lunedì, luglio 07, 2008

Quasi come Lou Ferrigno

E’ colpa mia, lo so.
Sono io ad essere profondamente sbagliato. Il mio cervello fa dei collegamenti per conto suo, e io non sono abbastanza intelligente da fermarlo. Va sempre a finire che mi incazzo come Renato Pozzetto posseduto dal Saraceno durante la rapina in banca in La casa stregata.
Mi strappo le vesti e ringhio, ma incazzandomi a casa mia, non posso nemmeno sfogarmi devastando il mobilio.
La televisione mi rende furioso e insopportabile. Ogni volta che mi incazzo la spengo, se riesco a tenerla accesa per più di un quarto d’ora di fila è un record.
Questo mi fa incazzare:



Lo spot Maxi Estate Tim offende la storia, offende una generazione intera, offende una fetta di mondo. Offende un modo di pensare. Offende tutti quelli che non hanno bisogno di andare al Billionaire per divertirsi, e che non guardano a Lucignolo come un profeta catodico.
Se fossi donna, mi sentirei moralmente insultata.
A quanto pare fa incazzare soltanto me. Pazienza.
Questo uso furbetto dell’estetica hippie e del concetto di free love, è molto subdolo, soprattutto considerando il finale con il poliziotto.
Non è uno spot, è propaganda politica.
E’ una critica della società del consumo rivolta ad un modo di pensare ormai lontano. Offende me, e offende tutti quelli che si ritrovano in qualche campeggio in occasione di qualche festival musicale.
Lo so. Sono uno menoso e cagacazzi. E’ colpa mia.
Però, non posso fare a meno di pensare all’alternativa.
Lo stesso spot. Con lo stesso concetto del cazzo, applicato però ad una rampante donna manager in tailleur, che da un SUV manda messaggi. Aspettiamo un bambino. E improvvisamente, in una decina di riunioni di amministratori delegati, qualcuno si alza, Sarò padre, e corre via felice. Anche il guardiano all’ingresso, un vitocatozzo, si alza gioioso, sarò padre….
In quel caso, sono sicuro, anche a qualcuno di Confindustria sarebbero girati i coglioni, e non soltanto a me.

22 commenti:

[a] ha detto...

è stato praticamente lo stesso pensiero mio e della mia ragazza nel vederlo ieri sera... uno schifo.

alex crippa ha detto...

no, no, fa incazzare anche me, tranqui.


OT: proseguo la lettura di Bugs, mi sto divertendo un sacco... finora il tuo racconto è quello che ho trovato più squisitamente narrativo, a differenza di altri più sperimentali, pur belli. insomma, è il racconto più "di razza" il tuo. Finora e a mio parer!

buoni presagi ha detto...

Lo spot non l'ho visto (e da questo computer non riesco ad accedere a youtube), però credo di averlo capito dalla descrizione che hai fatto e, sì, fa incazzare pure me.
Ma del resto stiamo parlando di pubblicitari.
Basta vedere il video che hanno fatto per l'assemblea del "club degli art director" per rendersi conto del livello.

giustina ha detto...

avevo visto lo spot una volta sola ma la coda del mio occhio e i miei neuroni sudati non avevano capito niente... avevo notato solo lo "stile" del campeggio e già era bastato a farmi roteare le palle, come se i giovani campeggiatori fossero tutti zozzi barboni che bevono la droga. infatti non avevo capito cazzo centrasse la storia della maxi tim. alla faccia.

Diego Cajelli ha detto...

Io non ho TIM, altrimenti passerei subito ad un altro operatore.
Che facciamo?
Ci ingrilliamo e lanciamo una campagna?

giustina ha detto...

peti (zione)!peti (zione)!peti (zione)!peti (zione)!peti (zione)!peti (zione)!peti (zione)!peti (zione)!peti (zione)!peti (zione)!peti (zione)!peti (zione)!peti (zione)!peti (zione)!peti (zione)!peti (zione)!peti (zione)!

Anonimo ha detto...

Non credo che Tu sia l'unico a incazzarTi, lo sono anche io. Ma difficilmente tra quelli che si incazzano ci sarà qualcuno che potrà andare a dire sui media, quella pubblicità di (bib televisivo) è OSCENA !

Per salvaguardare il mobilio ho preso l'abitudine di tenere per l'uso alcuni rottami da butare (es piatti più che sbrecati).

--
Osoloco

Fabio... ha detto...

Io nel mio Ottimismo (profumo della vita) alla prima visione avevo pensato: "Bella gag, gli amici hanno frainteso il messaggio -aspettiamo un bambino- mandatogli"...

Alla visione successiva l'ho capito, ma l'ho vista come barzelletta sui luoghi comuni...
(Le manager in tailleur non usano timtribù)

Gea ha detto...

figurati, diego,se sei menoso tu io cosa dovrei dire? ormai il 50% delle pubblicità mi fa incazzare (l'altro 50% facilmente non lo capisco nemmeno), mi lamento tantissimo, mi sembro una di quelle zitelle inacidite a cui dà fastidio tutto:)... per esempio avevo odiato quella della cocacola zero dell'idiota sul pullman, m'era parsa anche lì lo specchio di una società frivola e vuota... ma è solo un esempio! lucignolo, studio aperto che dovrebbe essere un telegiornale, mariadefilippi... sto cadendo nel banale, ma l'andazzo è quello. per te che possiamo fare per cambiare 'sto schifio?

dario dp ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
dario dp ha detto...

Il non guardare del tutto la TV mi fa vivere meglio. Molto meglio. Pensa solo come migliora la qualità della vita a non vedere mai la faccia di La Russa.

