mercoledì, maggio 02, 2012

L'unico e il solo Capitan Italia!


Correva l'anno 1997. A detta di molti, io a quei tempi ero più vecchio di adesso. Paradossi. Il mondo ne è pieno.
In quel periodo lì noi, dove per "noi" intendo il gruppo di giovanotti belli come il sole che poi fondò la Factory, bazzicavamo fumettolandia con le nostre autoproduzioni.
Ci stavamo tutti simpatici ancor prima di unire le nostre etichette in un progetto unico. Anzi, forse fu proprio per quel motivo che le unimmo. Non per precise strategie di marketing, ma per simpatia.
Facevamo le fiere assieme, progetti assieme, spesso dormivamo anche tutti assieme.
E così, nel 1997, Walter Venturi mi chiese di scrivere un numero del suo Capitan Italia.
Quando il capitano chiede qualcosa, Cajelli risponde: agli ordini!
La storia editoriale di Capitan Italia inizia nel 1995 e si conclude undici albi dopo nel 2000.
Prima, dopo e durante Walter ha fatto un sacco di altre cose. Tra cui un milione di tavole per l'Eura, Brad Barron, una bimba bellissima, dei concerti con il suo gruppo, grafiche e disegni, questo e quest'altro. Ora è impegnato su un volumone di un botto di pagine per Bonelli, scritto e disegnato da lui.
Poco tempo fa Walter ha messo sul suo blog quella storia che avevamo fatto assieme quando ero vecchio.
Capitan Italia in gita nella padagna legaiola. La padania dei leghisti del 1997, non quella di oggi che è ancora di più una barzelletta.
Metto qui alcune tavole, tutto il resto puoi andare a leggerlo da lui, CLICCANDO QUI per la prima parte e CLICCANDO QUI per la seconda parte.
Avviso per tutti i bergamaschi: Aspettate di vedere come va a finire, prima di offendervi e venire qui a darmi le pizze in faccia, occhei?






3 commenti:

Anonimo ha detto...

è BELLISSIMO! (pure le chine)

Futabanto

Luca Bonisoli ha detto...

Ce l'ho!
Quanti ricordi...

Massy ha detto...

Li ho tutti ho anche il n° 0 inserto della fanzine F.L.A.G.

quanti ricordi
gli anni 90 le fanze ingegneria(?) a Bologna (e di li a poco la Marvel Italia a 4 passi)