giovedì, novembre 12, 2009

X Factor 3 - decima puntata -



Alle 21.05, Facchinetti vestito come un sommelier di Crodini, tira la leva e apre le gabbie del girone dei forsennati. Tra urla disumane, lampi globulari, raffiche di demagogia, frasi fatte e ovazioni gutturali, ecco che comincia la decima puntata di X Factor.
Non faccio in tempo levarmi di dosso le paillettes sputate fuori dal mio televisore, che mi ritrovo di fronte Mariah Carey e alle sue supertette. Mi va il caffè di traverso e lei è contenta.
Anzi, tra di noi scatta una comunicazione telepatica in cui Mariah mi dice che se la lascio la mia mail, poi mi manda qualche sua foto succinta, ma non devo bullarmene altrimenti con un acuto mi brasa il disco fisso.
Non so se è per colpa delle scarpe, o del vestito strizzarello tipo pancera del Dottor Gibaud, ma Mariah mi sembra un po’ impacciata nei movimenti. Infatti si muove proprio come C3PO.
Canta la sua canzone, spara i suoi acuti, e spero che lei e le sue tette rimangano come giudici aggiunti.
Invece no. Il Facchi la intervista sudando, fanno vedere una clip, dicono due menate su Maicol Gecson, poi Mariah se ne va. Spero nelle foto via mail.
La puntata sarà lunga e ricchissima di eventi, ad alcuni dei quali farei volentieri a meno, tipo il primo: L’arrivo di Amadeus come quarto giudice.
Nel delirio collettivo da raschiamento del fondo del pentolone, Amadeus esagita il pubblico, sulle note di una sua canzone di alcuni anni fa. Una roba tipo: saltellare, saltellare, peppeppè pappappà, che al confronto un qualsiasi pezzo di Max Pezzali è una roba da Nobel per la letteratura.
Alle 21.22, inizia la prima manche, dedicata ai classici italiani.
Apre Marco, con Onda su Onda. Mi dicono che la scenografia sia ispirata a Fellini. Marco indossa un paio di occhiali che lo mastroiannizzano. I ballerini, cercano di evocare un contesto onirico felliniano, usando quel che c’era nella cantina della RAI. Marco se la cava con un pezzo rischioso. E’ sempre rischioso se c’è Paolo Conte di mezzo. In alcuni ambienti, se non voglio fare la figura del grebano masticasassi, devo dire che mi piace Paolo Conte e la sua musica cooolta, anche se dopo averlo ascoltato, per levarmi il muschio che mi è cresciuto sulla schiena devo spararmi Cherry Pie dei Warrant a volume dieci per una buona mezz’ora.
Marco piace, abbraccia mammà. I giudici dicono la loro. Amadeus ha lasciato a casa la simpatia. E’ sul comodino, vicino al canguro.
Tocca a Paola, la new entry. Canta Briciole di Noemi. Si esibisce vicino a due delle sette sfere di Dragonball. Temo che da un momento all’altro esca Majin Bu nella sua versione più potente, quella di Goten, Trunks, Piccolo e Gohan assorbiti e si scateni una lotta senza fine.
Vocalmente Paola non è affatto male, ma ha un mood già sentito e strasentito. Credo che il pezzo sia sbagliato, ma evidentemente lo credo soltanto io.
I giudici le dicono brava. Amadeus, che forse ha mangiato pesante, polemizza.
Entrano in scena le Yavanna. Nel pomeriggio, due di loro sono state dal parrucchiere e si sono rifatte la tinta. Usando un evidenziatore Stabilo Boss.
In una scenografia intellettualissima, un po’ Fassbinder, un po’ Friz Lang, una roba da palati fini che sicuramente non stanno guardando Rai2, cantano Alexanderplatz di Battiato.
Una suona il pano, l’altra il violino, l’altra ancora il flauto traverso. L’arrangiamento armonico delle voci è tipicamente yavannoso. Il risultato è molto simile alla scenografia in cui ha cantato Paola poco prima.
Morgan fa notare l’intellettualosità della cosa. Amadeus, a cui forse qualcuno ha rigato la macchina, rompe il cazzo.
Tocca a Chiara, con Vieni da me, delle Vibrazioni. Indovina? Conosco il pezzo per sentito dire.
Chiara esce con un vestito che mette a dura prova la regolazione dei colori del mio televisore. Di sicuro, almeno un paio erano dei colori inventati, inesistenti sulla scala Pantone. C’erano il Giallo, il Viola, il Rosso, il Rosa, il Blu, il Verde, Pervinca, il Fucsia, il Cremisi e il Picisidro e il Flusobanzo.
Chiara canta dentro un meringone fiorellone. Non lo so. Avverto la fase di discesa della parabola. Forse è stanca.
I giudici la tirano un po’ per le lunghe e Amadeus è stato morso da una vipera.
E’ il momento di Giuliano. L’uomo a cui cresce la barba come Homer Simpson. Giuliano si fa la barba ogni dieci minuti, ne sono sicuro. Canta A chi mi dice, di non ho capito chi. Alle sue spalle, un video in cui balla con una tipa in rosso.
La voce di Giuliano è molto interessante, ma come ho già detto lo preferisco quando canta in inglese.
I giudici giudicano, Amadeus sprizza una simpatia tanto contagiosa che è già pronto un vaccino.
La prima manche viene chiusa da Silver. Con Giornali Femminili di Tenco. Silverino mi è simpatico un sacco, ma faccio fatica a percepire i confini della canzone che canta. Non capisco se sbaglia, se salta un paio di strofe o se il pezzo è proprio così.
Di nuovo sono io il pirla. Ai giudici piace e Amadeus dice qualcosa, ma non lo ascolto più, lui muove le labbra e io sento il rumore di una sirena antinebbia. Auuuggaaaa Auuugaaaa.
22.38, fine della prima manche. Chiudono il televoto e mandano a casa Amadeus.
Danno la parola a Carlo Pastore.
Metodi per divertisti con Carlo Pastore #154
Recarsi nel futuro post atomico. Raggiungere la ridente cittadina di Barteltown. Salutare Tina Turner, dopodichè passeggiare serenamente cercando MasterBlaster.
Una volta individuato, presentargli Carlo Pastore, dicendogli:
