venerdì, marzo 26, 2010

Riso alla Cantonese!



Il post sulla Cina in cucina ha destato parecchio interesse e alcune domande. Allora ho deciso di inaugurare una nuova rubrica: Le ricette di Zio Diegozilla.
Comincio con la ricetta del Riso alla Cantonese.
Per me è difficile darti delle quantità esatte, perché di solito vado a occhio, o misuro in tazze.
Comunque, più o meno, per quattro persone la ricetta è questa:

Riso alla Cantonese:

250g di riso.
Io uso il Basmati. Mi piace molto il suo profumo. Comunque deve essere un riso a chicco lungo.
Non usare il Paraboiled per le insalate, che non si amalgama bene.
Il Basmati è da cuocere 10 minuti in acqua bollente e salata.

200g di piselli surgelati.
Non quelli in scatola, eh! Che come diciamo a Milano: Si spetasciano.
Nella versione “a occhio”, i piselli devono essere un po’ meno del riso.
I piselli surgelli, cuociono 5 minuti in acqua bollente, anche meno se li vuoi più duri. I veri fighi, calcolando i tempi di cottura, li cuociono assieme al riso, ma io per sicurezza li faccio a parte.

100g di prosciutto cotto tagliato a dadini.
Hai presente quelle mattonelle di prosciutto o di spalla che si trovano al super? Ecco, a me quel prosciutto lì non piace. Per me è troppo salato e acidino. Opto per il prosciutto già tagliato, che costa un po’ di più, ma è più buono. Il Beretta è mooolto buono.

Uovo.
Io considero un uovo a persona e uno per la zuppiera. Come per la Carbonara!
L’uovo lo cuocio a parte, in una padella antiaderente con un filo di olio extravergine.
Non metto il sale. Strapazzo le uova per bene, e le cuocio a lungo. Occhio a non bruciarle!
Dopodichè, prendo la padella con dentro l’uovo e la metto sul balcone. Va lasciato raffreddare per bene, per cui cucinalo per primo e poi mettiti e fare tutto il resto.
Quando “tutto il resto” è pronto e l’ho messo nella zuppiera, prendo la padella con l’uovo freddo.
Sminuzzo, tagliuzzo, strisciolinizzo usando una spatola di legno, e lo verso assieme a tutto il resto.
Secondo me, l’uovo caldo sprigiona una puzzetta uovosa che mi da fastidio.
Aggiungendolo freddo invece, mantiene il suo sapore, si scalda con il calore degli altri ingredienti, e non rilascia puzze.

Olio di semi di sesamo.
Due cucchiai da minestra pieni pieni.

Salsa si soia.
Un cucchiaio da minestra pieno pieno.

Quando il riso è pronto, lo scolo e lo metto nella zuppiera.
Ci aggiungo i piselli.
Mescolo.
Ci aggiungo il prosciutto.
Mescolo.
Ci aggiungo l’uovo.
Mescolo.
Aggiungo la soia e l’olio di sesamo.
Mescolo.
Assaggio, se manca di sale correggo o con altra salsa di soia o con una presa di sale fino.

Metti su il DVD di “Snake in the eagle shadow”:



E buon appetito!

10 commenti:

MC ha detto...

Io metto anche il porro a fili sottili e i gamberettini.

Casalinga disperata.

nerosubianco ha detto...

certo che un bel video con te in grembiule con la spiegazione passo passo... sarebbe una cosa bellissima!
: )

Anonimo ha detto...

Mi permetto un suggerimento "alla cieca" nel senso che nn so se lo fai di già. La mia amica filippina mi ha insegnato un buon modo per cuocere il riso, ovvero usare come misura le falangi delle dita: se il riso arriva a coprire la prima falange (insomma la punta del dito) si aggiunge tanta acqua fino a raggiungere la falangetta (o meglio la parte in messo del dito), in questo modo il riso viene ben cotto, nè troppo cotto nè troppo poco e non ci sono dispersioni di sostanze nutritive.
Comunque grazie della ricetta, ne farò teSSoooroo!

ISA

-harlock- ha detto...

Cioè tu cuoci l'uovo con L'OLIO EXTRAVERGINE?

Assassino di uovi.

el mauro ha detto...

Casalinga disperata numero 2:

E non fai il soffritto con la radice di zenzero grattuggiata?

Io procedo triangolando, ho davanti a me tre situazioni: in una bollirò il riso, nella seconda preparo le uova (anch'io una a persona eheh) che sbatto con un pizzico di pepe, la terza invece è sua maestà wok.

Olio extravergine (scusa Mattè! :-) ), grattuggio la radice di zenzero lanciando il soffrittino. Ci butto dentro a cascata, prosciutto cotto, gamberetti surgelati, un cipollotto sano tagliato a fettinesottilisottilichenonpuoidiredinò, le carotine e le zucchine a micropezzetti, poi, quand'è quasi pronto butto anche pisellini e germogli di soia. A questo punto butto l'uovo leggermente pepato in un'altra padella e proprio mentre inizia a sfrittellarsi interrompo il suo coito e lo getto nel wok insieme al riso. Giro finché il braccio destro non dice no.
Poi servo.

Paradossalmente più si fredda più è buona :-)

Ah. per dessert ci vuole il budino di durien!

el mauro ha detto...

ooops, dimenticata la soia.

E con i noodles sono una pippa.

Danielle ha detto...

I look forward to more cooking class entries!
Can't wait until you get here! Dav is already making a list of places to take you!!!

pappabuona ha detto...

Ottimo procedimento, da come descrivi passo passo la ricetta sembri un cucinero provetto...ma mi cadi sul riso! Per questo piatto il basmati non va bene, è indiano, non cinese, ci vuole il patna, o in mancanza di quello il ribe.

Ti piacciono gli spaghetti di soia?

Patrizia Mandanici ha detto...

Bella quest'idea delle ricette (e il complemento dei commenti!), chiare e semplici; aspetto le prossime...

Jajo84 ha detto...

Fatto tutto. Mi manca solo il DVD. L'ho ordinato su Amozon. 15 euri. Arriverà a Maggio. ( Le navi....ah le navi......).

Ti saprò dire cosa sarà venuto.

Grazie.

Mille.