lunedì, settembre 06, 2010

Previously on Diegozilla...



Dato che forse passerà da qui un po’ di gente che non c’è mai stata, è il caso di fare un riassunto delle puntate precedenti.
Mi chiamo Diego Cajelli e ho la faccia che vedi qui sopra. L’anno prossimo faccio quaranta (minchia!) anni. Sono nato e vivo in quel di Milano.
Di lavoro faccio fumetti.
No. Non disegno. I fumetti li scrivo. Sono uno sceneggiatore di fumetti.
No. Non scenografo!
Sceneggiatore.
Metti che i fumetti non li leggi, non c’è problema. Mottispiego.
I fumetti che faccio io si fanno in due. Uno scrive e l’altro disegna.
Per altri tipi di fumetti invece c’è uno che se li fa tutti da solo.
Ma non è il mio caso.
Anzi si. Ogni tanto faccio dei fumetti per conto mio. Uso delle foto che elaboro con Fotoscioppe.
Se clicchi qui, oppure anche qui, ci sono degli esempi dei miei fumetti tutto-da-solo.
Ma sono soltanto dei casi sporadici.
Di solito, tutti i giorni, dalla mattina presto presto alla sera tardi me ne sto nel mio studio a scrivere i fumetti.
Ovvero, mi invento una storia che poi sceneggio. Sceneggiare una storia significa descrivere a un disegnatore vignetta per vignetta tutto quello che succede, dialoghi compresi.
Metti che sei curioso, se clicchi qui ci sono degli esempi delle mie sceneggiature.
Con questo lavoro ci pago le bollette, il mutuo, ci faccio la spesa, mi compro altri fumetti e ci faccio i cazzi miei. Insomma ci campo.
Pubblico per diversi editori. Già, perché non ho uno stipendio, non sono assunto da nessuno.
Sono un freelance e vengo pagato in base a quante pagine scrivo.
Tipo un lavoro a cottimo. Solo che di solito produco sparatorie e lotte a mani nude contro i vampiri.
Lavoro per la Sergio Bonelli Editore, scrivo per la serie Dampyr, ho scritto un Dylan Dog, diversi Zagor, parecchi Napoleone e un Legs Weaver.
Sono uno di quelli che scrive Diabolik per la Astorina. Ho trasformato in fumetti alcuni film della Disney come Uno Zoo In Fuga e I Pirati dei Caraibi. Ho i miei progetti personali tipo Pulp Stories e Milano Criminale pubblicati da Edizioni BD. Nel corso degli anni, ho scritto e scrivo per un bel po’ di case editrici.
Scoop: Sto lavorando anche per una casa editrice francese.
Se proprio ci tieni, cliccando qui c’è più o meno l’elenco completo delle mie pubblicazioni. Non è aggiornatissimo, non ci sono i miei primissimi albi perché mi vergogno, ma fa niente.
Ho iniziato nel 1993. Fatti tu due conti, scopri quanti anni avevo che a me viene il magone.
Giusto per bullarmi quel tanto che basta, nel 2008 ho vinto il premio Gran Guinigi a Lucca Comics come miglior sceneggiatore italiano.
Dato che scrivere non è una cosa che puoi tenere a bada, oltre ai fumetti scrivo anche altra roba. Articoli, racconti, monologhi, testi, cortometraggi, prefazioni, saggi, favole, eccetera ecceterone.
Ho cercato di coniugare la scrittura a diversi campi espressivi. Ho collaborato tantissimo con Radio Popolare per esempio, scrivendo e conducendo programmi come Strane Storie o Popotrek.
Ho scritto testi di cabaret, recitandoli in prima persona. Tempo fa, un secolo fa, in coppia con Alessio Tagliento ero finito nella cricca di Zelig. Giravo per teatri, facevo show, poi basta.
Un giorno ho smesso.
Definisco quel periodo: Quando ero quasi famoso.
Ultimamente sto scrivendo per la tivvù.
Ho un programma: Ultra, va in onda su Joi. Spiego le tecniche narrative e i segreti delle serie televisive.
Dicono che sono uno dei maggiori esperti di cultura pop. Forse è vero. Può darsi.
Ho tenuto dei corsi di sceneggiatura e di scrittura creativa alla Scuola del Fumetto di Milano, alla FNAC e in occasione di alcune convention fumettose.
Il mio hobby ufficiale è la fotografia. Mi piacerebbe dedicargli molto più tempo di quanto ci dedico in realtà. Ma siccome mi conosco, ho paura di trasformarlo in un lavoro.
Qui sul blog faccio tutto da solo.
Scrivo, impagino, sgrafico, modero e pinzillacchero.
Per cui non sclerare se gli aggiornamenti non sono "in tempo reale", se mi perdo qualche commento o non rispondo subito subito alle mail o ai messaggi.
Mica sono un supereroe!

5 commenti:

Faust VIII ha detto...

Hai dimenticato di dire che le tue recensioni di...beh, qualunque cosa (che siano puntate di X Factor o partite dei Mondiali) danno un'incredibile dipendenza!

Quindi sei tu il Cajelli cabarettista! Quello che nell'indice del libro de Le Formiche che possiedo viene definito così:
"Cajelli, Diego. Comico e sceneggiatore milanese. E' rimasto uno dei pochi che "osa" fare satira politica al cabaret."

Una curiosità: hai smesso prima che cominciassero a fare le trasmissioni in tv di Zelig?

Jason Krueger ha detto...

Grande Diego.
Ma sai che anche io feci un fumetto usando le foto tempo fa?
Era il periodo nel quale mi prese bene la serie Prison Break e decisi di renderla un fumetto da leggere online (realizzato a tempo perso).

Iniziai anche la seconda stagione ma poi mi son rotto il cazzo ed ho smesso...
Se sei curioso cè sul mio Myspace a questo link :

http://www.myspace.com/jasonkruegermc

PS:Quando torni su Dampyre cosa leggeremo?

kingsimon ha detto...

hai dimenticato di dire che sei anche il mio maestro jedi!!!!

Anonimo ha detto...

Non conoscevo il tuo lato cabarettista/zeliggoso! Diamine mi vengono i lucciconi per la commoSSione, mi vengono!

ISA

Anonimo ha detto...

Hai tempo per sposarmi? Attualmente vivo on Canada, ma tornero' in Europa a dicembre. Fammi sapere e mando una raccomandata al mio ragazzo. Senza ricevuta di ritorno, perche' chissenefrega.