giovedì, marzo 19, 2009

Enel e A2A, la concorrenza elettrica.




Praticamente, liberalizzare il mercato della fornitura dell’energia, in Italia significa che:

Mi suonano alla porta due ragazzetti, imbustati in completi di acrilico, con la cravatta presa in prestito dallo zio, impermeabili all’uso corretto dell’italiano.
Con fare perentorio mi sventolano davanti un foglio, qualificandosi come Enel, dicendo che devono vedere le mie bollette.
- Perché si passa ad Enel. (Dal tono non è nemmeno un consiglio, è proprio un dato di fatto)
Al che, dico che non sono cliente Enel.
- Fa lo stesso.
Mi risponde questo, sventolando il contratto prestampato.
- Non mi interessa.
- Guarda che paghi di più.
Dice lui, perdendo già l’uso del “lei” alla terza frase. Appare scocciato, e anche piuttosto scontroso.
Gentilmente, suggerisco ai due, di levarsi dalle palle che ho da fare.
Si faranno tutto il palazzo, presumo.
Ora, se introduci come obbligatoria e semi ufficiale la proposta commerciale di un fornitore di energia concorrente a quello con cui ho stipulato un contratto, sei una merda truffaldina.
Per cui, l’Enel fa concorrenza all’A2A infinocchiando le vecchiette.

8 commenti:

sid ha detto...

io volevo scrivere un commento sensato a questo post (in cui tu hai perfettamente ragione) ma... capiscimi... non vedevo il KILLER RABBIT da aaaaanni!!! :D

Fabio... ha detto...

E viceversa...
Non per difendere il monopolista, ma qui da noi ha bussato un tizio simile, esordendo con: "Le ho portato da firmare il nuovo contratto con cui ha diritto a pagar meno le bollette dell'Enel"
Io: Eh?!
Lui: Tiri fuori le ultime bollette, le faccio subito un calcolo per dirle a che risparmio ha diritto...


Non so di che società fosse ma faceva intendere fosse dell'Enel (circonvenzione di incapace [io]).

Col mio sguardo alla Clint gli ho detto "lascia stare" e ho chiuso la porta...

Andrea V. ha detto...

Me, mi bussano solo quelli di "Lotta Comunista".
Ma basta e avanza.
Una volta, tipo vent'anni fa, gli ho comprato la rivista.
È stato come fare un patto col diavolo.

Simo ha detto...

sono venuti pure da me, anni fa... un ragazzetto che sembrava luis miguel col toupè rivestito di saliva bovina.
solo che l'infingardo si è spacciato per il mio gestore che offriva una nuova tariffa, finchè il gioco è crollato quando mi ha chiesto l'iban.
e lui è volato fuori dalla porta in una scena degna della sigla di willy il principe di bel air (lui evidentemente era carlton banks)
poveretti, io capisco che sia difficile trovare un lavoro al giorno d'oggi, ma piuttosto vai al mercato a scaricare le cassette della frutta finchè non trovi di meglio. almeno io ho fatto così, e mi sembra molto più dignitoso come lavoro

Anonimo ha detto...

eh eh...mi ha fatto tornare in mente quando facevo lo "spacciatore" per Infostrada...stessa tecnica( che ci veniva "imposta" dai "tutors" ), stesso abbigliamento, pagamenti solo su provvigione...ho resistito tre mesi,poi addio a tutti! Mi additivano per strada, a momenti, per gli errori (spero in buona fede...) che commettevano gli altri "spacciatori" e che facevano pagar di più della Telecom. Purtroppo all'epoca i mercati ortofrutticoli non cercavano manodopera, sennò ci sarebbe stato uno "spacciatore" in meno, te l'assicuro

Pippo

-harlock- ha detto...

Eh.
E ci credi che io ci invece sono caduto, nella "truffa"?
E' accaduto esattamente come a te, solo per telefono.
Un signore gentilissimo (dell'enel) mi ha chiamato spiegandomi che se passavo ad enel avrei avuto i prezzi dell'energia bloccati per due anni.
E il tono della telefonata era esatamente come quello da te descritto: gentile ma perentorio.
Mi son fatto spiegare bene clausole e controclausole e ho pensato cazzo, forse che forse vuoi vedere che mi conviene (oltre al fatto che avere una bolletta dell'energia elettrica SEPARATA dal resto mi piaceva come idea, anche per una migliore gestione ecetera)?
Bene, stipulo il contratto per telefono, mi garantiscono che fanno tutto loro e che da quando il contratto mi arrivwerà avrò dieci giorni di tempo per recedere eccecc.
Bon.
Vado in vacanza.
Quando torno il contratto è già nella casella della posta, arrivato da più di dieci giorni.
La sera stessa guardo il telegiornale.
LA notizia di apertura recita:
"I prezzi dell'energia elettrica DIMINUIRANNO drasticamente nei prossimi due anni".
E io ho appena firmato un contratto, dal quale ormai non posso più recedere, che invece me li BLOCCA per due anni, capì la sottigliezza..?
E' da allora che mi sento un coglione e la sera giro per la casa spegnendo lampadine.

Fabrizio ha detto...

Enel e qualsiasi operatore telefonico. anche sky non sta messo male.

Sono TUTTE merde truffaldine


Fab

Anonimo ha detto...

Io sono una dei pochissimi (in città mi sa che sono l'unica) che ha un contratto da 2kwh (tutti nella media ce l'hanno da 3) pago un casino a causa del boiler elettrico (e mi è bastato metter in casa due computer per aumentarle) eppure da più parti (tranne dalle opreatrici del call center Enel) mi dicono che se passassi al contratto da 3 spenderei ancora di più...boh! Io so solo che se con tutte le offerte Enel (tra cui le tariffe fisse al consume che pubblicizzano alla tv) per risparmiare NON sono alla mia portata dato che ho un contratto di vecchio tipo.
ISA