mercoledì, giugno 18, 2008

La pancia della nazione

E’ tutta colpa di Buoni Presagi. Un paio di settimane fa ha postato il link a Spazio Azzurro, un bel posticino in cui gli elettori del Polo delle Libertà postano i loro brevi messaggini Sms.
Mesi or sono, avevo letto che Berlusconi aveva saputo rispondere alle necessità della “pancia della nazione”. Ed eccola qua la pancia della Nazione, una pancia che si agita, si scuote e, inevitabilmente, essendo panza, scoreggia.
Questa ricerca non ha alcuna valenza scientifica, non ho segnato i giorni in cui ho raccolto i dati, e dopo un po’ i messaggi sul sito spariscono.
Non ho corretto gli errori di italiano e ho lasciato le maiuscole, le frasi ogni tanto si interrompono perché c’è un numero limitato di caratteri a disposizione per il messaggio.
La mia ricerca è durata più o meno due settimane, poi ho smesso.
Il mio divertimento iniziale è mutato presto nell’assoluto sconforto, di fronte a qualcosa che non riesco a definire in poche parole.
Se fossi sociologo, scriverei un libro, ma non lo sono.
Ho osservato la maggioranza, una maggioranza inconsapevole di quanto sia manipolata, e ignorante dei più banali principi democratici. Una pancia ultras da stadio, che si rivolge a Silvio come un idolo pagano con il riporto.
Per farmi ancora più male, ho inserito i miei commenti in corsivo.

Il Governo Ombra.
Per chi capisce soltanto gli slogan pubblicitari, una parola “semplice” e ricca di appeal è l’unica cosa che può penetrare nell'immaginario.
E’ la logica del tormentone televisivo, l’unico linguaggio che sono in grado di comprendere.

Per cui, il concetto di “Governo Ombra” è un concetto che arriva, come “lava più bianco” o “Italiaaa Unooo”.
Plauso al PD, se avessero chiamato il Governo Ombra: Comitato Di Osservazione Politica, probabilmente nessuno lo avrebbe cagato.

da: ricky33 siamostanch
Basta governo ombra. Hanno perso e x avere visibilità s’inventano i titoli da Ministro. Ma hanno anche i sottosegretari? I ministri ombra hanno l’auto blu e la scorta?

da: GRILLA DUE
IL GOVERNO OMBRA: UNA SORTA DI CARBONERIA LUGUBRE CHE AMMAZZA LE NOSTRE SPERANZE. CONTINUANO A GOVERNARE LORO. CI CONFONDONO, CI DEMOTIVANO.PRENDETE LE VOSTRE REDINI E

da: titty
ma insomma sto governo ombra che ci sta a fare?

da: GRILLAl
IL "GOVERNO OMBRA" OCCUPA LA SCENA. MA DOVE MAI SI E' VISTO!!!!!!!!! FATE QUALCOSA PER RIPRISTINARE LE PROPORZIONI DI UNA NORMALE INFORMAZIONE SU QUANTO SI DECIDE.

da: cristina da firenze
Con la grande maggioranza che abbiamo, dovevamo dare una prova di forza ed invece va a finire che governano loro. Non ci siamo per niente. Questa gente non ci merita!

da: cristina da firenze
E ora, che si fa? Avevamo sperato tutti in un cambiamento ed invece..la si nistra governa ancora il paese e noi? e i nostri voti? Non ho parole. Vergogna!!!!


Il nucleare

da: fiamma
di pietro non vuole il nucleare perchè dice che inquina,ma che c'azzecca ,fatti un giro per l'Italia e vedrai che ci sono tante altre cose che inquinano,hai capito?

