martedì, dicembre 07, 2010

Il confronto imposibile.


Sono cresciuto ponendomi delle domande fondamentali:
E’ più forte Hulk o La Cosa dei Fantastici Quattro?
Uno squalo batte uno zombi?
Quando un uomo con la pistola incontra un uomo con un fucile, senti quella fitta, è l’orgoglio, tra Nanto e Hokuto quando il gioco si fa duro prometto che se va tutto bene balllo la Giga, Hola. Mi nombre es Iñigo Montoya. Tu as ucciso mi padre preparate a morir, hai lasciato qualcosa per noi? Soltanto cadaveri, portiamoli in Wyoming e armare i faser o aprire la comunicazione?
Ecco.
Dubbi, domande, quesiti che venivano prontamente risolti dalle mie figure maschili di riferimento.
Ora che sono vecchio, urbanizzato, bevitore di acqua dal bicchiere, in pratica un tamarro da salotto, si è fatta strada una nuova domanda che mai e poi mai avrei pensato di elaborarare.
E’ più forte Donald Draper di Mad Men, o Mr. Big di Sex & The City?
Sono estremamente simili. Il che mi porta a riflettere sul concetto di “uomo ideale”, di principe azzurro per le signorine.
Che è facile essere “uomo ideale” con quelle facce lì. Che gli perdoni un po’ tutto.
Un po’ stronzi, un po’ malandrini, però sotto sotto sensibili.
Elegaaanti. Io tutte le volte che metto un completo sembro uno che deve fare da testimone per una cresima. Oppure, nel migliore dei casi, un esattore della cosca di quartiere.
E poi, elemento forse fondamentale, non ho in banca una paccata di milioni di dollari.
Ma il punto non è questo.
Il punto sono le contraddizioni. Alla fine ho capito. Io sono pieno di contraddizioni, come tutti, solo che le mie contraddizioni non sono fighe come quelle di Don Draper e di Mr. Big.
Ecco.
Se i modelli di riferimento per l’uommmo moderno sono quei due lì, non c’è proprio gara.

21 commenti:

La ele ha detto...

...naturalmente non potevo non commentare.
Il concetto di "figaggine" maschile si sviluppa su più punti.
I due della foto sono senz'altro notevoli, ma se li mettiamo di fianco a uno come... che so, Gerard Butler?
Come la mettiamo?
Mondi lontanissimi. Combattono su piani diversi.
Mi spiego:
Mr. Big ha stile ed eleganza.
Gerard Butler mena lo sfigato che guarda un secondo di più la sua accompagnatrice.
Mr.Big ha i soldi e porta la sua accompagnatrice in posti pazzeschi (pagando lui, naturalmente).
Gerard Butler ti porta in una birreria pulciosa a sentire una gara di rutti tra motociclisti, (Si, ad alcune farebbe ridere anche questo.) per poi accompagnarti a casa in moto.

Questo per dire cosa?
Che non c'è un modello di riferimento maschile, ma ce ne sono almeno due.
Così a occhio, direi che fai più parte del gruppo "Gerard Butler".

La ele

p.s. Naturalmente poi c'è Lui. L'eccezione. L'unico uomo che unisce le due categorie.
Inutile che faccia il nome, giusto? :)

Diego Cajelli ha detto...

Ma anche Earl Hickey!

La ele ha detto...

Ahahaha!
Eh bè! Sei sempre un passo avanti! :D

La ele

Laurabeat ha detto...

Io lo dico: Mister Big è Der Mann (copio la pubblicità della Volkswagen - Das Auto). Mister Big è l'apoteosi dell'uomo che non deve chiedere mai: ricco, bello, charmant, elegante, che paga sempre lui, che ti viene a prendere con la Batmercedes, che la barba gli si rade praticamente da sola. Un gentleman? No, è un grande stronzo.

Poi se piaccia o meno, alla donna postmoderna, postemancipata...dipende.

marti ha detto...

Concordo con La Ele, ci sono vari modelli di uomini ed i paragoni creano "risposte" false e tendenziose.
P.s. io parteggio per Big e company, ma alla lunga possono diventare pesanti.
P.s.s. il mio modello preferito è il genio-sfigato-ma-sostanzialmente-figo alla Dr. Reid di "Criminal Minds".

Diego Cajelli ha detto...

Onestamente?
Sincero sincero?
Mi ritrovo sempre di più nel Professor Bishop di Fringe!

La ele ha detto...

Va bene anche così.
Era per dire che basta fare il paragone con la giusta categoria.
Se si sbaglia categoria, è chiaro che non c'è gara.
Si gioca su piani diversi!
Sarebbe, tornando all'esempio di prima, come dover stabilire chi è più figo tra Mr Big e Butler.
Non possono gareggiare.
Uno fa boxe e l'altro scherma.
Non saliranno mai sullo stesso podio.

