martedì, febbraio 02, 2010

Cose che vorrei fare ma che non riesco a fare.



Vorrei andare al cinema.
Vorrei vedere Avatar o in alternativa Sherlock Holmes.
Ci sono andato già tre volte, in due cinema diversi.
E tutte le tre volte non ho trovato posto.
In compenso c’erano macchine parcheggiate ovunque. Alcune in aperta sfida alla legge della gravità, altre in contrasto con il buon senso.
Alla fine, invece di andare al cinema, sono andato a prendere il caffè a Rozzano.
Per quanto l’hinterland milanese stimoli la mia voglia di viaggiare per il mondo, mi faccia apprezzare la mia vita da metropolitano e mi fornisca sempre ottimi spunti per i miei studi antropologici, non è che bere un caffè a Rozzano sia una buon modo per passare la serata.

Vorrei spiegare alcune cose ai pensionati.
Tipo che magari, forse, è da prendere in considerazione l’idea di non andare a fare la spesa il sabato pomeriggio.
Vacci il martedì mattina, cazzo.
Invece no. Deve essere un comando post ipnotico, o un imprinting consumistico dalla radice romeriana, che spinge gli ottantenni ad andare il sabato pomeriggio a comprare due uova.
Poi, travolti dai lemmings con la Fidaty in bocca, ti guardano con gli occhi lucidi del cucciolo mandato a giocare a palla in tangenziale.

Vorrei fare il vigile urbano in metropolitana.
Con la paletta e il fischietto. Che è l’unico modo per spiegare che se lasci scendere me dal treno prima di salirci tu, i tempi di trasbordo si dimezzano e conviene anche a te.
Paletta e fischietto anche sulle scale. Perché se ci si organizza in due file, una che sale e una che scende tenendo rispettivamente la destra, non solo è visivamente più ordinato, ma si evitano collisioni ed è più comodo per tutti. A meno che il normale flusso di gente che sale e scende le scale alla cazzo non sia una versione milanese del Gioco dello Sparviero.
Allora vorrei sapere chi vince.

19 commenti:

Joel ha detto...

Non vivrei mai a Milano nelle zone limitrofe, 6 ore al giorno per 3 anni è il massimo che posso sopportare.
Consiglio vivamente la visione di Avatar, a patto di essere forniti di Ipod e auricolari per ascoltare qualcosa che abbia senso al posto dei dialoghi, nella versione italiana credo siano un ottimo esempio di come non si dovrebbe doppiare un film.

kingsimon ha detto...

cos'e' il gioco dello sparviero ???

Andrea V. ha detto...

UCI cinema milanofiori, caro: a pochi km dal centro, poca folla, parcheggi non dico come Starsky & Hutch ma insomma trovi sempre, sale capienti.

Scerlocco è scritto benino ma diretto malino.

Avatarro è scritto malissimo ma diretto benissimo.

Non ti incazzare.

Mab the Evil ha detto...

Se ti può consolare Avatar non sono riuscita ancora a vederlo nemmeno io :( A quanto pare quando decido di andare a vederlo tutti hanno la mia stessa idea.

Filippo ha detto...

"Vorrei spiegare alcune cose ai pensionati."

Io vorrei spiegarle a chi va per tre volte al cinema e non trova posto né per Avatar né per Sherlock. Preciso che lo spiego con ironia onde evitare incazzature dei diretti interessati. Mai sentito parlare della possibilità di prenotare i posti? E' possibile via telefono e, qualora non vi rispondessero (per intasamento delle linee causa Avatar), via internet.

Diego Cajelli ha detto...

@Filippo
Oh, si, si!
Ho visto che si può, come no...
E' solo che non mi va di essere schedato, con nome, indirizzo, telefoni, ultima pagella, esami del sangue, peso, altezza e numero dei peli del naso soltanto per comprare un biglietto del cinema.

