giovedì, ottobre 29, 2009

X Factor 3 - ottava puntata -



Sono le 21.03, un giacca in tungsteno con dentro Facchinetti si agita tra il pubblico uligano, in un armageddon di esplosioni e di luci. Nell’autoesaltazione generale, Asia Argento proclama l’inizio dell’ottava puntata di X Factor. Francesco mi dice che Asia condurrà assieme a lui. Lei ci tiene a dimostrare subito che è una tipa trasgressiva, provocatoria, yeah.
Infatti, quando le viene chiesto un aggettivo per descrivere i tre giudici di X Factor, siccome è una tipa trasgressiva, provocatoria, yeah, dice di tutto tranne che tre aggettivi. Ma una fine provocazione che Facchinetti non coglie. Capisco subito che questa puntata sarà interminabile.
Si inizia con il primo ospite: Pixie Lott. Durante la sua esibizione, siccome devo partire per il festival del fumetto di Lucca, mi sento legittimato a fare la valigia.
Poi Facchi intervista Pixie e lei è interattiva come un Platano.
Alle 21.15 entrano i giudici. Due manche. Una con le basi, una senza le basi. Facchinetti che le basi non le ha mai avute sarà a suo agio.
Asia rimane tra il pubblico, e la puntata procede con lo stesso ritmo di una lezione di recupero per bambini svantaggiati. Credo che questa puntata sarà eterna. Facchi è liturgico, e i tempi si dilatano, i continenti derivano. L’Africa si ricongiunge al Sud America e inizia la gara.
Apre Sofia, con If Its make happy, di Sheryll Crowe. Esce con una chitarra a tracolla. Che non usa. Canta in un circo surreale, interagendo con un Minotauro in fregola e un Bove sereno. Poi siccome il tutto non è abbastanza rock, la soluzione è spararle del vento in faccia.
Allora: Slash che fa l’assolo di November Rain nel vento, è figo. Sofia è una tizia messa davanti a un ventilatore. Fine. Sofia è inspiegabile. E la sua inspiegabilità è al centro di tutta la puntata.
I giudici dicono la loro. Asia, siccome è una tipa trasgressiva, provocatoria, yeah, dice la sua. Parlando coi rutti.
E’ il turno di Marco, con Insieme a te sto bene di Lucio Battisti. La canzone ha un arrangiamento notevole, non quanto il culo della ballerina che si muove sinuosa accanto a Marco. La gnoccosissima poi, si inerpica su due fettucce e si mette a ballare a tre metri d’altezza. Marco è bravissimo. Eccezionale. Oltre. E’ il mio preferito. La ballerina turberà i miei sogni per i prossimi anni.
I giudici sono estasiati. Asia, siccome è trasgressiva, provocatoria, yeah, ci racconta di quando limona duro con gli Ornitorinchi.
Tocca a Damiano, con Il Volo di Zucchero. Canta su un sentierino banco, avvolto nel fumo bianco, vestito di bianco come in un musical sui gelatai, scalzo.
Si avvicina a delle nuvolette che Tommassini ha rubato dal set di un film di Ed Wood.
Ascolto Damiano, e ho l’impressione di essere di fronte allo spot di una compagnia di assicurazioni, l’atmosfera è quella lì.
La Mori lo difende a oltranza, ottocento giorni di polemiche. Morgan tira in ballo Calvino. Asia, siccome è trasgressiva, provocatoria, yeah, tira in ballo che lei il salame non lo sbuccia e non lo affetta, lo mangia a morsi come fosse una mela e sputa la buccia in faccia al conformismo.
E’ il momento delle Yavanna, con E’ tutto un attimo di Anna Oxa. Ho il certificato medico, sono allergico ad Anna Oxa. Mentre implodo sul divano, la noia esplosiva del pezzo delle Yavanna si propaga incontenibile nell’aria. Un cameraman si addormenta secco, inquadrando le piastrelle per tutta la puntata, le onde sonore raggiungono la vicina tangenziale e un intero autogrill sbadiglia all’unisono, il prosciutto pepato dimenticato nel suo espositore, una Rustichella si raffredda su un piatto, un Cd di Fausto Papetti che prende polvere, un cane a pile che balla Lambada, un caffè che sa di sapone.
Mi riprendo, e assisto a uno psicodramma in nove atti tra la Maionchi e Claudia Mori. Poi, siccome Asia è una tipa trasgressiva, provocatoria, yeah, ci spiega come fare sesso estremo con la Nintendo DS.
Tocca a Chiara, con E non finisce mica il cielo. Canta nel salottino di Spazio 1999, e lascia tutti senza parole. Compreso me. Bravissima.
Morgan piange come un vitello. Sono tutti emozionati e commossi. A suo modo lo è anche Asia, infatti si limita a dire: yeah.
Ecco Giuliano, al suo esordio in gara, con Back to Black di Amy Winehouse. Canta accanto a un orologione, vestito da orologiaio. Ecco. Il problema è che se non lo guardo funziona di brutto. E’ bravissimo, ha una voce bellissima, ma ha lo stesso carisma e la stessa presenza scenica di pennarello Carioca.
Ai giudici comunque piace. Asia, siccome è una tipa trasgressiva, provocatoria, yeah, annuncia alla nazione che le piace fare il bidet seduta al contrario.
Chiude la prima manche Silver, con Le cose in comune di Daniele Silvestri. Silver è carino e simpatico e poi ha un sacco di capelli. Ma il pezzo, che non conosco, incastona la mia gioia di vivere in un gioiello di tedio, sconforto, noia e amarezza. Pare che sia così anche in orginale, però.
Tutti d’accordo sul fatto che Silver sia carino e simpatico. Asia, essendo una tipa trasgressiva, provocatoria, yeah, dice che gocciolarsi addosso la cera bollente mentre si fa sesso non è più di moda. Ora si usa fondere la plastica dei pennarelli Carioca. Giuliano si preoccupa
Finisce la prima manche.
Entra il super mega ospite: Francesco De Gregori. Canta la sua canzone, dice quello che ha dire. Oppure ha già cantato le sue canzoni e ha già detto quello che aveva da dire, a seconda di come la vedi.
Prima dell’esito del televoto, danno la parola a Pastore.
Metodi per divertisti con Carlo Pastore #152
Recarsi in internet. Andare sul blog linkato qui sopra e leggere i commenti del primo post, nello specifico quello che recita:
Salve. Sono Carlo Pastore e ho intenzione di denunciarla. Può continuare a tenere il blog aperto fino ad allora. Riceverà una lettera a casa [tempo di richiedere il suo IP a Google e risalire al suo indirizzo]. Cordialmente. Carlo Pastore
Aspettare per vedere l’effetto che fa.
Danno la parola anche a un tizio che ho capito solo che si chiama Diego.
Gesticola un sacco mentre dice le sue ovvietà. Infatti gli mettono in mano un panetto di Pongo e lui realizza un ritratto di Adriano Pappalardo che urla.
Sono le 23 e oltre il buonsenso. Esito del televoto:
Le Yavanna andranno allo scontro finale.
L’inspiegabile Sofia, passa il turno.
Asia se ne va, ma poi torna. Facchinetti trova tutti i modi per tirarla in lungo. Alla fine, riescono a dare il via alla seconda manche. Quella senza basi musicali.
Inizia Silver. Canta: Fatti mandare dalla mamma. Ormai è posseduto dallo spirito di Gianni Morandi. Il rito della settimana scorsa non ha funzionato per davvero.
Giuliano canta l’emozione non ha voce. Mettendo in luce tutti i limiti del suo accento.
Chiara, con Io che amo solo te, eccezionale.
Poi Damiano, con Piazza Grande. Vabbè.
Marco con l’Appuntamento. Bravino.
Chiude Sofia che riesce a cantare male la sigla di Goldrake.
In generale, l’inquadratura dal basso con dietro i raggi di luce, mi ha ricordato la fatina buona di Cuore Selvaggio.
Seconda manche priva di senso, ma tantè.
23.50. Stop al televoto.
Danno la parola a Carlo Pastore.
Metodi per divertisti con Carlo Pastore #153
Su suggerimento del mio avvocato: Recarsi a una bella festa, instaurare un bel clima di divertimento.
Chiedere a Pastore se si sente a proprio agio. In caso di risposta negativa aiutarlo con felicità.
Sorridere amichevolmente.
Aspettare per vedere l’effetto che fa.
Anche quell’altro dice la sua. Questa volta con il Pongo costruisce un modello in scala del Lussenburgo.
Alla fine, il pubblico da casa decreta che lo scontro finale sarà tra le Yavanna e Damiano.
L’inspiegabile Sofia passa al volo alla nona puntata.
23 e noncelafaccioppiù: dopo scazzi yavannici e polemiche, i cantanti cantano quello che devono cantare, fanno i loro appelli. E’ tutto nelle mani di Morgan.
Claudia, commossa, in lacrime, elimina le Yavanna.
La Maionchi, fredda, spara a casa Damiano.
Morgan, veloce perché lo stanno per sfumare che inizia Buon Giorno Mattina, elimina Damiano perché è ora che vada a fare i suoi dischi.
Mezzanotte e quindici.
Metto in valigia la maglietta degli Skid Row?
Porto il cappello?
Riuscirò a farmi la barba?
Devo partire per Lucca.
Fine dell’ottava puntata di X Factor.

