martedì, gennaio 27, 2009

X Factor terza puntata.



Accendo la tele e ci trovo Seal che canta, Gaudi in kilt, la Maionchi in fregola, Morgan con una cassa di Red Bull sotto il banco, Stefano Magnanensi che fa le stesse smorfie di Lex Luthor, Francesco che parla inglese come Totò e la Ventura agitata.
Non posso cambiare canale.
Aprono con una lunga polemica sull’incredibile eliminazione di Elisa nella puntata precedente.
Il tribunale internazionale dell’Aja ha decretato all’unanimità che è tutta colpa della Ventura e che i casi sono due: E’ una sua strategia, oppure ha i petardi nel cervello.
Dato che Rai 2 è un franchising della Ventura, la sua autodifesa è un monologo di sei ore.
Ne esco stremato.
Alla fine, vince Simona ai supplementari con uno splendido gol di Incoerenza battuto al limite dell’area.
Che palle, dice zia Mara. E ha ragione.
Finalmente, dopo colpi bassi, menate e territorial pissing, cominciano a cantare.
Inizia Ambra Marie, con “Ti Sento” dei Matia Bazar.
No, perché lei andava bene così, e non volevano cambiare niente.
Ambra Marie canta tra due materassi, e ho paura che da un momento all’altro esca fuori Giorgio Mastrota.
Non è il pezzo per lei. E’ come sei i Kiss cantassero: “Il Ballo di Simone”, ma lei lo esegue comunque e con buona volontà.
Poi tocca a Noemi, con “Somebody To Love” dei Jefferson Airplane.
Secondo me è poco incisivo, ma a Forrest, al Tenente Dan e a Bubba piace moltissimo, televotano anche loro e Noemi passa il turno.
E’ il momento dei Farias.
Questa volta potrebbero cantare: “Mueve la colita mamita rica” o: “El Ritmo Vuelta”, con alle spalle il balletto con tutti gli animatori del villaggio, invece optano per “La donna cannone” di De Gregori. Il tutto in una scenografia circense, con tanto di contorsionista.
Io non voglio essere cattivo con i Farias, però ci metto un po’ a capire che quei suoni sono le loro voci e non la sirena dell’ambulanza che porta Maradona in ospedale.
La canzone è così fastidiosa che più o meno a metà, si incastra anche la contorsionista. Verrà snodata più tardi da un fabbro, il conto lo paga Tommasetti.
Tocca a Serena, che canta “Chasing Pavements” di Adele.
Non conosco il pezzo originale, pare sia un pezzo di questa estate. Non lo conosco perché questa estate non sono andato dal dentista, e di conseguenza non ho ascoltato le canzoncine nella sala d’attesa. Perché quel pezzo è carta da parati, non è una canzone.
Scivola, senza sortire alcun effetto.
Mentre Serena canta, metto in ordine alfabetico le mie scarpe, e ho detto tutto.
Matteo Napo Orso Capo, si misura con “Starman” di David Bowie. Secondo me è sul pezzo e lo interpreta bene. Apprezzo anche l’ascella pelosa da rocker anni ’70 e quel look un po’ da Patrick Hernandez. Bravo Matteo.
E’ il momento di scoprire chi andrà al ballottaggio. Colpo di scena!
Il pubblico da casa decreta che ci andrà Ambra Marie.
Pezzo sbagliato. Ma vallo a spiegare alla Ventura che le scarpe con il tacco non sono la cosa che viene notata di più in un cantante.
Il grande Enrico apre la seconda manche.
E’ il mio favorito, ma inizio ad essere un pochino in tensione. Canta una versione swing di “Jump” dei Van Hallen, e ho l’impressione che lo stiano infilando nella corrente di Max Raabe, Michael Bublè e compagnia bella.
Temo che il riarrangiamento swingoso di una canzone famosa diventi, come per i due artisti citati sopra, il suo limite artistico.
E’ il turno di Giacomo, con “Bruci la Città” di Irene Grandi.
Non conosco il pezzo. So chi è Irene Grandi così come so che l’atmosfera di Urano è prevalentemente composta da idrogeno, e le due cose, nella mia vita, hanno più o meno la stessa importanza.
Tocca alle Sisters Of Soul. Premessa: Un mio amico mi ha detto che sono troppo cattivo con le S.O.S. Forse ha ragione, allora su di loro mi concedo solo due commenti.
Il primo lo faccio subito: Cantano “All around the world” di Lisa Stansfield, e la cosa che mi piace di più è il divano rotondo che gira.
