lunedì, luglio 02, 2012

Maxi Dampyr 4!


In tutte le edicole del regno a partire dal 28 luglio.
Il maxi dell’anno scorso era tutto-Baggi, e questa volta invece è tutto-Cajelli.
Tre storie firmate dal sottoscritto, per una sana lettura sotto l’ombrellone. Il volumazzo contiene, nell’ordine:
Operazione Viper.
Disegni di Marco Santucci.
In breve e senza spoiler ti dirò che: Un po’ “Lost” un po’ “Cassandra Crossing”. Un gran casino, legato in parte alla mia fissazione per l’horror e l’azione all’interno di location completamente isolate. Anzi, ti dirò di più, io e Marco abbiamo usato le vere planimetrie di una nave vera per gestire al meglio le varie scene.
Urla dal profondo.
Disegni di Giuliano Piccininno.
In breve e senza spoiler ti dirò che: Omaggione all’horror classico, con riferimenti tipo quiz ai romanzi di Stephen King. Beccali tutti e vinci una granita. E’ una storia anzianotta, finita nel 2006, che si è fatta da parte per lasciare spazio alla continuity e ad altre faccende più impellenti.
L'essenza della follia.
Disegni di Alessandro Baggi.
In breve e senza spoiler ti dirò che: Süskind incontra le architetture di Rudolf Steiner. Poi si pompa di brutto il volume del sovrannaturale, con una narrazione obliqua e oscura come soltanto Baggi sa fare.
Demoni e profumi, un connubio tanto pericoloso quanto perfetto.
Per cui, ricapitolando, Maxy Dampyr 4, in edicola dal 28 luglio, la cover è questa qui:


Quando sarà uscito, se ti interessa, tirerò fuori parte della documentazione usata per le storie, sparerò qualche spoiler e ti racconterò un po' delle mie scelte narrative.

8 commenti:

Ivan Ricci ha detto...

Ottimo! "Operazione Viper" mi fa tornare in mente "Sfida alla Temsek", una storia che ho apprezzato molto!

Ettore ha detto...

Visto il popò di disegnatori che ti son toccati, vogliamo anche qualche tavola!!!

CREPASCOLO ha detto...

Un anticipo delle tavole è in UBC

Diego Cajelli ha detto...

Stavo per dirlo io!

Tommaso ha detto...

Precisinando: quello dell'ano scorso era un maxi "normale", il (memorabile) tutto-Baggi era quello di due anni fa.

Mi piacciono un casino queste scelte monografiche per i maxi. Questo già mi manda buonissime vibrazioni.
Però non ci sarà un'intervista tua come con Baggi, vero?

Mauro Padovani ha detto...

Imperdibile!|

gas75 ha detto...

Ciao Diego.
Ho letto le prime due storie del Maxi, la prima è molto bella (anche se gli sguardi di Santucci non sempre sono convincenti, in generale), la seconda un po' spenta di ritmo ma nella sufficienza. Ci tenevo a scriverlo perché ho fatto il detrattore del Maxi Dampyr, e quando invece la spesa mi sta soddisfacendo, è doveroso testimoniarlo. :)

A proposito della storia di Piccininno, non ho capito come finisce il disegno della croce sulla spiaggia: volano delle carte quando il demone colpisce Harlan, ma da dove arrivano?
Inoltre, lo sceriffo è liberamente ispirato all'agente Hawk di "Twin Peaks"?

Quad ha detto...

Brad e Janet.
Prima tavola. Nomi scelti a caso o citazione?