martedì, marzo 03, 2009

X Factor, ottava puntata.



Ore 21e05, un Facchinetti agitatissimo da inizio alla serata presentando i primi superospiti, come li chiama lui.
L’introduzione è urlata/sincopata, il Ventura Style per eccellenza. Francesco parte così alto che a momenti finisce in falsetto. Fatto sta che sul palco si presentano i Finley con una cover dei Go Go Dolls.
Seduti in prima fila c’è una delegazione di ormoni estrogeni, invitati dalla produzione in segno di ringraziamento. Hanno ricevuto una targa su cui si legge: “Grazie ormoni delle sedicenni che fate pagare il mutuo ad un sacco di gente”.
Dopo un video con polemiche e polemichette, dove sostanzialmente si capisce che tra i giudici è scoppiata la pace, Matteo apre la prima manche.
Canta “Una giornata uggiosa” di Battisti, con un orrido effetto acquazzone digitale, che Tommasini ha comprato in saldo come aggiornamento di Adobe Premiere.
Al pubblico piace, ma a me non trasmette molto. Sarà Battisti, sarà la vocina pulita di Matteo, sarò io che sono stanco.
Dopo Matteo tocca Daniele, e si parla un po’ dell’incontro che ha avuto con Morgan, durante il quale ha cercato di spiegare al nostro Doraemon orpelloso che tutto quel barocco gorgogliante canoro ha rotto le palle. La Ventura le chiama “svisate” e ripete il termine ottocento volte. Nelle case in un raggio di venti metri dallo studio di X Factor si registra uno strano fenomeno: Tutti i dizionari di Italiano bruciano per autocombustione.
Morgan, cita Carmelo Bene.
Citare Carmelo Bene oggi, su Rai 2 in prima serata, è come catapultarsi nella foresta della Nuova Guinea, avvicinare gli indios che vivono sugli alberi, tirare fuori l’ I-Phone e dire: “Bella raga, ora vi faccio una foto e la mando alla Ciappy che sta facendo l’ape con la cumpa in corsocomo!”
Infatti nessuno lo capisce.
A buona parte del pubblico huligano esplode il cervello.
Arriva finalmente Daniele, con un giubbottone di pelle da motocicciotto. Canta “Another One Bites The Dust” dei Queen, con un arrangiamento drummmebbeis. Partono dei laser sciogliretine e i ballerini si agitano.
Freddie Mercury, ovunque sia, sta ridendo come un matto.
Però piace a tutti, Morgan compreso, che si lancia in una lode sperticata e spericolata. Ho capito che questa sera sto guardando la trasmissione in modo sbagliato. E’ colpa mia.
Tocca ai Farias che cantano “I'm not in love” dei 10 Cc. Non conosco il pezzo. Potere della musica, mi ritrovo proiettato nell’auditorium di una nave da crociera di pensionati, in rotta verso l’oblio. Vedo una festa, forse è capodanno, forse è l’anniversario di qualcuno. Vedo abiti in acrilico, coppiette che danzano scambiandosi le dentiere. Bicchieri di plastica, festoni asimmetrici, cammino su dei coriandoli sporchi, c’è odore di fritto e di crema dermoprotettiva Prep.
I Fajitas riescono a trasmettermi tutto questo con una sola canzone, con un disco intero, per risollevare la testa devo strafarmi di psicofarmici.
Eppure, mentre piango a dirotto per la mia gioventù sprecata, abbracciando la calda tristezza che mi accompagnerà verso il mio ultimo viaggio, sento che sono piaciuti a tutti. Non capisco bene che cosa mi è successo, ma non riesco proprio a sintonizzare il mio gusto su questa puntata.
La Ventura, anche se non ha legami sinaptici sufficienti per riuscire a spiegarsi, ha colto la tristezza del pezzo e vorrebbe da loro qualcosa di più allegro. Forse la sigla di Dottor Slump e Arale, forse la marcetta dell’elefantino, o l’inno aziendale della Foppa Pedretti, o “I’m a Music Man” del babydiscotime dei villaggi vacanze. Qualunque cosa, Fajitas, pur di allontanare la nave delle anime che viaggia verso l’orizzonte della mestizia.
Arriva il momento di Enrico. Preceduto da una strigliata video, nella scorsa puntata ha cantato rivolgendosi alla sua ragazza tra il pubblico e non va mica bene.
Per punirlo, gli fanno cantare “Once upon a long ago” di Paul McCartney dietro un pannello di carta. Poi danno fuoco al pannello.
Tutti guardano il pannello che brucia e fanno: “Oooh!” Così nessuno si accorge che il mio favorito, questa sera, canta malissimo.
Merito del fuoco, effetto camino, zittisce anche i più logorroici.
Il litigio si sposta da Morgan contro Ventura, a Morgan contro Maionchi.