In effetti, l’inquinamento prodotto da una centrale nucleare è proprio uguale uguale a quello prodotto da una pizzeria.

da: titti
il nucleare e' necessario. NON SE NE PUO' PIU' di subire sempre aumenti di luce, gas, benzina

Okay, allora stringi la cinghia per i prossimi 10 anni, che appena è pronta la prima centrale…


La Televisione

da: WW RETE 4
LASCIATE RETE 4- I SX DOVREBBERO GUARDARE + I PROBLEMI LASCIATI EUROPA7 HA AVUTO GIA' PARECCHIA PUBBLICITA' E POI E' 1 RETE CHE POTEVA ANDARE BENE NEL 1970!!! BAST

Una televisione che non può andare in onda, nonostante le frequenze siano sue di diritto, non capisco quale pubblicità possa ricevere.
Che poi sia o meno una rete vintage, e a me non dispiacerebbe, lo capirò quando la vedrò nel mio televisore.

da: claudia
Sto cercando di disdire il mio abb. a SKY perchè sono sempre meno obbiettivi e sempre più di parte. Mi stanno rendendo difficile la procedura con ogni mezzo.REAGIAMO!!

Pensa invece che l’unico modo che ho per non guardare il Tg5, il Tg1 eccetera, è tenere spenta le tele.

da: 2012: SWITCH OFF
Adeguatevi al DIGITALE TERRESTRE, nel 2012 avverrà lo switch off e TUTTI i canali analogici verranno spenti. Cosa aspettate? I ricevitori costano una sciocchezza. Forz

E indovina un po’ di chi è la società che li vende?

da: CARLA
PERCHE' DOBBIAMO SEMPRE SORBIRCI QUELLE FACCE DA MEDAGLIA ROVESCIA DI "RAI TRE"? NON SI POSSONO MANDARE SU SATELLITE ED OLTRE?

Tipo, spegnere ogni dissenso e ogni pensiero non gradito?

da: debora
ma perche' non fanno sparire rai tre? e' inutile e penosa

da: DEBORA
con i problemi che la sx ci ha lasciato stanno a pensare a rete 4

da: silvia
NON TOCCATEMI RETE 4

da: ugo2008
perché non facciamo come in passato! perché non facciamo sparire i vari Santoro, Travaglio, e tutti gli altri che sputano solo veleno e per di più nella TV di Stato ?

Lo so che durerà ancora per poco, ma siamo in una democrazia dove c’è un minimo minimo di libertà di espressione.

da: energumeni scemi
La sinistra massimalista (di D'Alema, Di Pietro, Veltroni e truci kompagni) ha un odio sciocco, inveterato, stalinista e belluino verso il TG4 di Emilio Fede.

Mentre Emilio, si sa, nei confronti degli altri è un vero signore.


La Democrazia

da: i veri cancri
Italiani sono la magistratura e i sindacati - quando saranno estirpati si potrà veramente sperare in una rinascita del paese, non prima - colpirli senza pietà -

Magari a fucilate, eh? Esattamente come in Sud America.

da: VINTIEVINCITORI
LA DESTRA A VINTO AMPIAMENTE E DEVE GOVERNARE CON I SUOI IDEALI TUTELARE LA MAGGIORANZA DEGLI ELETTORI CHE L'HANNO VOTATA LA SINISTRA ADESSO ASPETTI IL SUO TURNO

Monopoli! Io sto fermo un giro, va bene.
A patto che “qualcuno”, quando i dadi gli dicono sfiga, vada in galera.

da: Alkampfer
Se Berlusconi, PDL e Lega non avranno il coraggio di sfidare il potere mafioso dei comunisti della magistratura e costringerli alla democrazia, non cambierà nulla!

Siamo al potere mafioso della magistratura.
Io non riesco a dire niente.
Penso a Falcone e Borsellino e sto zitto.

da: Alkampfer
Alfano, Ministro della Giustizia, vuole "dialogare" con la magistratura, ANM e CSM ? Ma quale dialogo e dialogo?! Va abrogata autonomia magistratura! ADESSO !

Ancora tu?
Immagino sia inutile parlare della necessaria divisione dei poteri di uno stato, sì?


