giovedì, giugno 10, 2010

Dare i nomi e anche i numeri!



Quando devo trovare il nome giusto per qualche personaggio, mi scattano sempre i cinque minuti di delirio. O “della stupidera” come diceva mia nonna.
Quando scrivevo Zagor e dovevo inventarmi un nome indiano, il primo che mi veniva in mente era sempre: Fondente Nero.
Seguito da Manzo Brasato e poi da Constatazione Amichevole.
Mi ci voleva un po’ per tornare serio e fare seriamente il mio lavoro.
(Già. Passare da solo la maggior parte del mio tempo porta a degli strani effetti collaterali)
Oggi però mi trovo davanti a una campionessa.
L’eroina del futuro, che se avessi tempo ci farei una serie intera:
Andreina Vanti.
Da pronunciare velocemente, mi raccomando.
Andreina Vanti, paladina della modernità, è una che guarda solo verso il futuro.
Nessun rimpianto per il passato e moltissime cose a fare domani.

12 commenti:

Alessandro ha detto...

Come nemesi, proporrei la depressa disfattista Judy Corda.

ottokin ha detto...

sei un genio!

Anonimo ha detto...

ODDIO! L'ho capita solo la seconda volta che l'ho letto!!!

Isa

Diego Cajelli ha detto...

ahahahaha!
Sono proprio una girandola di gag!
:-)

OTTO
Aspetto con ansia un tuo disegno su Andreina!

CREPASCOLO ha detto...

Manzo Brasato è un pellerossa cicciotto ( e quindi non pelle e ossa ) in una storia di Zorry Kid. Quando e se comparirà quale avversario vampiro di Draka, consiglio di citare la fonte.
Il ( presunto ) plagio elettrizza la rete come la constatazione amichevole che il fondente nero è meno nocivo del cioccolato bianco, anche se Galak sarebbe un bel nome per un cattivone cosmico che cerci di sottratte alla campionessa del futuro Andreina Vanti il segreto della Stupidera, il meme che mesmerizza le menti .

Anonimo ha detto...

Le foto '60/'70/'80 che usi come commento dei post sono fantastiche. Questa me la sono salvata e me la uso per la copertina di qualche disco.

Tra parentesi: ormai siamo negli anni '10 (urca) e si può ormai dire che i più che passati anni '90 sembrano non aver prodotto una precisa tipologia di immagini come i decenni precedenti... ai tempi avrei scommesso che sarebbero diventate tipiche un certo tipo di foto sfocate e sgranate, quelle di certe copertine "grunge", invece niente.

Tommaso

Diego Cajelli ha detto...

Crepascolo!
Mi mancavi!
Giuro!

@Tommaso
Le foto per diegozilla sono scelte con molta cura...
E' una delle tante cose che faccio pensando: tanto non lo noterà nessuno.
E invece...
:-)

Giorgio Salati ha detto...

ahah bellissimo nome!

Anonimo ha detto...

E che dire di Erminio Ottone (da pronunciarsi anch'esso velocemente, e con un lieve acento romano)?...

Anonimo ha detto...

@Tommaso:
a me una precisa tipologia di immagini anni '90 viene in mente guardando queste cose:
un principe fresco
chellidibbeisai'scù
certe scale cromatiche
cose che sapevi usare il computer
colori!
...foto senza fotografia, stupri di retine e soprattutto quelle impaginazioni a fracchio di cane che facevano i giornaletti giovani con le foto che sembravano ritagliate e appiccicate sopra una pagina di word con lo sfondo riempito con sfumatura a gradiente e i titoli fatti con le WordArt (molto anni 90 le WordArt)
...cose come il pushpop, la truzzaggine delle spicegirls, il fucsia, il giallo fluorescente...

Anonimo ha detto...

chiedo venia!
un principe fresco
chellidibbeisai'scù
certe scale cromatiche
cose che sapevi usare il computer
colori!

Anonimo ha detto...

Uhm, a me sembrano esempi dell'onda lunga della peggior truzzaggine anni '80... ma d'altra parte: "Non si esce vivi dagli anni 80" come cantava qualcuno.

Tommaso.