La ele

p.s. Marti, il Dr. Reid noooo! :)

Anonimo ha detto...

Fila subito a lavorare, perdigiorno!

Zamma ha detto...

Per mettere le cose in chiaro:

O ti accompagna a casa con l'Harley, o alza la tavoletta del cesso.

GL

Zamma ha detto...

E siccome state parlando (penso) di due tizi che alzano la tavoletta del cesso... Io sono chiamato fuori.

Ah, per l'Harley ne parliamo quando trovo un phottuto lavoro (che esca dalle phottute pareti)...

GL

Lanterna ha detto...

Ah, guarda, in questo caso mi astengo dalla discussione: io ho sposato uno che non ha messo la cravatta neanche al suo matrimonio (aveva paura che la sposa non lo riconoscesse) e sono allergica al principe azzurro elegante e stronzo. Ma sono allergica anche al tipo Gerard Butler e all'uomo romantico tipo Richard Gere post Pretty Woman.
Insomma, mi sa che sono un po' impermeabile agli stereotipi che mandano in orbita le altre donne. Sarà per questo che vivo con un personaggio inverosimile...

knucklehead ha detto...

Lol.
Sei pop-inside, caro Cajelli, se mi pixi insieme The Princess Bride e L'Ultimo Boyscout. Ne consegue che chi coglie al volo, come me, è pop-inside pure lui.
Personalmente continuo arestare legato a modelli di riferimento tamarri: Jax di Sons of Anarchy, Walter White di Breaking Bad (vecchio e marcio, ma quando ci si mette è tamarrissimo), Ferris Bueller (la visione Hughesiana del tamarro, anche se in molti opterebbero per il personaggio di Judd Nelson in The Breakfast Club) e via dicendo.
L'inquietante problema e' che nei giorni in cui ho l'ego maggiormente pompato, mi ritrovo ad essere il modello di riferimento di me stesso.Ma dura poco. And like that... Fiuuuuuuuuu, he's gone.

P.S.
Mi rendo conto adesso che sta per scadere il termine ultimo per la lezione del Diegozillab. Domani scrivo. Nel frattempo ho scelto il film: una commedia non ancora uscita in Italia (vedo il futuro, io, avvertimi se non posso farlo) che ho visto un paio di giorni fa e ho trovato ottima, "Easy A". Non avevo voglia di buttarmi sui soliti horror/polizieschi.

Bapho aka Davide Costa ha detto...

Gli unici modelli di riferimento sono Jake & Elwood.

Anonimo ha detto...

@Ele ma "Lui. L'eccezione. L'unico uomo che unisce le due categorie"
... è Boselli, giusto?

Anonimo ha detto...

Perchè non riesco MAI e dico MAI ad essere attratta dai personaggi dei films/telefilms...Alcuni attori si, mi hanno fatto sangue...tipo Gary Oldman...ma non sono mai riuscita ad immaginarmi d'esser frullata da uno solo dei suoi personaggi, anche i migliori, ne!
Hmm...forse forse il suo Dracula...

ISA

La ele ha detto...

Chiunque sia l'anonimo, ha posto una domanda che mi ha fatto ridere un sacco.
Comunque no.
è ovviamente Bruce.

La ele

Legoland ha detto...

"è ovviamente Bruce."

Bruce Wayne
Bruce Lee
Bruce Dickinson
Bruce Willis
Bruce Campbell
Bruce Dern
Bruce Springsteen

E' pieno il mondo di Bruce, c'è l'imbarazzo della scelta.
Certo Bruce Campbell è Dio quindi lui dovrebbe vincere a mani basse ma coi gusti delle signorine non si sa mai.

La ele ha detto...

Legoland fai il serio.
L' "OvviamenteBruce", è ovviamente Bruce Willis!

La ele

Anonimo ha detto...

vince don draper, a mani basse. scherziamo?? tutt'altro stile, e meravOgliosamente politically incorrect.

tra l'altro ha a che fare con donne mooolto più interessanti...

leo

Giorgio Salati ha detto...

Ma dai, Don Draper è superfigo macho ma sensibile, fermo nei suoi principi ma pieno di contraddizioni, con un passato tormentato e un presente ancora di più, Mr Big è un riccone impomatato e senza sostanza! E ovviamente Draper piace agli uomini, Mr Big alle donne.

Anonimo ha detto...

@Ele: "Lui. L'eccezione. L'unico uomo che unisce le due categorie"
... per me era ovviamente Johnny! (@Legoland: ovviamente Depp)...