mercoledì, gennaio 11, 2012

Mannaia contro piastrella, uno a uno.


Lady Zilla ha una dipendenza da tovaglioli Sdrundenvallokka dell’Ikea. Ne subisce il richiamo incondizionato, sopratutto se sono in offerta.
Quando ho fatto il corso di economia domestica alla scuola delle Ragazze Interrotte, corso fondamentale che ha mi reso il perfetto donnino di casa quale sono, mi hanno insegnato il risparmio e l’ottimizzazione delle risorse.
I suddetti tovaglioli dell’Ikea, economici e coloratissimi, sono anche piuttosto spessi. 4 veli direi. Battono notevolmente i miei preferiti, quelli del Discount, formati da agglomerati di nanoparticelle.
Nell’ottica del risparmio e dell’ottimizzazione delle risorse, i tovaglioli Sdrundenvallokka io li divido, da uno ne faccio due, tagliandoli per il lato piegato. Così ci durano il doppio.
Il tovagliolo lo sego con quello che mi ritrovo a portata di mano mentre apparecchio.
L’altro giorno, mi è capitata tra le mani una mannaia da due Kg, con cui ci seziono i mammiferi, porziono la carne quando è ancora congelata, sconfiggo gli sgherri del dottor Male quando suonano alla mia porta.
Usare una mannaia per tagliare in due un tovagliolo mi è sembrata subito una grande idea.
Quindi la infilo tipo tagliacarte e procedo. Mi sfugge di mano. Rotea nell’aere con tutta la sua splendida mannaiosità e precipita al suolo.
Sulle piastrelle.
Per fortuna che non mi è venuto in mente di parare la caduta della mannaia usando il piede, altrimenti mi sarei ritrovato in una scena piuttosto splatter.
La mannaia si abbatte sulle piastrelle, rimbalza, scheggiandone una. Poi cappotta e cade di lato.
Il manico in plastica va in frantumi, seminando pezzi di impugnatura per tutta la cucina.
Finisce uno a uno. Pari.
Il costo della sostituzione della piastrella, ovviamente, sarà superiore a tutto il risparmio ottenuto in questi mesi dividendo i tovaglioli a metà.
Per cui, fanculo all’economia domestica. Dall’altro giorno sto usando come tovagliolo dei maglioni di cachemire.

18 commenti:

Anonimo ha detto...

sei un pericolo!!!


Futab-anto

Diego Cajelli ha detto...

Dalla regia mi dicono che è meglio essere"un" pericolo che essere "in" pericolo!
Battuta imbecille, mi dissocio.

Leonardo ha detto...

Per un attimo ho sperato che la mannaia rimanesse conficcata nella mattonella, con tanto di oscillazione... Ma va bene anche così!

LF

Anonimo ha detto...

"Sdrundenvallokka" fa ridere tanto, vale tutto il post. Parola di un che è andato su google persapere se si chiamavano così per davvero...

Gaunt Noir ha detto...

Io avrei perso qualche dito del piede sicuramente. Dannato istinto di salvare cellulari che cadono et similie!

Bellini i tovaglioli di cachemire!!

CREPASCOLO ha detto...

Crepascolino usa siccome pattine alcune incisioni del Dorè che, in teoria, sono nel suo asse ereditario.
Gli ho proposto di sostituire le illustrazioni dantesche con le mie copie near mint di Action Comics n. 1 e Detective Comics n. 27, ma il mio cucciolo mi ha spiegato che lo scialo è l'unico modo per una umanità trafitta dalla sconfitta della sua umana caducità di mangiare un succedaneo di ambrosia. La retta dell'asilo nido è un affarone, ma mi chiedo quale sia il loro progetto didattico.

Emanuele ha detto...

Ma quanto costa cambiare una piastrella?

Marica Bersan ha detto...

Se analizziamo bene l'accaduto la colpa è tutta dell’Ikea e dei suoi tovagliolini Sdrundenvallokka; potresti provare a fargli causa per rientrare nelle spese di riparazione della piastrella...

Gua-sta Blog ha detto...

Ecco cosa è successo a tre piastrelle della mia cucina! Quando ho comprato casa erano già scheggiate e non capivo...
Quanto ai tovaglioli, invece di tagliarli io li divido in due da due veli usando solo le dita, così risparmio anche sull'arrotatura della lama!

Locomotiva ha detto...

ma, ma, a me poi il cachemire mi fa prudere il naso.

Preferisco il pile, di questa stagione.
Uso direttamente la manica di quello che ho addosso, per far prima.

@emanuele: credimi, non lo vuoi sapere.

Diego Cajelli ha detto...

@Emanuele
Considerando che ho in box una scatola di piastrelle di scorta... Direi che costa quanto mi costa la manodopera del muratore che chiamerò!

Fabio D'Auria ha detto...

ti rivoluzionerei la vita dicendoti che i tovaglioli hanno un verso e solo uno in cui li si può strappare in modo perfettamente lineare come un compito sbagliato grazie alla tessitura della carta, ma così mi perderei il prossimo post in cui parli del rompighiaccio di basic instint e del monitor del portatile.

Simone ha detto...

al master di economia domestica che ho seguito io consigliavano di coprire la piastrella rotta con un tappeto da 5 euro, sempre per ottimizzare le spese :-)

Fabio D'Auria ha detto...

scottex+superattack per riempire, smalto per unghie per mascherare.

Testato da mia suocera (che non se n'è accorta della mia riparazione)

Anonimo ha detto...

E io che pensavo di essere l'unica a tagliare in due i tovaglioli dell'Ikea. Adesso mi sento meno sola. Grazie Diego!
Mia

Rottenmeier ha detto...

io non ti commento mai, 'ma sta cosa dei maglioni di cachemire mi ha fatto ribaltare!

Va bè, io ti leggo sempre, soprattutto le recensioni di xfactor (che mi fanno ribaltare pure loro.. peccato, è finito)

Un saluto
Clara

www.viaggiattrice.it (caso mai avessi voglia di leggere il mio blog)

Giorgio Salati ha detto...

Allora la mia donna non è l'unica dal tovagliolo compulsivo Ikea! Quando si va, non si può uscire da lì senza un pacco di tovaglioli colorati, figurarsi quelli tutti carini di Natale!

Anonimo ha detto...

bella!!!

per me uno dei post piu' belli dell'ultimo mese :)

Serbelloni Mazzanti Viendalmare