venerdì, agosto 20, 2010

New York in bianco e nero



Lo so che il bianco e nero è un po' banalotto. Lo uso con parsimonia. Però, in questi giorni di sistemaggio del mio archivio, tra le cinquemila foto che ho scattato nelle mie varie gite newyorkesi ho scovato una decina di scatti che in bianco e nero hanno un loro perchè.
Le foto le ho fatte tra il 2008 e il 2010, con la mia fidata Nikon D80 e la nuova arrivata Canon G11.
Se ti interessa saperlo, con la Nikon ho usato: un 300 e un 18/135. Con la Canon l'ottica che monta la macchina.
Clicca che diventano grandi, e come sempre, sulle foto vige il Copyleft. Facci un po' quello che ti pare basta citarne l'autore e la fonte.





















7 commenti:

Francesco Dellamorte ha detto...

Quel delfino è sicuramente opera dei Guerrieri :)

Anonimo ha detto...

Il delfino tristo e solitario...oppure sulla panchina, comei bambini curiosi del mondo dietro alle loro spalle...

L'edificio con le grondaie (sono grondaie??) lucenti mi fa domandare "Batman passa stasera?"

Il resto è bellissimo, quasi commovente...^^

ISA

Tito Faraci ha detto...

Sei un grande. In tutto.

TF

Filippo ha detto...

Sarò antico, ma adoro il bianco e nero. Complimenti!
La foto notturna con l'auto in primo piano è uno scatto Nikon o Canon?

marcofebbrari ha detto...

Ciao Diego,

altro che banalotto... il bianco e nero è difficile da "vedere" quindi la tua è una splendida visione: sei un ottimo fotografo (altrettanto come sceneggiatore ma su questo non c'erano dubbi...)
continua così che magari prima o poi organizziamo una bella mostra fotografica di sceneggiatori/fotografi a Brescia, magari coordinati dal nostro Andrea RED!

un salutone,
Marco

Giorgio Salati ha detto...

Gran belle foto, complimenti!

Guerrero Negro ha detto...

Citato (copiato? cannibalizzato?) oggi da me.