lunedì, giugno 07, 2010

Lo italico uèbb



A volte, magari, la rete non mi serve solo per sguazzare su siti esteri o per controllare l’andamento del mercato delle zinne extra large.
A volte, mi serve per qualcosa di più pratico. Conoscere l’indirizzo di un ristorante, prenotare, sapere quanto costa qualcosa, quando apre un negozio, questo e quell’altro.
E allora, a quel punto, scopro che il web italico è concepito praticamente come un biglietto da visita. Però è in flash (quando va bene) con un sacco di roba animata del tutto inutile.
Un orgia di paginette, un pesantissimo inferno di pop up con musichette, effettini, bip e bop.
Di utile.
Niente.
Devo capire per quale cazzo di motivo, un ristorante in Nuova Zelanda mette on line il suo menù completo con anche i prezzi, e una di unaTrattoria nel milanotto è già tanto se trovo il numero di telefono.
I prezzi da noi sono un tabù. Nessuno te li dice, anzi. Se vuoi scaricare un catalogo se tu che devi dargli il tuo nome, il tuo indirizzo, il tuo numero di telefono e lo stato di famiglia.
Chiaramente, quando la navigazione non è più fatta da casa, ma per dire, è fatta in loco con l’AiFono, la tragedia si compie, letale e indomita fino alla sua conclusione.
Perché, se come mi dice la pubbbbblicità: “C’è un App per tutto”, è altrettanto vero che ste cazzo di App funzionano se qualcuno le “integra” sul territorio.
Altrimenti si passa al metodo: Paesotto anni cinquanta 2.0
Si va in edicola e si chiede:
- Perdonatemi buon uomo, sapete quando apre il negozio qui di fronte?

13 commenti:

Arcureo ha detto...

Eeeeh... tu sei già al uèb. Ma se nemmeno alle e-mail di sti cazzi di esercizi commerciali non risponde MAI nessuno?
Una volta ho spedito una presentazione + richiesta di informazioni da circa una ventina fra associazioni culturali, comuni, assessorati, cazzi e mazzi, sparsi per l'italia.
Hanno risposto in due.
La stessa cosa fatta in Francia, hanno risposto TUTTI, fornendo anche suggerimenti di altri indirizzi da contattare.

Siamo ancora agli anni '50, qua, uomo.
Ma col Flash!

Lui ha detto...

E fai tu com'è lavorarci in/per/con sto italico uèbb ....

Locomotiva ha detto...

Uomo bianco dice grande verità, Augh!

Io mi sono arreso e ho comprato dieci dolla' di cinghia di nylon negli Stati Uniti (31 dolla di francobolli) perché ho battuto sul web le ferramenta e le mercerie on-line e il risultato era un enorme boh?
Parlo di schifissima cinghia per la tracolla di una borsa, grigia e alta 5 cm. Non un pezzo dello Shuttle.
Quella usata sugli zaini dell'Invicta, tipo. I fai-Da-Self la vendono a metro, ma non di quel colore.

Prezzo non indicato, o verificare disponibilità, o ordine minimo. (ordine minimo, punto. Non Ordine Minimo 10 metri).
Tutti con richiesta via mail, o vieni qui a Castelfuffo sul Membro e ne parliamo.
In benzina ci smenavo più che i 31 dolla' di francobolli.
Sito USA, Foto di tutto, dati tecnici di tutto. Quanti piedi hai bisogno? 27 piedi di questo grigio argento, 4 piedi di blu royal più stretto e a maglia quadra, una fibbia a tre luci da un quarter.
Fa 10 dolla', Clicca Ok. Fine.

Idem per una tuta da lavoro: i siti aggregatori, le paginecolorate, i tuttopaesotto, offrono duemila scelte.
Abbigliamento da lavoro: tutti.
Dalla Boutique in centro, al negozio Premaman, dal ferramenta alla merceria della nonna Pina.
Si vede che tutti hanno, laggiù in fondo, due scusàl da casalinga comprati in un momento di stupidera nel 1964, che il rappresentante faceva lo sconto.
O hanno anche le camicie da cuoco per l'Istituto tecnico Alberghiero a fianco.