- Lui dice che sei soltanto un simpatico nanetto in groppa a un serafico tontolone. Comunque sia, lui sta cercando una discoteca nota come Thunderdome, puoi accompagnarlo?
Aspettare per vedere l’effetto che fa.
Arriva l’esito del televoto.
Chiara andrà allo scontro finale. Secondo me è tutta colpa del Flusobanzo, sta male su tutti.
Danno ancora la parola a Carlo Pastore.
Metodi per divertisti con Carlo Pastore #155
Recarsi in un bacino minerario nel sud del New Jersey. Cercare la miniera di carbone in cui lavorano Larry Zoolander, Luke Zoolander e Scrappy Zoolander. Indicare verso Carlo Pastore dicendogli:
- Anche lui è bello bello bello in modo assurdo e sostiene che l'acqua è l'essenza dell'idratazione, e l'idratazione è l'essenza della bellezza.
Aspettare per vedere l’effetto che fa.
Arrivano i secondi superospiti internazionali. Dopo vent’anni si sono riuniti gli Spandau Ballet.
Si apre il sipario, ed eccoli qui.
Vedendoli non si può non dire minchia. Tony Hadley sembra uno dei fratelli Baldwin in un film in cui fa il rapinatore bolso. Gli altri hanno la faccia di pane.
Fanno due canzoni. La prima se ho capito bene è nuova, titola: Once More. Quando tirano fuori il sax mi ritrovo catapultato nel 1987. Ho il Moncler, le Timberland, fumo le West, vado da Burghy e ho la stanghetta degli occhiali riparata con in nastro adesivo. Sono sfigatissimo.
Il secondo pezzo è un classicone, Through the Barricades, fatto con chitarra e voce e basta. Lì mi piacciono. Secondo me si divertono ancora e si vede.
Fatto sta che dopo la riesumazione delle cariatidi, Tony rimane come quarto giudice per la seconda manche, una manche dedicata a Maicol Gecson.
La manche si apre con Facchi e Tommassini che si dimenano, sotto l’effetto di un gas nervino. La regia perde il controllo e non si capisce un cazzo per dieci minuti.
Fatto sta che parte Giuliano, con The way you make me feel. Nella scenografia c’è di tutto, anche un nuraghe fatto con i tappi delle bottiglie. Come insegnano i grafici pubblicitari, bastano un paio di occhiali da sole per dare più personalità. Per avere più personalità ancora, servono occhiali da sole più grossi.
Fatto sta che Giuliano deve avermi sentito, infatti si incasina con l’inglese, e le ultime strofe le canta con lo stesso inglese di Celentano in Prisencolinensinainciusol e la Mori apprezza la citazione.
Tocca alle Yavanna, vestite come le tre sacerdotesse di un film di Barbari girato in Umbria nel 1981, cantano Will you be there.
E io sento la necessità improvvisa di rivedere tutta la filmografia di Antonio Margheriti, da Apocalypse Domani a I sopravvissuti della città morta, passando per Indio 2 e finendo con Killer Fish - Agguato sul fondo.
E’ il momento di Silver, con The girl is mine. Accanto a lui una ballerina robottina che lascia molto poco all’immaginazione. Silver è un vero professionista. Io di fianco a quellalì non sarei riuscito nemmeno a dire il mio nome, avrei pronunciato una serie di vocali a caso, figurati cantare.
Di sicuro, a sostenerlo, c’è lo spirito di Gianni Morandi, altrimenti non si spiega.
Tocca a Paola, con I just can stop loving you. Ci sta dentro. Ma a questo punto lei che è brava non è importante. E’ importante quello che succede dopo.
Morgan, posseduto da Pazuzu inizia a vomitare verde, zampettare sul soffitto, e a ruotare la testa a 360 gradi. Litiga con tutto e con tutti. Fa gestacci al pubblico, sfancula Claudia Mori, la Maionchi si difende usando una croce e la bibbia.
Morgan litiga anche con Facchinetti, ed è come alle elementari. Specchio riflesso buttati nel cesso non mi hai fatto male faccia di maiale non mi hai fatto niente faccia di serpente.
Tony Hadley, preoccupato, inizia a recitare un esorcismo autorizzato da Padre Amorth e dalla FIFA.
Morgan, in un overdose di succo di mirtillo, definisce Facchi come populista, demagogo, retorico e vuoto. Io mi alzo e applaudo. Schivando parolacce e vaffanculo rotanti.
Poi, l’esorcismo di Tony Hadley funziona. Pazuzu abbandona il corpo di Morgan e lui torna calmo.
Sono stati dieci minuti di grandissima televisione.
Marco chiude la seconda manche con Billie Jean. Mi sembra un po’ sottotono, ma per la terza volta, è un impressione soltanto mia.
Fatto sta che Tommassini deve darsi una regolata, che ho una certa età, e quella ballerina sullo sfondo mi ha scombussolato un bel po’. Comincio a credere che sia sempre la stessa.
Fine della seconda manche. Ultimo ospite: Matteo Beccucci, con Ti troverò, il suo nuovo singolo. Matteo è bravissimo. Non è il mio genere, ma è indubbiamente bravo. Ha una voce bellissima e lo sguardo luminoso. Poi vabbè, canta quella roba che canta, ma è una questione di gusti. Forza Matteo!
Tony se ne va, stanco e sudato per la lotta contro Pazuzu. E’ il momento di sapere chi andrà allo scontro finale contro Chiara.
Sopresa: Silver!
Due cantanti di Morgan. Chiara contro Silver. Uno dei due uscirà.
(Vado veloce che sto pezzo è fin troppo lungo)
I due cantano quello che devono cantare, sono commossi, hanno entrambi gli occhi lucidi.
Claudia dice Silver.
Mara dice Chiara.
E’ tutto nelle mani di Morgan e della sua logorrea oceanica.
Dopo un discorso di sei ore e tre quarti, in cui si scusa con tutti per il suo comportamento di prima, manda a casa Chiara. Dicendo che lei è una interprete e che a X Factor si cercano autori.
Mah…
Lo dicevo io, non doveva indossare un vestito color Flusobanzo. Porta sfiga, come il viola a teatro.
Sono le 0.20. Fine della decima puntata di X Factor.

