venerdì, settembre 02, 2011

Dampyr nella palude!


Domani arriva in edicola il numero 138 di Dampyr: Valzer Cajun. Sceneggiatura mia, disegni di Giuliano Piccininno.
Dopo aver lavorato assieme sul genere carcerario, io e Giuliano affrontiamo la mitologia “paludosa”. Le tematiche sono legate all’immaginario salmastro del bayou, ai tipacci in salopette, agli alligatori, alle air boat, alla pericolosissima provincia sconosciuta…
Atmosfere che vanno da “I guerrieri della palude silenziosa” a “ Cabin Fever”, passando per “Un tranquillo week end di paura”, strizzando l’occhio a Lansdale e a “Non aprite quella porta”, anche se sono geograficamente distanti.
Il tutto, come è giusto che sia, collocato all’interno del complesso mondo narrativo di Dampyr.
Ho preso l’albo in anteprima l’altro giorno, quando sono passato in redazione. L’ho riletto quattro volte, e l’ho trovato parecchio inquietante. C’è una sequenza in particolare, che fa piuttosto “male”.
Ecco.
Magari ne parliamo dopo che l’hai letto.

5 commenti:

Simone ha detto...

mi hai incuriosito, penso proprio che lo prenderò!
domanda: ma in mezzo alla palude troveremo anche il diegozillab, disperso fra gli alligatori??? ;-)

Alessandro Oresti ha detto...

pensavo di mollare dampyr dopo la quadrupla di boselli e andreucci, infatti ho saltato l'albo a tematica western di agosto...
questo tuo però penso di prenderlo, mi hai convinto...passo domani in edicola;)

Daniele ha detto...

Ecco, l'ho letto, vai pure!

Anonimo ha detto...

Ciao Diego! Complimenti per questo numero di Dampyr!
Puoi fare un altro bel post in cui racconti il dietro le quinte di quest' albo come hai fatto con la tua ultima storia di Diabolik? Grazie!
Emmanuele

Anonimo ha detto...

ciao Diego, hai voluto citare/omaggiare/strizzare l'occhio anche ai Goonies?

CZ