martedì, giugno 16, 2009

Il Belpaese è un formaggio.




Un po’ di tempo fa ho scritto un post-apposta dedicato a Spazio Azzurro, il favoloso sito in cui gli hooligan del premier lasciano i loro messaggini.
Confesso che ogni tanto vado a leggermi quei messaggi. Più che altro per guardare verso l’abisso invocando un tempestivo arrivo di Cthulhu.
Quel sito mi mette angoscia, è una delle letture che più mi spaventa perché mi fa apparire le cose in modo chiarissimo.
Secondo gli elettori berluscanti, ogni voce fuori dal coro va stroncata. La separazione dei poteri è una cazzata e la costituzione l’hanno scritta i comunisti, che hanno governato l’Italia per cinquant’anni.
Silvio è un eroe, un martire, un cherubino incompreso. Il conflitto di interessi non esiste. Però bisogna votare lo stesso per lui anche se ha venduto Kaka. Il caso Noemi è gossip, una cosa privata, che non riguarda minimamente la credibilità del premier di una repubblica occidentale.
La magistratura è composta da invidiosi psicotici bolscevichi e, attenzione: Il pericolo comunista è una minaccia attuale.
Leggendo quei commenti, appare lampante che il problema non è Berlusconi.
Il vero problema è chi vota per lui.
Se uno come Silvio si fosse manifestato in un paese civile, lo avrebbero sfanculato in un quarto d’ora. Invece da noi no.
Invece no perché Silvio rappresenta esattamente, nel minimo dettaglio, ciò che pensa, vuole, sogna, odia e desidera l’italico popolo.
Ora arriverà uno di sinistra che mi dirà: Si vabbè, però, cioè, Berlusconi si è coltivato con cura il suo elettorato con un lavaggio catodico del cervello che dura da vent’anni.
Ehi, amico…
Nessuno ti obbliga ad accendere la tivvù.
Nessuno ti obbliga a credere che il TG5 o il TG1 ti stiano dicendo la verità.
Nessuno ti obbliga a sintonizzare i tuoi desideri, i tuoi sogni o il tuo stile di vita su ciò che propone la pubblicità o i personaggi di Maria De Filippi.
Non è Silvio. Siamo noi italiani che abbiamo un grosso problema.
Con noi stessi, però.
Fatto sta che, nonostante queste premesse, ogni tanto Spazio Azzurro mi strappa qualche sorriso.
Oggi è successo, con il messaggio assolutamente autentico che ti metto qui sotto:

da: Iannantuono, Andre
Mi sono permesso di difendere il premier contro reportage americane e inglese ingiuste , scrivendo a cuesti servizi, visto che sono laureato in letteratura inglese

Caro Iannantuono, se scrivi in inglese come scrivi in italiano, è probabile che non ti abbiano capito.
Rimane da scoprire come hai fatto a laurearti senza superare l’esame di quinta elementare.

16 commenti:

marti ha detto...

"Rimane da scoprire come hai fatto a laurearti senza superare l’esame di quinta elementare."
Probabilmente si è travestito da 18enne vogliosa ed ha soddisfatto il Premier.
L'anno prossimo con lo stesso trucchetto otterrà un ministero anche lui.

Faust VIII ha detto...

Bel post, segnalato qui=>http://forgottenbones.tumblr.com/post/124627351/il-belpaese-un-formaggio

Ciao!

elettra ha detto...

Consiglio anche il silvioberlusconifansclub e il blog dell'"antikomunista", sempre per farsi due risate...amare...

Simone ha detto...

reduce da un week end a base di incazzature per dei discorsi con un vecchio montanaro leghista che affermava le seguenti cazzate:

1) la crisi non esiste
2) un artigiano (lui lo è) se non evade il fisco muore di fame
3) i gay sono destinati a estinguersi visto che non possono riprodursi
4) gli extracomunitari devono restare a casa loro

e questa che è la più bella:

5) la mafia delle badanti moldave frega lavoro a tutte le povere badanti italiane

su questa me ne sono andato perchè ragionare con certe persone è impossibile. Ma soprattutto: provate voi a trovare una italiana che voglia fare da badante a qualche anziano o malato, io non ne ho trovata manco una.
Purtroppo buona parte degli elettori è così. Almeno nel nord est produttivo. E non vedo possibilità di dialogo e di cambiamento, vivono in una realtà distorta da troppi spritz e reality show.
Cosa possiamo fare? emigrare?

buoni presagi ha detto...