Varie ed eventuali

da: Duke
Vi stupite della laurea onoris causa a Benigni? Io ancora oggi mi stupisco del nobel dato a un guitto come Dario Fo...

Dario Fo lo conosci benissimo, vero?
L’hai visto un sacco di volte a teatro, e hai capito il suo lavoro sul linguaggio.

da: fiamma
Ancora arrivano clandestini a Lampedusa,quando finirà sto strazio?

Appena in Africa si starà un po’ meglio, credo.

da: margio
Il popolo PDL è l'espressione di tutti quelli che aborriscono le ingiustizie viste o vissute e che si stanno battendo per un'Italia più giusta. Credono in SILVIO.

Andando sul mistico/religioso, mi è impossibile non pensare a occhi, travi e pagliuzze.

da: Carlo
E' triste vedere i comunisti invasati e vittime di una palese invidia verso Silvio. L' odio, come droga, li accomuna in una follia collettiva fino a morire per overd

Silvio, non è un politico, è un amico. E’ un Idolo.
Per tanto, ogni possibile voce in disaccordo si traduce in un disaccordo umorale e sentimentale, non politico.

da: Teogate
Amnesty, gli amici dei non gobal, di nessuno tocchi caino, di agnoletto & so. Forse è ora che più nessuno dia un centesimo x queste "associazioni" a delinquere. Bast

da: Perchemeravigliarsi
cosa vi aspettavate da Amnesty? purtroppo abbiamo dato troppo spazio per far creare associazioni sinistre

Anche qui, non ho la forza di dire nulla.
Non ce la faccio.

da: gomorra
Sono sicuro che chi vedrà il film Gomorra(ci mancava questo),penserà che tutta l'It è cosi.Ora basta!!!

Perché di certe cose NON si deve parlare.
Esattamente come successe per “Ladri di Biciclette”.
Comunque, ti ricordo che Gomorra prima di essere film, è stato libro.



E poi basta.
Ho smesso con questa purulenta raccolta di figurine.
Che vada avanti qualcun altro, io dopo un po’ ho raggiunto il mio limite.

42 commenti:

AlessandroDiVirgilio ha detto...

Un lungo e terribile requiem.

buoni presagi ha detto...

Grazie per avere rilanciato!

Però c'è una cosa da premettere, per rendere ancora di più il livello: a monte c'è un filtro.
Una redazione (vabbeh, un tizio, qualcuno) seleziona i messaggi che vanno sul sito, scartando quelli di insulti, che vanno nella sezione Sinistra Tolleranza.
Questo vuol dire che certe mostruosità non sono solo "pancia della gente". Sono, di fatto, condivise e giudicate degne di essere segnalate dal partito del capo della maggioranza. Così, "potere mafioso della magistratura" non è solo l'opinione di chi ha mandato il messaggio, ma pure di Forza Italia tutta.
Questo è davvero pazzesco, la leggerezza con cui questi "grandi statisti" danno voce alle peggiori pulsioni dei loro elettori.

IO ha detto...

Purtroppo questi "personaggi" sono in mezzo a noi.. sono nostri ex compagni di scuola, amici, colleghi di lavoro, compagni del calcetto.
Purtroppo mi sono trovato a parlare con gente convinta che il nucleare ci risolverà i problemi, che la camorra sia solo a napoli, che tutti gli extracomunitari sono qui per delinquere, e potrei continuare per pagine.
E' veramente triste vedere come i media stiano esasperando gli animi, manipolando i pensieri di chi ha la testa più vuota di altri.
La cosa deprimente è che ci parli e spieghi le cose, snoccioli argomentazioni e fatti e cosa rispondono? "ah, sei diventato un comunista".
come se fosse un dogma: non la pensi come me quindi sei un "senza Dio".
Mah, sono molto sfiduciato nel futuro se questa è la gente che ci circonda...

IL GABBRIO ha detto...