Le altre puntate sono qui.

21 commenti:

[ral] ha detto...

quello che suonava la yauanna psicopatica -guardala bene negli occhi, quella lì mora, ci vedrai balenare un guizzo di follia del tipo:" se mi eliminate prendo una mazza da beisbòl e qua dentro faccio un massacro"- nella prima mànsc non era mica un flauto era un bong gigante e l'effetto è durato fin nella seconda mànsc;
per il flusobanzo ci hai ragione a vagonate, comunque Chiara anche se avesse indossato un abito creato appositamente per lei da Giuorgio Armaaaani ieri sera sarebbe uscita perchè è oversize e l'han messa in trasmissione solo per sfanculare i non magri per un po' di puntate e poi, dai, il figlio di Gianni Morandi è troppo paraculato, arriverà in finale anche se ieri sera ha cantato da schifo e Claudia Mori ha avuto l'ardire di rimarcarlo facendo inviperire quella zitella del neurone di Morgan che ha dato in escandescenze -cosa non si deve inventare, signora mia, per tirar su l'audiens-
ma sto ondivagando ès òlueis

Greg ha detto...

gli spandau hanno fatto il delirio e hadley ha ancora una voce da paura.
e quando ti si presenta una band storica che ti suona COSI' e con il cantante ancora in forma, cosa rarissima, è tutta goduria.

la loro esibizione è stata un monito verso tutti i poser di oggi e di domani, ai pivellini di xfactor in particolare: trovatevi un lavoro!

Design270 ha detto...

amen fratello!

grazia1887 ha detto...

Secondo me,per Giuliano hanno scelto le canzoni sbagliate.Comunque..

Anonimo ha detto...