"il belpaese è un formaggio" che fa pure abbastanza schifo, per inciso.

io l'unica speranza che ho è che SA sia pieno di gente che si diverte a vedere quali e quante cose assurde riesci a farti pubblicare (un paio di settimane ho fatto la prova: mi hanno pubblicato un messaggio in cui invitavo l'Einaudi a smetterla di pubblicare autori stranieri comunisti "anche CINESI come Wu Ming". E so di almeno un altro paio di tizi che hanno fatto robe del genere)

Alessandro Arcuri ha detto...

Ragà... l'unica consolazione è che persone così ottuse (sto parlando sia dei "vecchi artigiani leghisti" e le loro convinzioni fantascientifiche, sia dei berluscloni che divinizzano il loro eroe fino -e oltre- la soglia del patetico) non saranno capaci di adattarsi ad un mondo in costante cambiamento e o si estingueranno o finiranno recluse in qualche oasi socio-culturale, in cui verranno osservati come curiosi esempi di folklore locale, mentre il resto del pianeta va avanti.
Il problema è che c'è il rischio che tutto questo lo diventi l'intero paese, se continua così.

Andrea V. ha detto...

Curioso: il tuo post di oggi e il mio post di oggi parlano di schifezze diverse ma esprimono la stessa diffidenza per la maggioranza mica tanto silenziosa.
Sarà lo spirito dei tempi.

verogabri ha detto...

Berlusconi è una pop star con le sue e i suoi gruppies, tutto il resto viene di conseguenza.

Dave R. ha detto...

Conflitto d'interessi, separazione dei poteri, p2, legge Mammì...

Accidentaccio, Diè, ho un vuoto di memoria...
Dov'è che potrei aver già sentito 'ste cose?
Nel testo dell'ultima canzone di Marco Carta?

Mumble...

Alessandro Arcuri ha detto...

L'italia ormai è un casu marzu...

RadioPunx ha detto...

Da sardo, sottoscrivo le parole di Alessandro Arcuri.

La differenza è che su casu marzu puoi ancora mangiarlo, mentre i vermi dell'Italia si sono già mangiati tutto.

Saluti.

Anonimo ha detto...

ciao, mi piace molto questo blog e non posso fare a meno di sottoscrivere in tutto e per tutto... ho pubblicato questo post sul mio account di facebook (citando la fonte, ovviamente!), spero non ti dispiaccia!
silvia

Magnolia ha detto...

E' forse offensivo se dico che son convinta che la stragrande maggioranza degli elettori convinti di Silvio siano degli ignoranti?
Ce ne vuole per arrivare a dire certe cose... Ci vuole, appunto, l'assenza totale di spirito critico e la capacità di bersi tutto quello che ti fanno credere.
Come la mia collega, che di fronte alla mia costernazione per la volontà di stravolgere la Costituzione ha esclamato: "Ma si, è vecchia, bisogna cambiarla!"
ARGH!

flovisual ha detto...

Diego sono pienamente in linea con la tua teoria del fascino discreto del pap(i)pone italiano ed è divertente vedere fino a che punto il cortigiano italico sarà disposto a beatificare il suo modello ("pimp my magic italy"?).
Avvertenze: per godersi davvero lo spettacolo, sarebbe utile infilarsi al più presto in una platea oltre confine nazionale...

Anonimo ha detto...

...nessuno ti obbliga a stare in Italia... se ritieni che siano tutti sfanculati i tuoi concittadini... svizzera, spagna, uk (che ti piace tanto)... francia... oooo quanti ne hai da scegliere!

Diego Cajelli ha detto...

@Anonimo
Ma vuoi mettere il fascino che ti da osservare il Titanic mentre affonda?