Purtroppo, ne sono certo, la maggior parte di questa gente è laureata o sta per laurearsi e le facoltà saranno di sicuro Giurisprudenza, Economia e Scienze Politiche... Rivoglio il mio esame di filosofia del diritto, rivoglio quei libri e metterli sul petto al posto della Bibbia!

kingsimon ha detto...

caro diego , a parte che cio il blog nuovo , stavo teste' parlando con mia madre del bizzarro e incontrollato fiorire di provvedimenti che mr. B ha appena sciorinato......giro di vite alla liberta' di parola-pensiero militi armati di quasi pieni poteri in mezzo ai civili.....etc etc......oibo' che paurissima!!!!

Baol ha detto...

Mi viene da vomitare...scusate :(

@ gabbrio: Io sono laureato in economia ma non posso fare a meno di dirti che hai ragione :(

IL GABBRIO ha detto...

Laureando in giurisprudenza, ma non ho nulla da spartire con le affermazioni indicate dal Dié!!! : )

Dario ha detto...

Per me per capire l'Italia basta andare su http://silvioberlusconi.splinder.com/
un blog palesemente ironico che contiene tutte le chicche di Berlusconi, posto in prima persona come se fosse davvero lui a scriverle.
Guardate i commenti, c'è gente che scrive pensando sia VERAMENTE lui e gli si rivolge in prima persona.

Ma basta anche andare in questo sito a due post fa (tracce sul tema), dove ho paura che l' anonimo abbia creduto fossero vere.

Abbiamo perso l'ironia e io chi si prende sul serio lo odio.

Dario ha detto...

O basta leggere il blog di "quellolà", che se non è un fake (io in cuor mio e con aria un po' snob ci spero sempre) è il miglior indicatore di cosa ha creato il berlusconimo.

Fabrizio ha detto...

OH


MIO



DIO...




(spero di avere ancora anti-emetici in casa...)

Fab

Luigi Serra ha detto...

Oh, my god! Ma è incredibile!
Devo dire, però, che conosco diverse persone che hanno votato PDL, ma non sono così messi male come questi.
Sarò fortunato io... chissà.
In ogni caso è davvero preoccupante...

The Comedian ha detto...

No, Diego, non dirmi che non ne sapevi niente!

Comunque è vero, questi loschi figuri... vivono tra noi...
Mi ricordo un mio compagno di corso universatario (laureato, eh!) che sosteneva che la democrazia è fastidiosa perchè "tutti dicono quello che vogliono e non si combina niente". Ovviamente era un fan sfegatato di Silvio, guardava regolarmente il tg4 e altre amenità del genere...

Ora dico, mettetevi nei panni di coloro che che saranno alle dipendenze di personaggi come questo...

Anonimo ha detto...

italiaa unooo!!
Ho vinto quacche cosa?

AlessandroDiVirgilio ha detto...

Procediamo a cervelli spenti, ragazzi.
Ieri ero a una festa di compleanno e me ne stavo bello rilassato a chiacchierare con amici di campionati europei, quando capto, in una conversazione accanto, una frase detta da un ragazzo di 20 anni (20 anni, cristo!) che affermava, con strepitosa "originalità", che i romeni dovrebbero essere tutti cacciati dall'Italia.
Lo so che spesso (troppo spesso) non ne vale la pena, ma questa volta non ho saputo resistere.
Mi sono girato verso il "genio" (che, tra l'altro, reputavo, fino a irei, appunto, un ragazzo intelligente) e, dopo avergli fatto notare che, essendo comunitari era una cosa infattibbile giuridicamente parlando (dimenticavo: il "genio" studia, con ottimi voti, a Giurisprudenza), era comunque assurdo generalizzare in quel modo.
Lui mi guarda e fa "Lo so, ma dato che è impossibile distinguere tra romeni buoni e cattivi, anche se a malincuore, bisognerebbe sbatterli tutti fuori".
L'ho guardato muto e consapevole che qualsiasi cosa gli avessi detto sarebbe rimbalzata come su un muro di gomma e sono tornato a disquisire di zona e 4-4-2.