Ma non c’è storia, Zia Mara è troppo forte, io tifo assolutamente per lei, la vorrei come zia e ci passerei un pomeriggio a sentire i suoi aneddoti.
Fatto sta che il momento di scoprire chi andrà al ballottaggio.
Per la seconda volta, il pubblico da casa decide che sarà Daniele.
E’ il momento del secondo superospite. Tutti in piedi, standing ovation, ecco a voi: Patty Pravo.
I ragazzi fanno un medley in suo onore, e Patty si siede tra i giudici.
Su di lei, anche se ce ne sarebbe, non dico niente. Massimo rispetto per un icona nazionale.
Inizia la seconda manche.
Tocca a Noemi, con “La costruzione di un amore” di Fossati. Again, non conosco il pezzo. Mi rendo conto di conoscere pochissimo una buona fetta della musica italiana. Rimedierò.
Comunque Noemi sta scalando la mia classifica personale, questa sera è la mia preferita. Da quando hanno abbandonato il look figliadeifiori, è sempre più convincente. Brava.
Momento gossip. Il biondino dei Bastards, quello che assomiglia al Dottor Chase, è in crisi.
Ha ricevuto una lettera dalla fidanzata, in cui, sostanzialmente, gli ha fatto un sacco di paranoie e lui si è preso male. Accuse tipo: Venduto alla televisione, sceso a compromessi, eccetera.
Sputtanano una sconosciuta in tivù per una decina di minuti. Sta tizia senza nome mi diventa la Yoko Ono dei BSOD. Dopo la parentesi sulla nippona che il gruppo scompiglia, è il turno dei BSOD che cantano “Ma che colpa abbiamo noi” dei Rokes.
Cantano su una scala, vestiti in modo british giacca e cravatta, con una coreografia stop and go.
Onestamente? Piacevoli, ma non è la loro performance migliore.
A Patty e a Zia Mara piacciono, a Morgan anche.
La Ventura tira una gufata magistrale, affibbiandogli già l’assoluta vittoria.
E’ il turno di Jury, con “Wherever You will go” dei The Calling. Ha personalmente tradotto il testo in italiano e canta con convinzione. Come direbbe Zia Mara: Bravo, hai cantato bene, mi sei piaciuto. Peccato che sia nella scuderia della Ventura.
E’ il turno di Chiarastella, entrata nella puntata precedente, mentre facevo la valigia.
Mi si presenta questa Dark-non più-Lolita, e io scopro che non è vero che ho una passione smodata per le darkettine, mette realmente in discussione una delle mie passioni estetiche più radicate.
C’è ‘sto coso, vestito di nero, che canta “True Colors” di Cindy Lauper, ma non mi trasmette il frizzantino che mi trasmettono solitamente le fanciulle in quel modo agghindate, Chiarastella sembra più Matilde Vicenzi che urla dalla soffitta.
Dopo le domande ai presenti mandare via mail, dopo Morgan e Patty che cantano assieme “Wild Side”, dopo il collegamento obbligatorio con Scorie, imposto dal Regio Decreto numero 2378, è il momento di sapere chi andrà allo scontro finale con Daniele e i suoi occhiali.
L’esito è prevedibile. Molto prevedibile. Tipo che sul pianeta Omicron Persei Otto si teletrasportano: Kirk, Spok e il signor nessuno della sicurezza. Chi viene mangiato dall’alieno cattivo?
Chi va al ballottaggio con Daniele?
Chiarastella.
Daniele canta “Crazy” dei Gnarls Barkley, ricamandoci sopra come una campionessa mondiale di centrotavola al tombolo.
Poi se la gioca con un pezzo di Stevie Wonder accappella.
Chiarastella, canta la stessa canzone della volta scorsa e io scopro che non era la teiera che fischiava, era proprio lei che cantava “Wuthering Heights” di Kate Bush.
Poi canta un pezzo di Björk a cappella.
Sono uno scrittore. La maggior parte della mia produzione è dedicata ad un fumetto horror seriale che si intitola Dampyr.
Conosco bene la paura, la paura è il mio pane. Ho guardato l’orrore negli occhi, ci ho fatto i conti, so che cosa è in grado di terrorizzarmi. Che cosa può farmi rannicchiare tremante in un angolo.
Al primo posto ci sono le bambole di porcellana. Al secondo i fantasmi dei bambini, e al terzo posto, c’è Björk Guðmundsdóttir.
Su di me ha lo stesso effetto di Samara di “The Ring”.
Ascolto Chiarastella che canta, e: Mi crescono i capelli, la mia pelle diventa bianchissima, indosso un pigiama da manicomio e aspetto la visita di Naomi Watts, tenendo la bocca spalancata in modo innaturale.
Morgan elimina Daniele.
La Ventura elimina i Sei Ottavi e Chiarastella.
Mara Maionichi elimina Chiarastella.
Matilde Vicenzi torna a casa, senza troppi drammi e piagnistei.
Fine dell’ottava puntata.

