giovedì, febbraio 17, 2011

Un po' qui, un po' la...



La transizione da lavoro-a-casa a lavoro-in-studio sta procedendo.
Siamo ancora senza connessione, perchè a quanto pare, farsi dare retta da Fastweb è una delle cose più difficili del mondo. Ora siamo allo step 2. Stiamo aspettando che chiamino i tennìci pieni di fibre e di ottiche.
Purtroppo, sono abituato a avere ogni cosa a portata di mano, e mi sono accorto adesso che non potrà più essere così. Ho portato di la il Mac con dentro tutto, e qui a casa mi mancano un sacco di cose. Che sono di la. Cazzo.
Tra le cose che mi mancano ci sono tutti i miei appunti del Lab. Pensavo di averli messi sulla pendrive che fa avanti e indietro da la a qua, ma non ci sono.
Volevo scrivere adesso la lezione, sui settepollicini dell'EEE, ma invece no.
Ho le foto per il blog, però. Devo capire per quale cazzo di processo mentale ho caricato l'archivietto fotografico del blog, e non gli appunti per i prossimi post.
Vai a capire.
Però sono contento. Di la lavoro di brutto.

11 commenti:

Montag ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Montag ha detto...

Per tenere sincronizzata in automatico una cartella tra casa e ufficio consiglio Dropbox:
http://db.tt/ImSktUu

Ci si dimentica di averlo installato ed è utilissimo.

Ovviamente il suggerimento vale per quando avrai la connessione a Internet.

dario dp ha detto...

stavo per scriverlo io

dropbox, dropbox!

è l'uovo di colombo

Cobalto ha detto...

Io pure uso dropbox :D lo uso da remoto senza installare programmi, con l'account gratuito hai 2giga di spazio, carichi tutto li e poi lo riprendi da qualsiasi postazione senza andare a cercare pennette che spariscono sempre :D

Zbigniew Namislowsky ha detto...

Non è la stessa cosa che spedirsi i file in un account (per esempio) Gmail, che oltretutto è ben più grande di 2 GB?

Anonimo ha detto...

Fastweb?? Humm...Io mi sto togliendo da fastweb anche se per ragioni econmiche...
Però finchè il primo (e celermente consegnatoci, direi) router funzionava, avremmo baciato loro i piedi...Dopo che si bruciò e ce lo cambairono con un pirelli...Peste li colga!!
Spero non mi faccian rogne visto che ho disedtto e su internet circolano voci che mi fanno venire la tachicardia!!

isa

leo ha detto...

eeeh, ero venuta qui per suggerire dropbox ma vedo che è già famoso!! :)

Montag ha detto...

@Zbigniew: No, non è la stessa cosa. Con Dropbox è sufficiente salvare i file in una cartella del computer di casa e la sincronizzazione viene fatta in modo automatico, senza intervenire in alcun modo (ciò significa trovarsi la stessa identica cartella sul computer di lavoro).
Non è ovviamente l'unico servizio del genere disponibile su Internet, ma per me è indubbiamente il più semplice e versatile (es.: è possibile accedere alla propria cartella anche da smartphone di diverse marche, tra cui Android e iPhone).
Adesso però smetterei di parlarne perché non vorrei che da segnalazione amichevole si trasformasse in pubblicità gratuita (spam spam spam).

RRobe ha detto...

Come ti hanno già suggerito: dropbox e una connessione in remoto.

Lui ha detto...

Dropbox

e vai sul sicuro

Cobalto ha detto...

Beh dropbox base è gratuito, quindi ce lo possiamo pure consigliare senza pubblicità occulte. Mentre con l'email ti devi andare a cercare gli allegati tra i vari messaggi(e se ti seve un file dell'anno scorso?) su dropbox hai una struttura a filesystem con cartelle, sottocartelle e file come quelle dei documenti, quindi in un attimo trovi tutto. Ma alla fine chissene :D piùttosto, quando continua il lab? stiamo scalpitando :DD