Il secondo commento lo farò tra una decina di righe.
Tra i giudici, avverto una certa strategia nel commentare questa seconda manche. Li sento parlare, e vedo dei piccoli Rommel che muovono carroarmatini su tabellone del Risiko.
Daniele, canta “Closer” di Ne-Yo. Anche in questo caso, non conosco il pezzo originale, ma per tutta la durata dell’esibizione del Tenerone Batuffoloide, non ho l’impressione di vedere X Factor.
Mi sembra di guardare gli Mtv Music Awards. Daniele c’è, e c’è dibbrutto.
Chiudono i Bastards Sons of Dioniso, con una versione punk californiana/valsugana di “Ragazzo di Strada” dei Corvi. Il pezzo, arrangiato da loro, risparmia un bel po’ di lavoro a Gaudi, ed è molto meglio così. I Bastards prendono il vecchio classico e lo trasformano in una versione alla Weezer che causa valanghe sopra i 1000 metri. Tutta la valle voterà compatta.
E’ il momento di decidere chi andrà al ballottaggio finale scontrandosi con Ambra Marie.
Mi dispiace per lui, ma ci andrà Giacomo. Sono due cantanti della stessa categoria, come capitò alla Maionchi nella prima puntata.
Pausa. Si apre il collegamento con Savino. Qualcuno riesce a spiegarmi chi cazzo ha deciso che Nicola Savino ci deve essere simpatico per forza?
Siamo agli sgoccioli. Ambra Marie e Giacomo competono uno contro l’altra, uno dei due andrà a casa.
Ambra Marie canta “Roxanne”, in una versione con un po’ più di pompa rispetto all’originale e con gli anfibi ai piedi. Lei da sola, ha presenza, carisma e voce, in sostanza, tutto quello che non hanno le Sisters Of Soul in tre.
A cappella, sceglie “Hedonism” di Skunk Anansie.
Giacomo, spara: “Mente tutto scorre” dei Negramaro. I Negramaro e il loro successo, per me, sono parte dei misteri inspiegabili dell’Universo. Li metto assieme alla Pietra di Palenque, la telecinesi, il moto perpetuo e l’Ornitorinco. Per cui non mi pronuncio.
Segue: “Se io se lei” di Biagio Antonacci cantata a cappella.
Onestamente, gusti personali a parte, sono al ballottaggio i due che se lo meritavano di meno.
Io avrei mandato a casa Serena o i Farias, oppure Gaudi.
Mara elimina Giacomo.
Morgan elimina Giacomo.
Simona elimina i dinamismi psichici.
Giacomo, torna a casa, navigando su un fiume di lacrime. Ammetto che mi dispiace.
La commozione in televisione ha tempi misurati al millesimo di secondo. Giacomo viene portato fuori scena, the show must go on.
Deve entrare un nuovo artista, ne verrà proposto uno per categoria e il televoto deciderà quale dovrà entrare.
La Ventura gioca la carta di Iris. 16enne di origine albanese, con mamma e nonna tra il pubblico.
Perdonami, ma su Iris sarò serio.
Scegliere Iris è un azione irresponsabile. Proporla, portarla fin lì, con tutto il carico di speranza che scatena in lei e nella sua famiglia, dimostra tutto il cinismo di chi ragiona in modo catodico e non in modo umano.
Morgan, che con questa puntata ha guadagnato per me altri diecimila punti, cerca di spiegare che è molto problematico gestire una cantante così, sia per questioni di età che per questioni di storia.
La Ventura, imperterrita, continua a sostenere che la ragazza è forte e che ce la farà.
Dimostra tutto il suo carattere e la sua forza, piangendo come una fontana quando viene eliminata.
La Maionchi, propone I Retroscena, un gruppo vocale composto da due ragazzi e una ragazza.
Cantano “Sweet Dreams”, e cantano anche bene. Finalmente un gruppo, mi viene da dire.
Personalmente a me Lei piace parecchio, soprattutto perché ha un sacco di tette e mi ricorda il Borg 7 di 9 di Star Trek Voyager. (Mi correggo, mi ricorda il Borg Tette di 9 di Star Trek Voyager.)
Vengono eliminati anche loro.
Chi vince?
Andrea, il cantante proposto da Morgan.
Andrea è uno strano mix tra Camerini, Iggy Pop, i pupazzi a molla che saltano fuori dalle scatole, Ace Ventura e una bizzarra versione maschile cantautorale italiana di Nina Hagen.
Secondo me, e a questo punto anche secondo il pubblico a casa, potrebbe fare grandi cose.
Fine della terza puntata.