Amen

Andrea ha detto...

esterefatto.

Adriano Barone ha detto...

E questo, Alessandro, è il chiodo sulla bara.
Appena si rende conto che la realtà che ci circonda è complessa e non riducibile a formulette semplici, la gente alza le mani.
La maggior parte delle persone non riesce ad accettare (o meglio, è troppo PIGRA per accettare) il fatto che a problemi complessi non esistono soluzioni semplici.
Prima ancora di fare questo discorso, va detto che ci sono persone che, completamente rincoglionite dai mezzi di comunicazione che fanno capo a Berlusconi, non riescono a fare il "passo indietro" per valutare con un minimo distacco e oggettività la profondità della MERDA in cui ci troviamo.
E questo lo fanno colpevolmente o meno, non tutti hanno gli strumenti critici-intellettuali per capire cosa sta succedendo in Italia e quanto delle loro "percezioni della realtà" è manipolato dalla TV: un esempio lampante è il tema della sicurezza.

Ecc. ecc. ecc. ...

:A:

Curioso ha detto...

C'è poco da stupirsi. Una volta c'era il pensiero politico, la coscienza politica, che ci si formava in famiglia, o alle superiori confrontandosi con i proprio coetanei e con la realtà che, piano piano, prendeva forma.
Ormai questa fase la si salta a piè pari. Questi sono stati "cresciuti" a pane e Berlusconi. E' come Dio: non sai cosa dice ma sai che c'è, e ci credi.
Ed ha ragione alessandroDiVirgilio quando dice che ogni tentativo di discussione, anche solo per capire i perché di certe idee, trova solo un muro di gomma a rispondere.
Un foglio bianco, ma con la copertina azzurra colma di spot e siglette.

Diego Cajelli ha detto...

E' un po' che ci penso, e lo so che dirò una cosa bruttissima, però...
Anche considerando il lavaggio dei cervelli, la colonizzazione culturale, il teorema dell'anello (o sindrome di Stoccolma) l'inesistenza di un qualsiasi tipo di opposizione valida (non solo politica, ma anche culturale) non penso, davvero, che almeno un microscopico campanello d'allarme non sia suonato in qualche cervello. (cervellino? cervellone?)
Penso che sia fisiologico capire quando qualcuno in verità, te lo sta mettendo in quel posto.
E se così non è, significa che alla maggioranza va bene così.
Ecco perchè, secondo me, non c'è più nulla da fare.
Ed ecco perchè, appena potrò farlo, io da qui me andrò.
Il famoso "risveglio delle coscienze" è una cazzata. Punto.
Nessuno si "sveglierà", perchè nessuno ha voglia di essere "svegliato".
Noi, qualcuno, sa il perchè, ma in questo momento a me non interessa più spiegare a uno che dorme perchè sta dormendo.
Che dorma.
Io vado a fare colazione a Londra, in Spagna, in Canada o dove deciderò...

RRobe ha detto...

Io quando si arriva a dire "me ne vado"; non vi seguo più.
Echecazzo risolvi a parte che "TU" vai a stare meglio?
Resistere.
E in casi estremi, combattere.
Anche combattere brutto.

Fabrizio ha detto...

Pucciati nel Mondo Nuovo.

Ogniuno dei nostri blog è un piccolo fronte di resistenza...

Fab

Diego Cajelli ha detto...

@Rrobe
Okay...
Ma contro chi, esattamente?
E con quali armi?

