giovedì, marzo 12, 2009

Recreating Hitchcock

Gironzolando in rete scopro che sul numero di marzo dell'edizione americana di Vanity Fair, c'è uno di quei servizi fotografici che mi fa dire: Cacchio!
Quattro fotografi: Art Streiber, Norman Jean Roy, Julian Broad e Mark Seliger, hanno ri-letto, ri-visto, ri-composto le atmosfere dei grandi classici del Maestro del Brivido usando attori contemporanei.
Scarlett Johansson e Javier Bardem in "La finestra sul cortile" sono i miei preferiti!
Clicca che le vedi grandi!





















9 commenti:

Francesco Dellamorte ha detto...

Tu dici "Cacchio!", io dico "Minchia!"

Proprio ieri sera la circolo fotografico avevo proposto di fare un remake di alcune foto famose di attori del cinema..
Non è esattamente la stessa cosa, ma posso porporre queste come esempio, poi magari la cosa si sviluppa.. ;)

sid ha detto...

bellissime!!!
a me piace tanto Rebecca. La Jason Leight è tremenda!

madmac ha detto...

la Paltrow in quella foto sembra la copia sputata di Grace

camilla ha detto...

sai che su Vanity italiano qualche tempo fa c'era un servizio simile?
una rivisitazione dei vecchi film con la nuova generazione di attori. forse su style.it si riesce a risalirci.

AC ha detto...

Semplicemente splendide! Grazie Diego! Sai se la rivist si può trovare anche a Milano?

rae ha detto...

mi fanno largamente cagare. Remake senza anima al servizio di facce che sembran capitate li per caso. Un esercizio di (poco) stile di cui non si sentiva il bisogno.

Il servizio su Vanity fair di cui parla camilla l ho visto ed era pure peggio.

Diego Cajelli ha detto...

Eddai Rae!
E' un buon servizio, invece!
Pensa a quello che viene pubblicato di solito su quel tipo di rivista...
:-)
Poi magari domani GQ pubblica Witkin...
^______^


AC
Penso di sì...
Forse al settore estero alle Messaggerie.

rae ha detto...

ma sai, purtroppo non vedo in questi servizi una possibile apertura, quando l ennesima dimostrazione che l attuale viene snobbato in favore del vecchio (rifatto, copiato, traslato).

tanto piu' che io a witkin ci voglio bene ma pure lui ormai è un po' muffo (e la sua ultima opera, il remake della zattera della medusa giusto per restare in tema, visto alla mostra dedicatagli dal pac l anno scorso era, ahimè, orrenda. Come composizione, come resa, con un contrasto smorto e dei neri poveri, una foto leziosa che pareva piu' un immagine di la chapelle desaturata.

AC ha detto...

Ma le Messaggerie son scomparse (sostituite da Mondadori)...cmq grazie. Cercherò!