20 commenti:

kingsimon ha detto...

diegoooooooo , cosa ti ho detto martedi' scorso??? devi smettere , ti sentivi disconnesso dalla puntata perche' ormai il castello di carte della presunta serieta' della trasmissione sta cadendo , l'ombra di incosapevole squallore della ventura sta ormai per afferrare ogni cosa .........smetti sei ancora in tempo !!!!!!

Anonimo ha detto...

No, Diego! Invece vai avanti! Ormai è una missione per l'umanità intera!
Ieri ho visto la puntata dall'inizio alla fine per la prima volta...Sei stato ineccepibile come al solito!
E poi è vero: Savino inizia a stare veramente sulle palle...

eMa

Anonimo ha detto...

assolutamente non smettere, ti leggiamo in tantissimi e sei diventato il momento più interessante di questo programma!

sid ha detto...

concordo al 100% sul tuo giudizio della puntata. anche a me, ieri sera, non m'è praticamente piaciuto nessuno tranne Naomi. Enrico parecchio deludente.
Tu invece... mai! tu sei un grande! guai a te se smetti! :D

Manuel Bartoli ha detto...

Mi ha lasciato senza parole il momento in cui è stato svelato il motivo per cui Chiarastella ha scelto proprio quel nome... beh lei si chiama Chiarastella tuttoattaccato. Wow! Ho ancora i brividi a ripensarci.

Anonimo ha detto...

tagliente ma schietto.
i fan dei dionisiaci ti seguono ed apprezzano (il tuo blog era stato segnalato sul loro sito tbsod.com).

[ral] ha detto...

secondo me Freddy Mercury, ieri sera, ha avviato la pratica per diventare fantasma e tornar qua sulla terra per strangolare Daniele e, nel caso non fosse accettata la sua domanda son sicuro che pure John Beacon -che è sempre stato il più schivo del quartetto- si assumerebbe l'incarico di presentarsi come ospite a sorpresa nella prossima puntata e mollare una gragnuolata di mazzate sui denti a Daniele. E il comportamento del signor Castoldi, ier sera è giustificato dal fatto che infilandosi l'orecchino s'è bucato il cervello.

Anonimo ha detto...

Ho appena finito di leggermi tutti i tuoi post su x-coso...e ora che sto cercando, con molta noscialans, di riprendere dalla risate...ti faccio i miei complimenti...scrivi veramente bene!
Una "bastarda-valsuganotta"...
Elena77

AC ha detto...

Argh! La minacciosa ombra della signora Ventura sta sovrastando ogni cosa! Anche Morgan ora pare essere in suo potere e se così vanno le cose prevedo ci invaderà presto le case come il Blob! Help! I need somebody! Help! Not just anybody! Help me if you can! Chiedo venia per la citazione...