Per ora, ho combattuto così:
Non ho ceduto alle lusinghe del credito al consumo.
Pago sempre il biglietto del tram.
Rispetto le file.
Ho contribuito a fare avere alla signora che viene a farmi le pulizie il permesso di soggiorno.
Mi incazzo su un blog.
Ho fatto dei fumetti, diciamo, "sociali".
Cerco di trasmettere il "pensiero critico" ai miei allievi, quando capita.
Non guardo Tg.
Non cerco di fottere chi ho davanti.
Differenzio la mia immondizia.
Spengo le luci quando non mi servono.
Non mi vesto come uno del Grande Fratello.
Azzecco i congiuntivi.
Ho fatto installare nel mio cesso un doppio sciacquone, uno per "il grosso" e uno per "il piccolo" in modo da risparmiare acqua.
Leggo due libri alla settimana (sballando tra l'altro tutte le statistiche in merito. E lo fai anche tu, voi, eccetera)
Varie ed eventuali.
E non mi sembra sia sufficiente.

IL GABBRIO ha detto...

@ Diego

Non lo so...quando ho studiato Hobbes ho ritenuto che dicesse delle cavolate, ed anche se sosteneva che gli esseri umani cercano di arginare la loro propensione alla guerra (termine molto generico) nel favoloso "contratto sociale", ho sempre pensato che si sbagliasse nella concezione di fondo...

Poi sento un bambino di nove anni (cazzo, nove) chedermi:

"Scusa, ma perché i rumeni non se ne stanno a casa loro?"

e lì sono tremendamente inerme e spiazzato per qualche secondo e penso che forse qualcosa è andato molto storto senza che ce ne accorgessimo.

Diego Cajelli ha detto...

@Il Gabbrio.
Io non ho studiato Hobbes, però ho visto molti documentari e mi viene in mente Konrad Lorenz!
:-)
Non ti ha "parlato" il bambino, ti ha "parlato" l'ambiente in cui è cresciuto...
Io ho la fortuna/sfortuna di uscire spesso da questo ambiente protetto dei fumetti. Tra l'altro quando ne esco, spesso finisco in un Non-Luogo, dove passo le vacanze, perchè sono un turista del cazzo e non un viaggiatore alla Chatwin.
Nei villaggi turistici io la vedo "la pancia della nazione".
Le mamme sono delle veline tradite/deluse, con occhiali di Gucci grossi quanto la faccia e il culo fuori dai jeans di D&G.
I papà, con i muscoletti e la faccia annoiata in down da spaghetti al dente.
Ergo, che cazzo vuoi che insegnino ai propri figli delle persone così?
Sono gli stessi che quando un prof a scuola mette una nota al pargolo, poi vanno in classe a menarlo.
E Di nuovo.
Da capo.
Con quali armi e contro chi si deve combattere questa guerra?

IL GABBRIO ha detto...

Si, hai ragione, ma conosco i genitori del pargolo e non appartengono assolutamente alla categoria da te descritta...ma allora, dove cazzo è l'intoppo?
Informazione, scuola, l'amico che ha genitori come quelli che dici tu? Boh?
Comunque (non vorrei aprire una sottodiscussione) per me uno può avere anche i peli del sedere firmati e darsi all'aquisto griffato sfrenato se questo gli è utile a sopportare il quotidiano, dato che le debolezze umane sono infinite (sempre meglio dell'alcool o del rifiuto del cibo, per intendeci) però come essere umano ha il dovere di andare oltre ed usare il cervello!!! : )

buoni presagi ha detto...

fresca di giornata:

da: TUTTI ALLA RICERCA
del sito di UOLTER per dirgli di farla finita,abbiamo capito ke fa tanta caciara per non far parlare del buco lasciato a ROMA.Il primo ke trova il sito lo comuniki.

(non sanno usare google, però hanno imparato a usare il campo "da:" come se fosse un titolo per allungare il messaggio)

Comunque, temo che "resistere e combattere" (dal punto di vista culturale) non possa che servire a tenere una posizione. In questo senso, non è molto differente, come impatto globale, che la soluzione "espatrio".

Daniele Caluri ha detto...

