martedì, gennaio 05, 2010

Recensionismo!



Fumetti
La Rivincita del Muggine di Caucciù
di Gallo
Double Shot
Seconda e ultima parte dell’avventura iniziata con Muflone Insano contro Pecora Mutante.
C’è parecchio Douglas Adams e parecchio Mark Leyner, ma lo dico nel senso buono. L’immaginario sardo-oriented di Gallo è fortemente personale, derivativo soltanto dal mirto Zedda Piras.
Avercene di fumetti così.

Stalag XB
di Marco Ficarra
Becco Giallo
E’ che ci dovrebbe essere tipo una sirena antinebbia.
Un coso che suona, HOOOOONK HOOOOOONK mettendoti in allarme quando come autore non sei ancora pronto per affrontare certi temi.
Per il resto, ho pagato il riscatto e Becco Giallo non mi tiene più in ostaggio dei suoi contenuti.

Periodici
Il Monitore del regno della giustizia.
Opuscolo comparso misteriosamente nella mia buca delle lettere.
Ho scoperto che il cospirazionismo cristiano surclassa quello dei miei amichetti che combattono contro i rettiliani.
Lettura notevole, soprattutto per l’uso favoloso degli aggettivi.
Ora non mi resta che scoprire chi lo ha messo nella mia casella e se ne arriveranno altri numeri.

L’Oroscopo di Astra 2010
Mi accontenterei della metà di quanto è previsto per il mio segno.
Le pubblicità dei maghi, di cui è composta l’80% della pubblicazione, valgono da sole l’acquisto.
(Una volta, tra le “Veggenti in ascolto” c’era anche una mia ex. Giuro.)

Libri
Il Morandini 2010.
I tempi cambiano. Così, il mio amico Giuliano mi ha regalato il Morandini per l’IPhone.
Appartengo alla tribù del Mereghetti, ma è stato un regalo mooooolto apprezzato.
Ora vado a spasso portandomi dietro un dizionario, e nessuna può dirmi: sei solo contento di vedermi o hai un dizionario in tasca?
Funzionale. La consultazione diventa rapida e indolore.
Mi piace questa editoria digitale.

Serie Tv
Greek.
Se, e bada bene se, da un certo punto di vista le avventure delle confraternite dei maschietti risultano abbastanza simpatiche, le cose cambiano quando entrano in campo le ragazze.
Spero sempre che prima o poi arrivi il protagonista di uno Slasher Movie, irrompa nella sede delle Zeta Beta Zeta e ne faccia uno scempio con armi casuali.

Film
Christmas Carrol 3D.
di Robert Zemeckis
con Jim Carrey, Gary Oldman, Colin Firth, Robin Wright Penn e tanta tanta RAM.
Primo film che vedo in 3D. Tutto molto bello, sì, però…
Però dopo il sessantesimo ribaltamento dell’asse di inquadratura, l’ottantesima quinta di nuca, le centomillesima mano che esce, il quattrocentottantesimo elemento verticale che passa da frontale a dall’alto a piombo, mi è sembrato un po’ ripetitivo.
Li fanno in porno in 3D?

Come eravamo.
di Sidney Pollack
con Robert Redford e Barbra Streisand e un James Woods praticamente bambino.
Come sempre, anche se ci sono abituato, tutte le volte che vedo un film degli anni ’70 mi meraviglio di tutto quello che è andato perduto da un punto di vista narrativo.
La possibilità di un finale che non sia zuccherino, di un protagonista che non sia il ritratto del politicamente corretto, l’eventualità di non dare continuamente di gomito allo spettatore, e così via…
I punti di contatto, visivi, estetici e di ritmo con Sex & The City sono parecchi. Forte.

Cibo
Panettone Le Grazie.
Esselunga.
Costa poco ed è eccezionale.
Vivamente consigliato se ti piace il panettone classico con i canditi che sanno un po' di plastica.
(Ma i canditi sanno sempe un po' di plastica, è parte del loro fascino)

4 commenti:

marti ha detto...

In realtà credo che la maggior parte dei canditi sia effettivamente plastica.
La somiglianza per quanto riguarda la consistenza, i colori ed il profumo con certe vaschette da frigorifero per sugo e co. è impressionante.

[mr.beast] ha detto...

io. odio. i. canditi. ecco.

Anonimo ha detto...

Viva l'uvetta!!!

ISA

Giallo Concas ha detto...

grazie per la recensione.
Comunque io bevo sopratutto mirto Silvio Carta, e le mie allucinazioni sono derivate non da Mark Leyner ma da dosi massiccie di bottarga stagionata sott'olio in botti di
rovere per un minimo di 2 anni!
praticamente la bottarga me la mangio e
l'olio me lo faccio in vena.
Ma sopratutto mi chiamo GIALLO.
Saluti.