AC ha detto...

Aggiungo (dato che mi sono dimenticata prima) che in effetti Morgan questa sera cercava il lume della ragione...dubito però lo possa trovare sotto il tavolo dei giurati di X Factor! HELP!

la formica ha detto...

ciao sei simpatico anche se un po' acidino, un po di alkasetzer?
caro diego fai come me, addormentati, ogni tanto apri gli occhi e poi li richiudi sognando la california.
non c'è un xfactor, noemi è l'unica che potrebbe andare ma è tutto very flat.
ciao continua a scrivere, ma a loro di xf, chissà che non imparano da te

Andrea Teodorani ha detto...

Ed io che pensavo che le bambole di porcellana terrorizzassero solo me...

michaela ha detto...

grazie x la x-factor cronaca pubblicata prestissimo... non è male iniziare la giornata di lavoro così! non mollare, x favore, questa è davvero una missione!
grande la foto del Duca... morgan si deve essere arreso all'evidenza: se continua a demolire Mr Occhiali, non se lo toglierà mai dalle palle... incensandolo, forse...

Enrico Teodorani ha detto...

Scusa l'ignoranza, ma chi diavolo è Matilde Vincenzi?

giustina ha detto...

ma tra il bastardo bruno, morgan e la provo chi era il più factor?

DjJurgen ha detto...

Bella recensione, Diego! E stai tranquillo, Matteo ed Enrico ieri sera sono stati obiettivamente al di sotto dei loro standard. Mi è dispiaciuto vedere Daniele andare allo spareggio, visto che ieri sera stranamente mi è piaciuto (ral,non vorrei sembrare presuntuoso, ma quell'omino lì che ai concerti dei Queen si vestiva sempre malissimo si chiama John Deacon :D ). Sono contento che sia uscita Chiaveastella, durante gli spezzoni dei video in cui si ambientava con gli altri ragazzi durante la settimana, era riuscita a perdere tutti i punti che aveva guadagnato durante la prima puntata!!
Continua così, Diè! :D

Anonimo ha detto...

Complimentoni!!!
Ero alla ricerca di tutt'altro ma in un solo intervento trovo:
1)le parole che avrei voluto saper scrivere io per descrivere cosa suscita in me Arisa
2)la rivelazione che l'autore di questo blog è lo stesso autore di uno dei miei fumetti preferiti (quando esce un tua storia?)
3)una foto di David Bowie
Bravo Bravo!! Forse x-factor avrà una nuova spettatrice (solo se continui le recenzioni però, nn sono masochista!)

Diego Cajelli ha detto...

Grazie a tutti!
:-)

MATILDE VICENZI è una "signora" pasticcera, che trovi sugli scaffali del supermercato.
Non ho trovato una sua foto, comunque sia, la sua immagine sul logo dell'azienda è uguale uguale a Chiarastella.

Ad Aprile esce un mio Dampyr.
Ho fatto un post-apposta!

I fan dionisiaci sappiano che sono
mezzo milanese e mezzo di Rovereto!

Giustina...
Difficile a dirsi senza l'esame del capello!

Parentesi su Arisa.
Ho visto un video sul corriere, dove Fegiz la intervistava.
Tra tutti e die, sembrava una puntata del Muppett Show.

Baci a tutti!

Anonimo ha detto...

Ti prego di non mettere mai bambole di porcellana in Dampyr.

"Chiarastella, canta la stessa canzone della volta scorsa e io scopro che non era la teiera che fischiava, era proprio lei che cantava “Wuthering Heights” di Kate Bush."

ahahahah... :D

Layla

Anonimo ha detto...

Grande Diegozilla,
non ero riuscita a leggere il tuo post prima... ma il frizzantino della tua telecronaca è imperdibile, quindi COMPLIMENTI anche se in ritardo e continua...

ah... a proposito: per me la perla del post questa volta è il giubbone di pelle da motocicciotto che hai messo addosso a Daniele!!! ahahah ahahaha ahahahah fortissimo!
..ma come ti vengono?

Grande e grazie, grazie grazie!!!!