Tutte le altre puntate sono qui.

7 commenti:

[ral] ha detto...

beh Chiara ha una bella voce, eh, però ieri sera mi aspettavo da un momento all'altro di veder uscire i Vietcong dalla jungla che aveva in testa

Anonimo ha detto...

Mi fai spataccare dal ridere.
Però, regola base della punteggiatura: la virgola non si mette tra soggetto e predicato, a meno che non si tratti di un inciso. E' una cosa che mi fa venire l'orticaria. Solo per informazione, eh. Goditi Lucca.

Anonimo ha detto...

Metodi per ...blbablabl con C.Pistola*.

Mettere C. Pistola* in una stanza con Diego travestito da Minipony.

Uscire il più in fretta possibile, per evitare di vedere il brutto effetto che fa...

* Ogni riferimento a persone effettivamente esistenti (per nostra sfiga), è chiaramente volontario, ma così, non infrangiamo nessun copyraiz.

[ral] ha detto...

Metodi per formattare Charlie Sheperd...

il prins ha detto...

Qual'è il verso giusto per fare il bidet?
Non l'ho mai capito, anzi, sono un sostenitore del bidet differenziato per uomini e donne.
Illuminami!

Ciao da Marco, famoso nel per elevare il livello delle conversazioni.

Pris ha detto...

Ciao Diego, dopo averti lungamente ascoltato su Radio Popolare è stato molto divertente imbattermi questa sera nel tuo blog! E devo ammettere che mi sono divertita di più a leggere la tua cronaca della puntata di X Factor che vederla... ciao!!

Giorgia ha detto...

caro Diego, la tua verve più frizzante se n'è andata insieme alla Ventura, o mi sbaglio??? :-) e prendertela con Calrlo Pastore e Pierpa è veramente come sparare sulla crocerossa... :-) ma poi fammi capire cos'è che esattamente ti entusiasma della Mori?