mercoledì, settembre 10, 2008

Apocalisse Svizzera.




Di base, il mondo non è finito oggi grazie al Re dei paradossi.
Ve ne siete accorti?
Era su tutti i giornali.
Gli scienziati cercano la Particella di Dio.
Cazzo, degli scienziati che si mettono a cercare la “Particella di Dio”, è un paradosso Etico/Linguistico di proporzioni colossali.
A Galileo son girati i coglioni. Ma subito.
Un paradosso tanto enorme ha generato l’energia sufficiente per correggere le traiettorie all’interno del Large Hadron Colider fino a trasformarlo in quello che è in realtà.
Il giocattolo più costoso di questo quadrante dell’universo.
Alla faccia di quel Bosone di Higgs.
Comunque, se gli scienziati cercano la particella di Dio, io mi aspetto truppe di vegetariani affamati alla festa della bistecca. Voglio vedere i regali che i nazisti miei amici porteranno gioiosi al Bar Mitzvah di mio cugino.
Tornando a noi. Oggi tutto bene.
Hanno schiacciato il tastone On questa mattina, e hanno sparato una particella in un senso. Poi un’altra nell’altro senso. Sono le qualificazioni.
La gara vera e propria ci sarà tra qualche giorno.
Oppure siamo già in una dimensione parallela.
Il che giustificherebbe la mia stanchezza, sono appena tornato dalle vacanze e sono già stremato.

4 commenti:

Fabrizio ha detto...

Continuo a pensare che la rielezione dello stesso premier di 14 anni fa non possa che essere un effetto collaterale retroattivo...

Fab

Baol ha detto...

Ricordo che in "Terra" di Benni c'è un racconto sui fisici e la "particella di Dio" che è veramente fenomenale...

ciaooooooo

The Comedian ha detto...

Ti sbagli, Diego. Siamo finiti in un altro universo alternativo, un po' come quelli della Marvel (o di Dampyr, se ci piace giocare in casa).
Di la' il mondo e' finito. E non ce siamo accorti.

Ecco la prova:
http://canzonilibere.altervista.org/repubblica_fine_del_mondo/repubblica.it.html

The Comedian ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.