lunedì, maggio 16, 2011

Mama Burger.



Prima, un paio di cose sugli hamburger, che c’è tanta disinformazione in merito.
L’hamburger non è esattamente il cibo che ti servono da Mac Donalds o da Burger King. Diciamo che quella è la sua versione global-industrial-seriale. Così come non puoi farti un idea sul risotto avendo mangiato soltanto quello precotto in busta, allo stesso modo non puoi dire di aver mangiato un hamburger se non hai mai azzannato altro al di fuori di Mac/King.
Giusto per fare un piccolissimo esempio, in alcuni Diners in cui sono stato, non solo potevi scegliere il taglio di carne e il suo grado di cottura, ma anche il tipo di pane con cui comporre il panino.
Un buon hamburger deve avere un evidente sviluppo verticale. Se quello che ti servono è poco più alto delle due metà del pane sovrapposte, allora non ci siamo.
Un buon hamburger deve muoversi, mangiarlo deve essere un pochino impegnativo. Se quello che ti servono rimane fermo immobile come se fosse incollato, allora non ci siamo.
Infatti, per mangiare un buon hamburger, bisogna padroneggiare la tecnica giusta per tenerlo in mano. Le dita devono assumere delle posizioni precise, come nelle forme più elevate di arti marziali.
Non basta tenere il panino di lato con il pollice, l’ indice e il medio delle due mani. Se sei di fronte ad un buon hamburger, con il giusto sviluppo verticale e la corretta mobilità degli ingredienti interni, è necessario tenerlo a bada usando anche gli anulari e i mignoli. Devi posizionarli sul lato opposto a quello che ti infili nelle fauci.
Da Mama Buger ho preso un BaconCheeseBurger che rispettava tutti i canoni del buon hamburger.
Ottimo sviluppo verticale, buona mobilità degli ingredienti, media difficoltà di azzannamento.
Carne di qualità, bacon croccante al punto giusto. La cipolla era sicuramente stemperata prima in acqua fredda per evitare la fiatella, salse con la giusta acidità e pane fragrante.
Patatine tagliate grosse, fritte in olio fresco, bibita e un buon caffè americano.
Il tutto, nel combo menu, per 15 euri.
Nel suo complesso, gli hamburger di Mama Burger sono molto simili a quelli che servono da GBK a Londra. Anche il locale viaggia sulle note dell’eleganza internazionale. I tavolini all’esterno, sotto i portici di via Vittor Pisani, sono un’ottima oasi di relax nel grigiore milanotto.
Ci tornerò, per provare l’hamburger di Angus.
Giusto per fare il rompino, vista la logica internazionale con cui è impostato il locale, i contorni dovrebbero essere compresi nella portata principale.

Mama Burger
Via Vittor Pisani, 14
20124 Milano

8 commenti:

CREPASCOLO ha detto...

I portici di Vittor Pisani sono la location ideale per lo Inception di Nolan. Lo dissi a Chris e portai, come pezze d'appoggio, diversi videoclips girati tra la Centrale ed il quartiere Isola, ma il tizio, quando mangia pesante, si addormenta e si ritrova sempre e soltanto a Chicago illuminata dal fall-out in un video anni ottanta degli Ultravox. Peccato.

ilflaviatore ha detto...

Diego,
prova il PANINO GIALLO a Melegnano.
e poi dimmi.

Un abraccio

ilflaviatore

Flavio ha detto...

Il Panino Giallo, detto l'UNTO, è grandioso. Se non mi ricordo male anche più economico, ma non ho idea delle dimensioni dell'ham di Mama Burger.

Diego Cajelli ha detto...

Melegnano?
Io mi perdo al di fuori della circonvallazione!

julia ha detto...

Poiché da tempo alla ricerca del burger perfetto a Milano, mi permetto di suggerire: il Denzel in via Washington (l'ironia gia' merita), un locale kosher dove si possono scegliere svariate opzioni di farcitura/peso e cottura della carne/contorni. Altro piatto burger davvero ottimo è quello della trattoria La Montina in via Procaccini: 15 euro che ti saziano per un bel pezzo. Carne notevole.

Lui ha detto...

leggere questo post e seguire i link a quest'ora fa decisamente male ... ora andrò a saccheggiare il distributore di merendine... sigh.

Giorgio Salati ha detto...

Dopo Arnold Coffee mi stai aprendo un mondo che non sapevo esistere a Milano! Devo provarli entrambi in sequenza!

Sì, Unto a Melegnano è mitico!

Anonimo ha detto...

Beccati questa roba che hanno tirato fuori i miei concittadini:

http://www.mbun.it/sito/index.php

La prossima volta che vieni a Torino ti ci porto. In treno, che sono vicini a Porta Susa..;-)

m