Quando il sito paginecolorate ti copia l'indirizzo, vuoi mica non mettere la crocetta anche su "abbigliamento da lavoro": tanto paghi uguale, no?

rosario spanò ha detto...

hai perfettamente ragione, se non che quando provi a far capire che un sito web deve servire a qualcosa altrimenti che cazzo lo fai a fare e che se si evita flash e cazzellerie varie è meglio... perdi il cliente.

rox

Diego Cajelli ha detto...

@ tutti i Uèbbmaster che hanno scritto qui sopra...

E' chiaro che non intendevo dire che è colpa vostra, eh!
Lo so come vanno queste cose.
;-)

KoTa ha detto...

http://forumtgmonline.futuregamer.it/showpost.php?p=9121796&postcount=45882

Anonimo ha detto...

io con l'ifono uso around me che come app per trovare ristoranti, locali, banche, farmacie ecc.ecc. funziona molto bene. Ed è gratuito.
Mette anche indicazione dei prezzi, ovviamente non i menù completi, e opinioni di chi ci è stato.

S.

boris battaglia ha detto...

che cazzo di orario vuoi che faccia mai un negozio

se è un alimentari dalle 8.00 alle 13.00
poi riapèrirà tra le 15.30 e le 16.00 per chiudere verso le 19.30, se non è un alimentari, probabilmente aprirà alle 10.00
se fa orario continuato lo vedi da te, a meno che sia mezzanotte, pensavi ancora di essere a newyork e ti trovi lì davanti al negozio.

ps. la mezza giornata di chiusura di solito è il lunedì mattina. tranne per i macellai che chiudono, qui nella tua città, il lunedì pomeriggio.

ci sarà pure un app per tutto, ma la metà di questi app, sicuro, sono inutili.

stammi bene

Layla ha detto...

hai inevitabilmente e purtroppo, ragione.

Locomotiva ha detto...

@boris: c'è stata la deregulescion, non sai?

E c'è gente che apre a capocchia, ormai.
Quissu sui monti si è diffuso come il vaiolo la cosa dell'un quarto.

Aprono alle 15 e 45, o alle 9 e 15.
Che poi diventano le nove e venti
Però chiudono a mezzogiorno e un quarto. O all'una e quaranta.

Tranne il giovedì che aprono alle 8.30 e chiudono alle 18 (c'è il corso di arpa tibetana?), sabato che fanno continuato dalle 8.45 alle 19.45, domenica dalle 9 alle due meno dieci.
E qualcuno attacca un cartello alla porta con tutte le opzioni: così tira giù la serranda e non lo puoi leggere quando è chiuso, ma solo quando è aperto.

La maggior parte non mette proprio fuori un accidente: se lo sai lo sai, se non lo sai, aspetta.

E non sia mai detto che mi pigli l'impegno di aprire alle 9.35 solo perché c'è scritto così sul uebbe.

Faccio The Halfling ha detto...

Bah.
Io ho l'impressione che da noi l'avere un sito sul web sia visto più che altro come uno status symbol, più che come un reale servizio. Così, tanto per non fare la figura dei retrogradi. Senza contare poi l'italica reticenza a dare informazioni precise, restando sul vago o fornendo dati vecchissimi, forse per ammantarsi di un'aria misteriosa. Faccio il giornalista, e se la celerità con cui mi dessero le informazioni (con mail, o per telefono) fosse la stessa con cui chiamano poi incazzati perchè il pezzo era pieno di stronzate parzialmente inventate e assolutamente nebulose, ne saremmo tutti più felici. :P

Anonimo ha detto...

paesino 2.0 ! :) sempre fortissimo!

sul sito di un'agenzia escursioni a Vignola Mare oltre a non esserci i prezzi al link "chi siamo" dice:

"Per tutte le informazioni sulle case o sulle barche potete chiamare al 348XXXXX Giovanni, non mando prezzi per e-mail"!

ma sarà mica la barchetta che affittava Briatore ?

Annanebbia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.