venerdì, gennaio 21, 2011

Una che se ne va... Indovina dove?

 "Santanchè: “Lei è un giornalista da poco, infatti l’hanno mandata a New York”.
Zucconi: “Veramente alle mie spalle può vedere la Casa Bianca che come tutti sanno si trova a Washington"

Anno zero 200111, via ff
via Nipresa

7 commenti:

Cuk ha detto...

eh lo so.
anche io l'ho guardato oggi, e tutto di filato fa l'effetto di grattare una lavagna con le unghie mentre un'orchestra frega su piatti forchette e coltello...

Marco Rizzo ha detto...

ignoranza un po' meno palese: il pensare che un giornalista mandato come corrispondente in America sia scarso.

ma che dire, ormai il botulino avrà preso il posto della già scarsa materia grigia.

Anonimo ha detto...

Lo sceneggiatore della Santanchè seconde me sbaglia qualcosa... non so, il personaggio è poco ficcante... cioè in tutte le storie ci deve essere il cattivo, antipatico stronzo... insomma per cui si prova un odio immediato... il tipico cattivo riconoscibile dalla prima apparizione... però se il personaggio risulta noioso...c'è qualcosa che non va... dovrebbe cambiare qualcosa... altrimenti il pubblico non segue più la serie...

Matteoc

Anonimo ha detto...

Prendiamo un cattivo di successo... Sentenza di "Il buono il brutto e il cattivo". Quando compare sullo schermo, quando parla, io pendo dalle sue labbra. Il personaggio funziona alla grande, gli sceneggiatori di Sergio Leone hanno fatto un ottimo lavoro.
Con la Santanchè il discorso cambia. Niente da fare, il personaggio non gira, è bi-dimensionale, non è ben caratterizzato, è poco credibile. Sarà quell'aria da ancienne régime?Per me avrebbe bisogno di una svecchiata. Il suo sceneggiatore ha già provato a fare qualche modifica: due puppe nuove, labbra nuove... ma non funziona, ci vuole un cambio più radicale.

Questa è la mia analisi.

Matteoc

Anonimo ha detto...

Ma..mandare in America, o quanto meno NY ora è come quando si mandavano i carabinieri indisciplinati in Barbagia?

ISa

Rouges-1973 ha detto...

Sara' anche che la Santanche l'e' un'ignorante, ma dopo il sorriso mi son vergognato d'essere italiano...

Andrea ha detto...

Comunque Zucconi (e non Zinconi come da precedente gaffe della Nostra) è davvero un mito.
Tanti si sarebbero messi a sbraitare, inveire e contrattaccare....lui ha fatto un sorriso e ha piazzato subito la risposta perfetta. Senza mai oltrepassare i limiti.
E questo alla Nostra è sicuramente bruciato tantissimo: si vedeva che le bruciava essere stata liquidata con così tanta facilità.