20 commenti:

sid ha detto...

lo aspettavo questo post!
adesso me lo leggo! :)

sid ha detto...

la prova di giacomo alla fine della 3a puntata ha dimostrato quanto la ventura ed il suo vocal coach non avessero capito nulla di quel ragazzo. le esibizioni durante le puntate sono state piatte ed anonime tanto da domandarsi cosa giacomo facesse lì. cantando invece i negroamaro e biagio antonacci si è dimostrato un cantante bravo e capace, ergo gli incapaci son altri... mi è dispiaciuto tanto per lui ma la lotta contro Ambra Marie era impari.

e concordo con te: l'esibizione di Daniele è stata IN.CRE.DI.BI.LE. grande! per quanto io voto per tutti i concorrenti di Morgan. quest'anno non ho ancora una preferenza. (ma forse quello che mi piace meno è proprio Enrico).

ah! l'ornitorinco è oscuro anche a me!

Anonimo ha detto...

Grandissimo resoconto!!!
Lunedì la puntata di X-Factor è un appuntamento fisso causa coinquilino lobotomizzato per 3 ore davanti alla tv (anche se, come ti dicevo a scuola, il programma è coinvolgente). Ma l'appuntamento del martedì su questo blog è imprescindibile!!!
Vogliamo parlare degli applausi convulsi, qualsiasi cosa succedesse, della madre e della nonna della povera ragazzina 16enne???

eMa

AlessandroDiVirgilio ha detto...

Incuriosito dai tuoi commenti, mi sono fermato davanti alla TV nel momento in cui si esibivano i Bastard etc..

Questo sarebbe quel grande gruppo che tutti esaltano?
Hanno massacrato una bella canzone con un arrangiamento banalissimo.
Mi aspettavo meglio.

Riguardo il giudizio sui Negramaro... beh, almeno sulla musica abbiamo gusti diversi! :)

GiO ha detto...

La Ventura l'avevi ben descritta nel post precedente come una scimmia armata di pistola.

Ha visto uno dei suoi andare via piangendo come un bambino e cosa fa? Ne propone una più giovane, avendo pure la faccia tosta di mettere le mani avanti: "io non vorrei rovinarti la vita" ...10 minuti dopo la bimba era in lacrime e loro a dirgli "tu farai la cantante, hai tutta la vita davanti". Patetica.


Odiavo morgan, cazzo se mi è simpatico ora.

Riguardo a digieifrancesco ho solo l'impressione che, facendo qualsiasi cosa meglio che cantare, sarebbe potuto diventare un pittore bravo come quanto è bravo a presentare, oppure un astrofisico, a scelta.

Comunque meglio così.

clyde ha detto...

sei un mitooooo.... in qualunque cosa ti candiderai avrai il mio voto...

AlessandroDiVirgilio ha detto...

Nonostante i Negramaro, sono pronto anch'io a dere il mio voto! :)

loscofiguro ha detto...

Quando parlo con qualcuno che conosce x-factor (io non lo vedo), cito sempre stralci dei tuoi post e faccio un figurone!!!
Tranquillo, avverto sempre che il copyright è tuo...
^_^

Design270 ha detto...

la scena della 16enne è stata veramente vergognosa, uno dei livelli più bassi toccati dalla TV di questi tempi. Si capisce perfettamente la direzione che la "scimmia" vuole dare alla trasmissione.
Comunque io il Lunedì guardo x factor proprio per gustarmi meglio i tuoi resoconti.

AC ha detto...

Innanzitutto Diego i miei complimenti. I tuoi commenti alle puntate di X Factor sono spettacolari.

Detto ciò avrei una domanda da porre, che so essere molto banale, ma tantè: riguarda Andrea. Quando l'ho visto soprattutto nell'immagine della presentazione, mi è sembrato assomigliasse ad un personaggio di un manga e poi anime giapponese, "Death note", che mi è capitato di intravedere di recente. Si tratta del personaggio del detective L o Ryuzaki....che ne pensi? Magari la tarda ora e le spire di Morfeo mi hanno giocato un brutto tiro...

In ogni caso sono contenta che sia entrato lui. Concordo invece sulla pietosità del portare in trasmissione la ragazza sedicenne...una Carràmabata di bassissima lega. Ma che pretendere da una scimmia??

distr-action jack ha detto...

