sì nessuna pietà. Gli anni 80 sono stati un male, ma un male necessario.

Antonio ha detto...

Alcuni erano costretti a vestirsi male. Tipo Koko B. Ware e la buon'anima di Owen Hart (qui rappresentati). Hart dovette adattarsi a fare coppia con Koko per non perdere il lavoro, eh.
Di glamour lì non c'è nulla, specie se muori come lui. RIP

nicoletta ha detto...

Mado', quegli occhiali ce li avevo pure io. Che mi chiedevano sempre: si prende Capodistria?

U carcamagnu ha detto...

Ma per piacere ...;;))
Qui si é ravanato nella monnezza ma cerano anche un sacco di cose meravigliose, di di no!!!

la Ucci ha detto...

il bambino col giubbotto di pelle è Brian Wilson.

nerosubianco ha detto...

Koko B. Ware e Owen Hart che meraviglia quei tempi :)

Davide ha detto...

Io pensavo che il bambino col giubbotto in pelle fosse Gino di Mai Dire TV!

http://www.youtube.com/watch?v=BsLnDvOIcsU