martedì, giugno 09, 2009

Her name is Rio and she dances on the sand.

Ricordati di Patrick Nagel.









10 commenti:

CREPASCOLO ha detto...

Nei primi anni novanta, Larry Stroman ( Alien Legion,
X-factor )propose un cocktail di Patrick Nagel, Carlos Nine e Jose Munoz. Una folla felliniana che contempla la salma di uno dei ''cloni '' di Madrox, l'uomo multiplo - pura pop art.

S3Keno ha detto...

"Oh Rio, Rio, dance across the Rio Grande"...

;)

spino ha detto...

@ crepascolo:

Stroman mi piaceva moltissimo... è stato una delle vittime più illustri (secondo me) della "fuffa" Image...


Senza contare che non sono molti i cartoonist afroamericani...


Se non erro pare sia tornato su x-factor, con peter david....

CREPASCOLO ha detto...

@spino. Nei primi numeri della
X-Force Marvel Italia (1994 ) è stato pubblicato il primo ciclo di
X-Factor del dinamico duo - quando Stroman si è congedato
( sostituito da Quesada ), Peter David ha salutato il penciller - in viaggio verso la Image dove pubblicherà l'effimero Tribe -con una battuta sul fatto che Larry, di notevole, aveva disegnato solo le fasce per la testa della alien legion poi riciclate per il costume di Alex Summers...e Stroman ha disegnato la storia. Recentemente, Stroman è ritornato ai mutanti.

RRobe ha detto...

Nagel, l'artista più amato dai parrucchieri.
M'è sempre piaciuto un sacco.
Vorrà dire qualcosa?

Diego Cajelli ha detto...

@Robe
In effetti... L'ultima volta che sono andato da un parrucchiere c'erano un sacco di suoi poster.

Planetary ha detto...

Vero, ma anche di produttori di gel e lacche varie :)
Ancora adesso girano biglietti da visita o pubblicità de "la boutique del capello" con quello stile lì :)

Tra l'altro bellissimo.

Anonimo ha detto...

Ooooh, quanti ricordi!
Sulla rivista tutti Frutti, mi pare, uscì alcuni fumetti disegnati da questo tipo, o almeno fatti con i suoi disegni, non saprei, illustravano le canzoni del momento: Kiss, di Prince oppure Alive to tell di Madonna.

Isa

Andrea V. ha detto...

E quindi?

LaPix ha detto...

Che mito, ho le lacrime agli occhi. La prima immagine (quella di Rio) mi piaceva talmente tanto che l'avevo ricopiata su una t-shirt. Era venuta benissimo. sniff.