Bella Dié,
Io non ho la tv da 3 felicissimi anni, così all'aperitivo posso menramela che sai "non ho la tv da 3 feliccimi anni".
Però guardare la Ventura attraverso diegozzilla è uno spettacolo, se va avanti così inizierò ad andare a cena dai miei la sera che c'è x-factor per poter guardare rai 2 e leggere poi il tuo report con maggior coscienza di causa.

Coredo ha detto...

mah....a me Giacomo non piaceva proprio.
Il suo talento rispetto a quello degli altri è da "Amici".
Francamente speravo già dalla seconda puntata che se ne andasse...Poi mi ha infastidito più che amareggiato il suo fiume di lacrime. A suo favore devo però dire che le sue performance siano state migliori delle altre due puntate..chissà, magari stava crescendo; bè non lo sapremo mai.Gradevolissimo a mio parere il sottile omaggio artistico reso a Marco/Morgan da parte dei Bastard con la frase "sono quello che suono", inserita di soppiatto e a insaputa della massa all'interno del loro brano.
Sono un fan di Morgan forse più adesso che ai tempi dei Bluvertigo; l'anno scorso ha fatto uscire un suo nuovo album ("Da a, a Da") e probabilmente un altro al posto suo avrebbe trovato l'occasione di pubblicizzarlo in diretta televisiva. Mi gasa il fatto che non ci abbia nemmeno pensato.
La Maionchi è un'utopica zia anche per me, caro Diego e non ho altro da dire su questa faccenda come sul Viet fottuto nam.
La Ventura uff! E' sempre stata la figura onnipotente di Rai 2 e non si può negare che in più trasmissioni abusi di tale potere con spocchiosità e prepotenza nei confronti di ospiti, concorrenti e via discorrendo. Ma qui a X-Factor è "costretta" dal format a collaborare con due tosti, per ragioni differenti, individui.
Non manca mai di dire la sua, e mi sembra giusto, ma ogni tanto viene smerdata e gli applausi a favore di chi l'ha contraddetta mi soddisfano, sebbene siano fintissimi!!!
Ma va bene lo stesso!!!

Anonimo ha detto...

sono partita dalla terza puntata e tornata indietro, sarai il mio appuntamento fisso del martedì.
Che ridere.. grazie!
Paola

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo con tutto quello che hai detto, tranne su una cosa: Giacomo meritava l'eliminazione, già dalla prima puntata; non mi è dispiaciuto quindi che sia stato eliminato.

Daniele Statella ha detto...

OK!mi hai convinto...
adesso mi vedo Xfactor

Anonimo ha detto...

attenti che se vi scegliete la Maionchi come zia avrete in omaggio il cuginetto djfrancesco: la chiama zia anche lui.

Enrico mi piace davvero, ma so che è molto più versatile di quanto ci stanno mostrando... se continuano così verrà a noia e non potrò più esaltarmi come una dodicenne per lui. :(

Layla

Anonimo ha detto...

Complimenti! Condivido appieno tutta la "lettura" della trasmissione... aggiungo solo una nota sulla Ventura, che è stata insopportabile a livelli altissimi per la prima ora del programma (incredibile il suo accanimento acido verso Tommasini), poi è rimasta insopportabile lo stesso, tuttavia il livello non era al limite del rosso...anche se poi sul finale...Comunque per fortuna che c'è Morgan (che non conoscevo affatto, ma che ora apprezzo tantissimo) e la Maionchi. Questo programma sarebbe perfetto se i giudici fossero tutti e 3 degli esperti. Ma riconosco anche che il meccanismo televisivo necessita di elementi dissocianti per creare confusione al meglio ed alzare i dati auditel. Staremo a vedere le prossime puntate, intanto continuerò a leggere questo BLOG... ah...il mio pronostico? MATTEO BECCUCCI, lui l'X Factor ce l'ha e l'ha dimostrato...poi, anche qui, si vedrà...

AC ha detto...

"Da A ad A" è uscito nel 2007. Nel 2008 sono usciti "E' successo a Morgan" come album solista, e "MTV Storytellers Bluvertigo" assieme appunto ai Bluvertigo.

Gnigognago ha detto...

Van HalLen ? con 2 L?
:P

Eleonora Dea ha detto...

oddio..adesso come adesso non ho modo di vedere la tele ,causa antenna distrutta...ma posso assicurarti che è meglio una tua telecronaca che la visione diretta ^^
comunque diego...se non ti spiace...vorrei aggiungerti tra i link del mio blog...e se non ti ricordassi di me..pensa che ci siam visti per tre anni alla corte di beppe...