martedì, settembre 29, 2009

New Yorkazilla 09 -tre-



La tessera della Metropolitana.
Perché Milano è l’unica città al mondo dove se vuoi fare una tessera della metro devi sposarti con un pilota dell’ATM?
A niùiorche vai in una qualsiasi stazione. Se non sei pratico con l’automatico, la chiedi al tipo nel gabbiotto e lui te la fornisce gentilmente. Dura una settimana, viaggi illimitati h 24. Conviene.
Da noi, la cosa più intelligente è il biglietto giornaliero.
Altrimenti devi andare all’ATM Point in duomo, con otto certificati, sei fotografie, la fedina penale, gli esami del sangue, la sana e robusta costituzione, i punti dell’Esselunga e un mazzo di fiori. Sperando di trovare aperto.

Caracas To go.
91E 7th St.
Ci si mangiano le Arepas. Tipo dei saccottini di farina di mais, riempiti come meglio credi.
Nel mio c’erano: petto di pollo grigliato, chorizo, fette di avocado e salsa chimi churri.
Il tutto preceduto da una zuppa di mais.
A pranzo, un Arepas e la sua zuppa prezzano 7 dolla e 95.

Staten Island.
Se non vuoi toccare la Statua della Libertà, ma ti basta vederla, e non hai voglia di fare un’oretta di coda, puoi prendere il battello per Staten Island che ci passa vicinissimo.
E’ gratis.
Sali, navighi, guardi la statua, scendi. Se non hai voglia di farti un giro a Staten Island, prendi il battello successivo e torni indietro.
E’ pienissimo di turisti furbetti come noi, che si accalcano per vedere la statua.
I pendolari veri dormono tutti.

Equinox.
E’ una catena di palestre, un posto da superfitness.
- Sei andato a NY a fare sport? Ma sei pazzo?!
No, in palestra ci ho fatto colazione.
Anche se non sei socio, puoi entrare e andare al baretto. Servono dei succhi di frutta e di frullati fatti al momento e un caffè buonissimo.

La mancia.
Tassista Indiano: E quindi fa: XYZ..
Diego che non capisce i numeri in nessuna lingua: Eccoti W!
Tassista Indiano: Mhhhhh.
E poi se ne va.
Fede: Mi sa che gli hai dato poca mancia.
Allora Diego ferma il taxi e si infila con la testa nel finestrino.
Diego: Non ti ho dato abbastanza mancia, vero?
Tassista: Non me l’hai data per niente!
Diego: Ecco!
Tassista: Grazie!
Diego: Scusami, sono straniero!
Tassista: Anche io.

Mara’s Homemade.
342E 6th St.
E’ in assoluto il mio posto preferito a NYC, ed è la seconda volta che ci vado.
Cucina Cajun, assolutamente da provare.
Questa volta: Polpette di alligatore, granchi, una sfilza di costine di maiale e nonhocapitochecosa al mais.

La linea espressa.
Sulla linea espressa della metropolitana a New York, c’erano due che si erano persi a Pagano.
Dovevano andare a Rho Fiera e a Inganni gli è venuto in panico.
(Questa la capiscono solo i milanesi)

(Continua...)

2 commenti:

sid ha detto...

mi piacciono un casino i tuoi racconti NIUIORCHESI.

Diego Cajelli ha detto...

Ma grazie!