sabato, giugno 05, 2010

La Corea del Nord e i mondiali di calcio



"... Essere una delle nazioni più isolate del mondo comporta alcuni fastidi, se partecipi ai mondiali. Primo: i tifosi. I nordcoreani che possono permettersi una trasferta in Sudafrica sono pochissimi, meno ancora quelli che possono avere dal governo un permesso per l’espatrio. Per questa ragione il governo ha “affittato” mille tifosi cinesi, che saranno pagati per fare il tifo per la nazionale della Corea del Nord..."

Fulminante articolo sulla nazionale nordcoreana, tratto dal NY Times, e rimbalzato in italiano dal Il Post, che puoi leggere tutto intero cliccando qui.

2 commenti:

Spugna ha detto...

squadra vestita made in italy, gajardo!

Locomotiva ha detto...

Già, non prendono direttamente le magliette copia tarocca Made In Cina?

Che la Ligea, sia chiaro, produce in Cina anche gli originali - googlate "Ligea Abbigliamento sportivo Bottari Travostino" e trovare un libro su etichette furbine come "LIGEA-Italy" per roba fatta fare in Cina.


Comunque, l'idea di affittare i tifosi non è nuovissima.
Lo faceva già mediaset ai tempi, quando all'Acquafan di Riccione faceva quella specie di Giochi senza Frontiere da spendere poco.

Le squadre erano francesi, spagnole o che.
Il pubblico che faceva il tifo erano bagnanti affittati alla bisogna e messi a fare il pubblico francese, spagnolo o che.

Come al solito, i coreani copiano...

Chissà che fine ha fatto il dentista che segno contro l'Italia?
Gli avranno dato un appartamento, come minimo.