Ieri hanno fatto abbastanza cagare tutti, ma poverini, avevano delle canzoni... ne avessero azzeccata una! Silver le fa tutte uguali e Morgan gliele da tutte uguali da cantare: ha rotto!
A Giuliano fanno cantare Maicol Giacson e gli dicono che non doveva cantarlo con quella voce! Ma è la sua! Cosa doveva fare? Il playback? Tremendo!
Marco è l'unico che è sempre adeguato: è grandissimo!!!!!!!
Se non vince lui, sarà come al solito quello che non vince ma che avrà un grandissimo successo.
Morgan ha sbarellato assolutamente senza nessun motivo! E' fuori! Mara prima o poi gli ciocca un pugno in faccia per la soddisfazione di tutti. Vai Mara!

The Feminine Touch ha detto...

Concordo su tutto.
Ma soprattutto con il tuo umorismo. Grazie, mi fai ridere!!!

Anonimo ha detto...

"Morgan, in un overdose di succo di mirtillo, definisce Facchi come populista, demagogo, retorico e vuoto. Io mi alzo e applaudo. Schivando parolacce e vaffanculo rotanti." ahahah fantastico, è la stessa cosa che ho fatto io (e stamani ho un occhio nero :-)
silvia

DjJurgen ha detto...

Da quello che dici, a questo punto l'unico motivo per cui guardarsi x-factor è la ballerina! :D
Si trova sul tubo, vero???

Ah, queste cose non dovrei nemmeno saperle (e tantomeno dirle), ma la canzone "A chi mi dice" è un pezzo dei Blue che si chiama "Breathe easy"... :(
ed è stato tradotto da Tiziano Ferro... :( :( :(

(perdonami, Diè!)

Jah ha detto...

Dato il livello della puntata posso dire che quasi quasi mi mancano le gengivone di Sofia

Filippo ha detto...

Silver al ballottaggio non è stata una sorpresa (per me almeno), come non lo è stata l'eliminazione di Chiara. Non mi sorprenderebbe l'uscita del nuovo Morandi la prossiama settimana.

RRobe ha detto...

Il piccolo canguro.

Rei ha detto...

Pur'io come Matteo je l'avrei regalata a Morgan quella cornicetta a giorno inappendibile.

Planetary ha detto...

Diciamocelo, Chiara era una piagnona cagacazzi.

Anonimo ha detto...

Evvai col col caos e pazuzu in salsa Picisidro e Flusobanzo.....
Siiiihiii!

Anonimo ha detto...

mi pento di non aver guardato questo momento d'altissima televisione........

c'è qualcosa su tutubo??

grazie, Diego!

cif

Anonimo ha detto...

Quoto planetary! Silvia

Anonimo ha detto...

Zappeggiando mi sono ritrovata a vedere una briciola di X factor e proprio quando Morgan ha commentato la performance di...come si chama? insomma, 'sto tipo ha cantato una canzone di maicol gecson in maniera troppo virile, mascolina...insomma abbiamo messo Farinelli in bocca al Trucido...'anvedi!...dopo di chè ho proceduto verso ulteriore nulla catodico pensando che comunque tu avresti commentato la cosa...Yes!Ma ho anche riconosciuto Tony Hadley, e mi stupisco ancora una volta per il fatto di riconoscere gente che all'epoca della mia adolescenza tendevo a disprezzare, si sa, ero metallara ed io gli Spandau Ballet non li cagavo a prescindere...al di là del fatto che puntualmente "Ev'rybody, we got to fight for our selves! me la presentavano su Videomusic assieme a "You are Gold! Perplessa anche per il buon Tony così imbolsito...pare sia estremamente comune tra 'sta gente rediviva/redimorta,mah!
Eppure concordo di nuovo sul fatto che uno Spandau Ballet imbolsito e col fiato corto (magari anche solo metaforicamente) manda a casa tutti 'sti pischelli. Good Lord!

ISA

Miroku ha detto...

ahahah fantastica :)

ho dovuto attendere di formulare pensieri autonomi prima di leggerti per non farmi condizionare e ti dirò yavanne a parte condivido appieno!

Mi dispiace assai per Chiara meritava di restare ancora ma in effetti sembrava stanca. dieci settimane sono obiettivamente tante. E Pierpaolo come si chiama è insopportabile, altro che Carlo Pastore.

AlessandroDiVirgilio ha detto...

Sei un bastardo!

Per colpa tua quest'anno non mi sono perso una puntata! :(
...
...
...
...
...
Grazie per l'alibi. :D

Pris ha detto...

Meno male che posso contare su di te. L'altra sera sono stata inglobata in una festa pacco, mentre avrei voluto essere sul divano... ma leggere i tuoi post è come aver visto la puntata, anzi forse è anche meglio!

Joel ha detto...

Il miglior resoconto di sempre, continui a superarti!
Una curiosità, nello scrivere testi si può dire comici, la scelta del 3 é voluta? Il Flusobanzo intendo, e anche altre cose.
Grande Diegone.