A dire il vero però, sto mentendo.
E così rispondo anche ad Andrea.

la quarta volta è stata virtuale. Nel senso che ho provato a prendere i biglietti per Avatar all'UCI di milanofiori.
MI SONO TAPPATO IL NASO E HO LASCIATO TUTTI I DATI PER LA REGISTRAZIONE.
Era un venerdì.
Sto ancora aspettando la conferma della registrazione.

@Simon.
Lo sparviero si giocava all'oratorio negli anni ottanta.
O meglio, mentre mi picchiavo con i tamarri vedevo qualcuno che ci giocava.
Descrizione completa del gioco, con Google che fai prima.

@Joel.
Tu parti avvantaggiato però!

Andrea V. ha detto...

Ammazza che sfiga, Die'.
Io non ci ho mai avuto problemi.
A questo punto rivolgiti con fiducia al mago Antheus.
O dammi il tuo numero di carta di credito che prenoto io.
Un viaggio ai caraibi.

Anonimo ha detto...

Allora ti consiglio lo Skyline di Sesto san giovanni.

Puoi prenotare senza pagare e basta una user e password.

Nome e quant'altro possono essere tranquillamente finti.. ;)

Basta che ti presenti una mezz'ora prima per il ritiro, che è una rottura, però..

Filippo ha detto...

Caspita! A me è andata meglio, ho visto il film il primo giorno di programmazione, spettacolo delle 21.
Adesso che ci penso... Io lavoro in un multisala! Forse è per questo che non ho avuto problemi (?) ;-)

Cate ha detto...

Milano é bella per tante cose...ma forse sonk di più le cose per le quali Milano fa proprio schifo...
Però l'imprinting "romeriano" rende parecchio!

pippo ha detto...

il post è molto interessante,condivido il discorso sui pensionati...riguardo al cinema,prenotazione o meno:se,dovendo andare a vedere un film come avatar(e mica l'ho visto!)dovessi trovare tutta la confusione qui descritta,avrei la conferma che,in piena sintonia con la mia voglia di anti-conformismo8quello sentito,non quello che è solo una parola)è davvero il caso di non andare a vedere alcunchè...;)

il.Benci ha detto...

beh visto che ancora non si è visto avatar io farei qualche Km in più per andare a Melzo e gustarlo in sala Energia del multiplex Arcadia

Alessandro ha detto...

Ma perché uno sceneggiatore di fumetti deve andare all'Esselunga di sabato?

rae ha detto...

All improvviso la ragionevolezza.

@il benci: Melzo è prenotato tipo fino a quando esce il seguito di avatar, storia vera.

Layla ha detto...

Forse vanno tutti il sabato per godere della vista degli schiavi, incatenati alle casse anche nel weekend...

Mi ero lasciata convincere per Avatar, non ho ancora visto il famoso effettone speciale, ma da quando ho saputo che Alice sarà in 3D mi è passata la voglia di godermi il filmsenzatrama. Visto che Burton non mi ha ancora annoiato, potrei concedergli la mia prima volta.

オテモヤン ha detto...

オナニー
逆援助
SEX
フェラチオ
ソープ
逆援助
出張ホスト
手コキ
おっぱい
フェラチオ
中出し
セックス
デリヘル
包茎
逆援
性欲

Miroku ha detto...

@ Joel (che non leggerà mai questo commento) non mi sembravano dialoghi così difficili da tradurre...quale sorta di danno possono aver combinato i traduttori/doppiatori? Perchè se riescono a storpiare anche Avatar vuol dire che hanno poteri paranormali!

@ Diego: per caso fra le cose che vorresti c'è anche un post che commenti il Morgangate? :) Sentendo come la faccenda è montata sul nulla non hai per caso avuto voglia di colpire i vari avventori con dei Durian acuminati?

Christian Cornia ha detto...

Diego preparati...
è confermata la presenza di Carlo Pastore a Sanremo al posto della Gialappa's...

Hellpesman ha detto...

che bella descrizione Diego! io mi sono trasferito da poco a milano (pokissimo). spero ci si riesca vedere una volta o l'altra così ti narro anke del mio trasferimento :)