mercoledì, maggio 13, 2009

L'Italia non è mica un paese razzista 2




Ambasciata del Giappone Roma
Roma, 7 maggio 2009

Egregio Direttore,
ci riferiamo all'articolo apparso sul Vostro giornale il 30 aprile a p. 16, intitolato "Lambertow premiato dai giapponesi". Nel medesimo si legge "Lambertow fa incetta di consensi tra i musi gialli giapponesi".
E’ ben accetta l'attenzione prestata alla notizia del conferimento dell'onorificenza al Senatore Dini da parte del Giappone. Tuttavia, riteniamo che l'espressione utilizzata per identificarci, ossia "musi gialli", abbia una connotazione dispregiativa e molto negativa. Segnaliamo che l'espressione non sarebbe neppure necessaria nel contesto, quindi il suo utilizzo è totalmente gratuito. Inoltre, tale espressione così grossolana non ci sembra consona né all'altezza di un giornale come il Vostro, a tiratura nazionale e con una sua tradizione nel giornalismo italiano.
Pertanto, richiediamo quanto prima una spiegazione a scopo di rettifica sull'espressione "musi gialli giapponesi" come apparsa sul Vostro giornale.

Attendendo una Sua risposta in merito, Le porgiamo distinti saluti.

Shinsuke Shimizu
Ministro e Vice Capo Missione             

P.S.- Anticipiamo, inoltre, che la presente lettera sarà pubblicata in ogni caso sul sito della nostra Ambasciata al fine di informare i Vostri numerosi lettori.

Gent.mo
Dott. Mario GIORDANO
Direttore Responsabile
Il Giornale
Via Gaetano Negri, 4
20123 MILANO


E' che spesso, i direttori dei giornali ragionano un po' come dei copy.

L'originale è qui.
Via Nipresa.
Shimizu Sama non ha sbagliato a scrivere Lamberto, eh. E' proprio Il Giornale che ha scritto così.
Lambertow. Vedi qui.

Ora, tutti assieme, speriamo fortissimo che Goldrake venga a liberarci tutti.

18 commenti:

Faust VIII ha detto...

Da notare che, con la consueta cortesia e rispetto, tipica di un membro di un governo serio, il ministro Shimizu ha appena dato un calcio sulle gengive al direttore dalla voce bianca...

sid ha detto...

senza parole. vabbè che dal giornale non è che ci si aspetta poi tanto però mi pare che qui si esageri. che vergogna...

Diego Cajelli ha detto...

Ora non ho tempo di recuperare le fonti e la notizia esatta, ma l'anno scorso, un seguitissimo conduttore radiofonico americano è stato licenziato e costretto a chiedere scusa pubblicamente, al fianco del Reverendo Jesse Jackson, per una situazione simile.
Tipo che aveva definito "mangia-cocomeri" un ascoltatore durante un litigio telefonico in diretta.

LaPix ha detto...

Goldrake, subito. E anche Kyashan!

Anonimo ha detto...

Tump.
Tump.

Questo è il rumore delle mie palle appena cadute.

Hanuman

splendidi quarantenni ha detto...

E allora giuro che la pianto di raccontare in giro che il bambino più brutto del Giappone si chiama Soshito Nakakata.

spino ha detto...

pensa che giusto ieri qualcuno mi ha detto qualcosa tipo "basta frignare di razzismi e malgoverni, voi di sinistra!" :D

Ovviamente, Il Giornale non ha nulla a che vedere con la politica di questo Governo :)

Faust VIII ha detto...

@Diego C'è un episodio di South Park che forse fa riferimento a quell'episodio, in cui il padre di Stan ha detto la N-word e si è dovuto scusare baciando il didietro di Jesse Jackson...

Anonimo ha detto...

Lambertow è un soprannome che la stampa ha affibbiato a Dini da tempo. Ne ignoro origine e significato, però.

Sabrina ha detto...

Dato che ha vissuto a lungo negli Stati Uniti, forse "gli amici" hanno iniziato a scrivere il nome come lo pronunciano laggiù. E' una ipotesi mia, eh, sia ben chiaro..

Davide ha detto...

Tuttavia, riteniamo che l'espressione utilizzata per identificarci, ossia "musi gialli", abbia una connotazione dispregiativa e molto negativa.

che sottili...

Inoltre, tale espressione così grossolana non ci sembra consona né all'altezza di un giornale come il Vostro

e qui li prende proprio per il culo!

verogabri ha detto...

Poi qualcuno si lamenterà se ci chiamano mangia-spaghetti

Non è razzismo,è pura ignoranza.

Faust VIII ha detto...

Ho scritto ancora sulla questione,qui=>http://chokohamacemetery.blogspot.com/2009/05/dannati-musi-gialli.html

Zarabeth ha detto...

Mi faccio stampare la maglietta con stampato sopra "baka gaijin" a lettere cubitali. Anzi, me ne faccio due per i cambi e ci giro tutta l'estate.

Anonimo ha detto...

Sinceramente: voi quanti credete siano gli Italiani che sanno di questa "gaffe"? Quanti visitano il sito dell'ambasciata giapponese?
Ma sopratutto: c'è modo di diffondere ulteriormente questa lettera onde sputtanare ulteriormente il cretino che ha scritto l'articolo?

ISA

Anonimo ha detto...

@ Sabrina.
Brava, non ci avevo pensato.
La tua ipotesi mi sembra azzrccata.
Spero Lambertouuuu non sia l'asso nella manica di Obama per risollevare la finanza statunitense.

Greg ha detto...

MAPORCAPUTTANA COME CAZZO SI FA!?!?!?


MA PERCHE'IL GIORNALISMO ITALIANO E'PIENO DI COGLIONI, RAGAZZINE, RACCOMANDATI, ANALFABETI, IGNORANTI, SOTTOSVILUPPATI, SERVI, FIGHETTI, MERCENARI, FASCISTI, COMUNISTI, CENTRISTI, RAZZISTI, TERZOMONDISTI...


Perchè ci sono tutti tranne quelli che ci dovrebbero stare:
I GIORNALISTI!?

Giangidoe ha detto...

Scopro questa vicenda dal post di Faust, e ancora non riesco a capire la scelta/provocazione del Giornale.
E' una cosa talmente gratuita che non può neanche lontanamente giustificarsi con toni ironici o in qualche modo benevoli.
Mah.