Però mi fa perdere il contatto con la realtà... che riesce sempre a superare ogni mia fosca previsione.

Grazie di esserci Dié.

Thomas Magnum ha detto...

stradaccordo.
E la tv ha cominciato ad offendermi seriamente gia dal 2000.
Sono otto anni che la snobbo allegramente e mi viene in mente solo una parola: disintossicazione.

Design270 ha detto...

uscite dalle vostre case, basta TV, basta emilio fede, basta campagne contro qualsiasi cosa, torniamo alla campagna, oppure torniamo alla compagna e alla compagnia. Riaccompagnamoci.
Smettiamola di farci raccontare la vita dalla TV, torniamo a vivere in prima persona. Contan balle su tutto anche sulle balle che raccontano e se hanno finito le balle, ne inventano di nuove, sono dei creativi della balla, che poi in questo periodo che si fa mietitura di balle se ne vedono di ogni forma: rettangolari, rotonde a forma di girella e a forma di golosastro oppure ci sono i covoni che sono grandi covi dove si trovano i ladroni.
Basta con questo relativismo spiccio dove la TV certifica che tutto è vero e tutto è falso. Le cose o sono successe oppure qualcuno se l'è inventate. Berlusconi è indagato per corruzione? Sì. Fine. Non ci sono i magistrati cattivi e le cospirazioni rosse. Non è un film, è la vita vera. Nella vita vera i sensazionalismi facili generano i disinformati obesi, dei ciccioni ignoranti che hanno costantemente fame di frottole per poter vivere.
Usciamo dalle nostre case.

Fabrizio ha detto...

Evveeero, è una presa per il culo fatta con una determinata chiave di interpretazione, che va a pungolare un movimento che è stato ormai "plastifcato".

Ma personalmente mi sento molto più offeso da altro, in TV.
Mi sento offeso da una Licia Colò che la mena in trasmissione sulla
multietnicità e poi tira fuori che lei è cosmopolita perchè tutta la sua servitù è straniera... (!)
E intanto vogliono schedare i bambini Rom...

Mi sento offeso a rivedere le immagini del massacro alla scuola Diaz, quando in quel periodo urlavano contro "manifestanti facinorosi"...

Mi sento offeso quando il Ministro delle Pari Opportunità tratta i gay come scherzi della natura...

Mi sento offeso quando l'attuale Premier consiglia ad una precaria di sposare suo figlio o un altro riccone...


MA SINCERAMENTE questa mi fa alzare gli occhi al cielo. Non molto di più.
Come ha detto Fabio è una gag su un luogo comune.
Evabbè...

Ormai incazzarsi con i pubblicitari è diventato facile come sparare alla croce rossa.

L'idea dei manager è molto più figa
di quella realizzata.
Ma è vero: i manager NON usano Tim Tribù.

E quello conta, se studi la comunicazione di un prodotto

Fab

clyde ha detto...

dire che fa schifo non basta a dire quello che penso

clyde

kingsimon ha detto...

dovete capire che c'e' una parte di questa utenza , che continua a inventarsi storie fantastiche e teorie risibili per cambiare il parere del poplo italiano ( mi consenta )

sig.TIM

Fabrizio ha detto...

Mah... Io trovo che si tranquillamente sdoganabile. Ne ho parlato con i miei ed altri amici di famiglia della "flower generation" e non ci hanno trovato nulla di chè.
Piuttosto odiano la campagna "Oh my gold" della Citroen, con Naomi Campbell.
Una dimensione di finto lusso californiano attribuita ad una semplice utilitaria, grazie a stupide rifiniture dorate, mentre il prezzo del petrolio va a mille.

Quello è molto peggio.

La nuova campagna istituzionale TIM ha trovato il modo di rendere il concetto di "User Friendly" con originalità. Tutti quei telefonini "folletti" stupiscono e affascinano e raccontano che dietro la tecnologia ci sono comunque persone.

Mille anni luce più avanti rispetto al vigile De Sica...

Fab

HulkSpakk ha detto...

Se fossi stato uno dei tipi a cui appariva nella mano la miniatura della troia, avrei stretto forte forte il pugno.
Altrochè.

il prins ha detto...

...Diego come proposta per uno spot alternativo, invece delle manager, propongo (essendo i protagonisti già strautilizzati per altre compagnie):

una velina (o letterina) che manda il messaggio, e tutti i giocatori di una squadra (squadre?) di calcio che si alzano dalla panchina dicendo "sarò padre!"
accetterebbero con uno spot così di fare i testimonial?

per essere poi pedanti fino in fondo: bello dire a qualcuno che sarà padre con un sms...

Ciao, il tuo è sempre il ninja fra i blog.

Anonimo ha detto...

Fare una pubblicità con la velina che manda il messaggio ai calciatori o con una manager, è la stessa cosa.
E' meno offensiva perchè non offende noi (che amiamo gli hippy e odiamo i suv), ma offende gli altri.

Il lavoro del pubblicitario è far rimanere impressa la marca che deve sponsorizzare, credo che il più delle volte si vergognino loro stessi di quello che fanno.

Il problema sono gli spettatori.

Quadrilatero ha detto...

Una pubblicità con un ministro delle pari opportunità che manda l'sms al presdelcons sarebbe stato più veritiero.
Ah, già... coi pompini non si rimane incinta.

Anonimo ha detto...

è offensivo per la gravidanz ! si può comunicare una notizia del genere con un sms ? le donne devono essere rappresentate da una troia del genere ? Gli uomini devono essere rappresentati come dei cornuti imbecilli del genere? Queste cose possono accadere solo nei paesi sottosviluppati come l'Italia