martedì, dicembre 21, 2010

Comics Soundtrack!


Non riesco a scrivere senza ascoltare musica. A volte con il volume a palla, altre volte no, ma rimane il fatto che mentre scrivo devo avere un tappeto sonoro quasi costante.
Spesso quello che ascolto influenza quello che scrivo, ma anche viceversa. Tipo che metto dei brani in funzione di quello che devo scrivere.
Quasi sempre poi, a lavoro finito, con il fumetto in mano scopro che alcune canzoni sono la vera e propria colonna sonora della storia che ho davanti.
Per dire, gli albi di Dampyr marcatamente colonnosonirizzati sono:
"Occhi di gelo", il numero 85, Che va letto ascoltando: Can We Live dei Jestofunk.
"La nave fantasma", il numero 113 che è obbligatorio leggerlo ascoltando Fade to black dei Metallica.
Poi c'è il lavoro che ho fatto per Ankama, in coppia con Mutti.
"Ghost" va proprio letto ascoltando Fall Of The Peacemakers dei Molly Hatchet.
Adesso sto lavorando a una cosa, che ti dirò quando sarà il momento giusto.
Per ora posso dirti che quando uscirà sarà necessario leggerla ascoltando Black Betty dei Ram Jam e Fever di Link Wray.

5 commenti:

Lanterna ha detto...

Ecco, son cose su cui sto rimuginando in questo periodo.
Per esempio, non mi piace molto l'effetto Cassidy con brani di canzoni in didascalia: se non conosci la canzone è pesante, a lungo andare. Eppure non c'è un altro modo di introdurre una specifica colonna sonora su una specifica serie di vignette, e a volte servirebbe proprio.
Bisognerebbe inventarsi qualcosa tipo i libri per bambini, che quando giri pagina attaccano una certa musica. Ma credo che neanche questo farebbe un grande effetto, no?

energio ha detto...

@Lanterna a me personalmente "l'effetto Cassidy" piace, anzi! le canzoni che non conosco vado subito a cercarle: pur essendo ancora -appena sotto i 30– abbastanza giovane ho un discreto bagaglio musicale derivante dai miei trascorsi bandistici.

Invece una buona integrazione della musica e delle canzoni (tutte famose e un po' più moderne) nelle vignette mi è sembrata quella di Liberty Meadows di Franck Cho, se avete presente (ma immagino di si).

Anonimo ha detto...

Beato te! Non sono mai riuscito a scrivere ascoltando musica, mi distrae troppo, invidia!

UDO

PS: non hai mai risposto al mio "righello", era così pessimo?

Anonimo ha detto...

Beato te! Non sono mai riuscito a scrivere ascoltando musica, mi distrae troppo, invidia!

UDO

PS: non hai mai risposto al mio "righello", era così pessimo?

Anonimo ha detto...

se non ci fosse incastonato per ovvi motivi il Sommo saresti il miglior autore di tutti i Dampyr passati presenti e futuri... grazie del regalo musicofilo (e buon Natale!)