martedì, settembre 23, 2008

Feisbùk.


Potevo lasciare Roberto da solo di fronte a Satana?
Ovviamente no.
Poi, dato che sono un ggiovane modderno, alla moda e attento alle nuove tendenze tendenziose, ho aperto anche io il mio profilo su Feisbùk.
Sarà che sono in periodo in cui penso spesso al passato. (I 37 si sentono. E nessuno ti prepara ad accettare la realtà dei 37. Capisci che hai un passato. Non tanto un passato con cui farci i conti, quanto un passato da iniziare a prendere in considerazione.)
L’altro giorno, sono andato in studio da Giuseppe Ferrario, lavora accanto alla casa dove sono nato. Ho preso il coraggio a due mani, e sono entrato in quel cortile. Ho rivisto la casa di quando ero bimbo. E’ stata un’emozione molto piacevole.
Seguendo le avventure di Rrobe alle prese con Fesibùk, mi sono detto: mi ci metto anche io.
Magari ritrovo i miei amichetti delle elementari, delle medie, o delle superiori…
L’istituto statale d’arte di Monza non è nemmeno nell’elenco autocompilante.
L’istituto tecnico dodicianniinuno che ho frequentato dopo, nemmeno.
Digito un paio di nomi, niente…
A parte che mi ricordo pochissimi cognomi.
Vado sulla ricerca per scuola, pochi. E non capisco nemmeno come vengano selezionati visto che L’istituto statale d’arte di Monza non si autocompilava.
Scopro la sindrome di Feisbùk. Ovvero: Guardo e riguardo le faccette nelle foto. I nomi non mi dicono niente, ma più guardo le foto più mi autoconvinco che potrei conoscerli. L’autoconvinzione aumenta se quella della foto è una gnocca.
Morale.
A parte le persone che conosco, su Feisbùk di persone “che conoscevo” non ne ho trovate.
Morale 2.
Capisci di essere vecchio, quando non trovi nessun vecchio amico nel più cool tra social network.
Mavaffa.

6 commenti:

Skiribilla ha detto...

Prova anche con FriendFeed, ché Facebook, ormai...

Fabio... ha detto...

Beh idem riguardo le scuole, credo i miei compagni di classe si dividano tra "parrucchieria" e fabbriche (chi non è finito nella malavita).
Però lo uso per cazzeggiare coi colleghi fumettari, e li è pieno...

IL GABBRIO ha detto...

Hem...nemmeno io ho trovato vecchi amici, solo quelli attuali, più varia gente che mi sta sul cavolo...devo preoccuparmi?

alex crippa ha detto...

diego, ma davvero hai voglia di riallacciare, anche solo virtualmente, col tuo passato?
tipo: e se una ex ritorna dall'aldilà per regolare i conti?
solo l'idea mi terrorizza.

Diego Cajelli ha detto...

@Alex
Mh... A parte con una, no forse due, dai facciamo tre, con tutte le mie altre ex mi sono lasciato abbastanza benino e senza debiti.
Comunque, non ho trovato nessuno su faccia libro.
:-(

Gabbrio e Fabio.
Abbiamo compagni di classe poco avvezzi al social networking.
Umpf.

Simona Cappiello ha detto...

ti accorgi di essere vecchio quando tuo figlio, ha un profilo su feisbuk...