martedì, luglio 22, 2008

Riminizilla




Intro: Volevo fare delle foto. Non le ho fatte. Ho scoperto che se faccio altro, non riesco a fare anche le foto.


I tre giorni di stage sul fumetto sono andati abbastanza bene, pubblico vario e di diverse età, comunque attento e interessato. Bene.
Hanno anche fatto i compiti a casa.
Perla, una bambina di 7 anni, ha dato la miglior definizione di fumetto mai sentita in vita mia.
Mi sono già accordato con la sua mamma, quella definizione finirà dritta dritta nel nuovo manuale di sceneggiatura (attualmente work in progress)
Non vi dico quella definizione. Altrimenti, sono sicurissssssimo, qualche studente di semiotica me la ruba e ci fa una tesi sulla significazione e la comunicazione, prendendo trenta con lode e bacio accademico.

Tre giorni che ci volevano proprio.
Ringrazio il Cartoon Club per avermi invitato e per aver ospitato me e la mia bella.
Lei si è rilassata sotto l’ombrellone, e anche io, tra una lezione e un incontro.

Il mio senso paterno, è stato messo in moto parecchio dalla presenza dei pargoli dei miei amici.
Vorrei fare un patto con i miei geni e con quelli della mia bella. Ovvero, generare un erede a patto che ci venga come Greta Bartoli, Giovanni e Virginia Faraci. Altrimenti niente.
Ho avuto modo di passare un po’ di tempo con i Mini Faraci, e spero di non aver combinato troppi danni, ma dato che sono bambini svegli, avranno sicuramente capito che è meglio dare retta al papà e alla mamma e non a uno come me.

Non ero mai stato in spiaggia a Rimini.
Non è affatto male, la sabbia scotta, e la musica in lontananza che viene dal bar era piacevole. Evergreen e non tunza tunza.

Non so perché, ma l’accento locale mi mette immediatamente di buon umore.

La Casina Nel Bosco diventerà una delle mie mete preferite.
Si mangia la piadina, l’impasto, sì, insomma la piadina vera e propria, è fatta al momento da una truppa di signore vestite di bianco.
La farcitura della piadina è decisamente molto generosa e il rapporto qualità/quantità/prezzo è da altri tempi.
Salsiccia e Cipolle è al primo posto della mia classifica.
Segue: Squacquerone e Verdure Grigliate, dato che sto reintroducendo le proteine del latte, l’ho mangiata con estasi mistica.

All’altezza di Reggio Emilia, l’autostrada è attraversata da un ponte nuovo di zecca tutto illuminato.
Vedendolo mi sono detto: “Però… Sembra quasi di essere in Europa”

Dopo l’incontro a Bologna, ho rivisto Skiribilla!
E’ passata da Rimini e le ho fatto una storia di Dampyr a pallini.
Clyde mi ha fatto da consulente finanziario, e in compagnia dei presenti abbiamo chiacchierato a lungo di fumetti sotto l’ombrellone.

Per acclamazione dei partecipanti allo stage, dovrei tornare anche l’anno prossimo.
Speriamo di sì!
Anzi…
Paolo! Mi prenoto!
E questa volta prometto di coinvolgere l'ottimo Masi!

13 commenti:

Gea ha detto...

che bello, diego, mi è piaciuto un sacco questo racconto dei tuoi tre giorni riminesi, che quasi quasi mi è venuta voglia di farci un giro... fosse anche solo per la piadina (ma anche per l'accento dei romagnoli, in effetti, che forse con quello toscano è il più simpatico d'italia)!

Christian Cornia ha detto...

Beh la buona piadina romagnola nn tradisce mai :D
e soprattutto se fatta da "razdore" della vecchia scuola :D

il ponte di reggio è di Calatrava in persona... secondo me hanno prosciugato le casse comunali per due generazioni per farlo :D

Diego Cajelli ha detto...

@Christian
Urca!
E per caso sai anche che cosa ci passa sopra?
Il treno, vero?



Baci a Gea!

Christian Cornia ha detto...

no no ci si passa sopra in macchina, due e tre volte lo fatto... la figata sono i due archi che fanno da tirante :D

neikos ha detto...

Mi serve sta definizione di fumetto.
Devo farci una tesi.

Forse. :D

Fabio... ha detto...

In macchina...
L'alta velocità ci passerà sotto perpendicolarmente...

Le generazioni prosciugate sono 3, e per ricordarci quanto è bello essere fighi c'è la bolletta dell'enel che per l'illuminazione annuale del ponte è circa il bilancio medio del brasile...
(ma vuoi mettere che fighi noi col ponte e voi no?)

Comunque eccotelo qui
http://www.km129.it/

il Masi ha detto...

Ah! Ah! Ah!
E' la terza volta che commento un tuo post ed è la seconda che inizio con una risata alla fine della lettura dei tuoi scritti. Probabilmente quello che leggo mi diverte....
Dissento leggermente sulla classifica piadineria della Casina del Bosco: al primo posto roastbeef e maionese!
E comunque ancora complimenti per le lezioni. Hai snocciolato concetti molto interessanti filtrati dalla tua istrionica personalità, in un mix divertente e irresistibile.
Lunga vita e prosperità!

Fabio... ha detto...

Ah... La pubblicità dell'Agip l'han girata li...

Se vuoi farci un giro CLICCA

Skiribilla ha detto...

Domani mi auguro di avere una giornata meno tremenda di oggi e ieri così scannerizzo i disegni di Rimini e li metto da me, compreso ovviamente il tuo fumetto che ha avuto un gran successo, sallo!

(ma ribadisco quello che t'ho detto: dovresti farne e metterli nel blog con anche la tua voce che legge, avrebbero un successone!)

Anonimo ha detto...

Siamo stati un gran bene, nevvero?
Lollo

Tito Faraci ha detto...

Vi adorano, a te e Federica...

Andrea V. ha detto...

"Reintroducendo le proteine del latte"?

Si vede che non mastichi la dieta Montignac.

Non sai che cosa ti perdi, Dieguzzo.

clyde ha detto...

grazie per la storia a pallini e per le chiacchere....

clyde