@ Diego & Rrobe: ragazzi, l'Italia è il condominio più bello della città, ma con gl'inquilini peggiori.
E peggiorati, in una ventina d'anni.
L'impulso a levarsi dai coglioni è davvero fortissimo, ma deleterio. Per quanto Rrobe sia spesso un cazzaro, un inguaribile provocatore, un agitatore di acque per puro godimento, io la vedo come lui.

Che fare se non sembra sufficiente quello che già si fa? A ognuno il suo, nella misura in cui è possibile. Le piccole azioni, lo scambio e il controllo delle informazioni, l'esercizio critico, le scelte anche apparentemente più insignificanti, sono la brace che va continuamente alimentata.
E chi col suo mestiere arriva a più persone, fosse anche un fumettaro del cazzo, ha una responsabilità in più.

Dario ha detto...

Non lo so, io sono con Diego.
Quello che dice Roberto è giusto e in misura anche nobile.
Però contiene in sè un senso di patria che a me proprio non appartiene.
Come si può "combattere" senza potere, e soprattutto per chi? Per le persone che ignorano di andare contro il loro benessere?
E soprattutto perchè dovrei "combattere" per una situazione di cui non ho colpa e in cui mi ritrovo del tutto casualmente?
Ad una persona nata in zona di guerra o in un paese povero qualcuno biasimerebbe la scelta di andarsene?
Mi si può dire allora che il discorso non è di comunità ma individuale e anche un po' egoistico, non lo nego, per me è così, io non sto bene e potrei stare meglio altrove.
A 22 anni mi trovo davanti un muro e mi fa paura, perchè dovrei restare a vedere una situazione fuori dal mio controllo degenerare progressivamente ritrovandomi impantanato in una vita problematica circondato da persone di cui non ho il minimo rispetto?

Carburo ha detto...

Ciò che mi fa più paura non è l'insensata mancanza di senso critico nei confronti del leader (mancanza che si coglie leggendo in quasi tutti gli interventi solo eco sbiadite delle parole del B., soprattutto nella demenziale frase sulla magistratura mafiosa), ma la fede cieca che traspare.

Berlusconi come Padre Pio.
Berlusconi come Wanna Marchi.
Berlusconi come la Madonna.

Ecco, questo mi fa paura.
Siamo fuori dalla politica, siamo negli spazi più confortevoli della fede, dell'uomo forte, della leggenda popolare.

Fuggire.
"Si, ma dove?" per parafrasare Lu Colombo.
Dov'è che la puzza si sente meno?

Saluti.

Fabrizio ha detto...

rEsistere, rEsistere, rEsistere.

Finchè non se ne può più...! :D

Fab

RICCARDO ha detto...

Io ti amo.

Andrea V. ha detto...

Quoto Rrobe e Daniele Caluri.
Ricordiamogli di Alamo!
(E poi, Diego, in Canada fa davvero troppo freddo).

Diego Cajelli ha detto...

Diciamo che, in un ottica romantico/partigiana posso "rimanere a rompere i coglioni" ancora per un po'.
Resistere, contrattaccare e cercare di trasmettere qualcosa, anche solo un testimonianza nel piccolo quotidiano.
Almeno fino all'eventuale comparsa di un cucciolo di Diegozilla.
In quel caso, perchè dovrei negargli una realtà migliore lontana da qui?

Diego Cajelli ha detto...

@Riccardo
Evviva l'amo o o o rè!

Design270 ha detto...

Mi associo a Rrobe, non condivido la logica della Fuga.
1) Ognuno è essenziale al processo democratico e in particolare chi ha senso civico e lo promulga.
2) Nessuno è escludibile dal processo democratico e chi si auto esclude la da vinta al totalitarismo. Le Voci Atroci dicevano "...Chi tace acconsente anche per te..."
3) Dal conflitto matura l'evoluzione e la crescita, è un processo naturale ed essenziale, bisogna battersi per far passare la paura del CONFRONTO. Questo è un punto centrale del processo democratico.
4) Ogni volta che si cede è più faticoso ricostruire.
In alto gli animi stiamo vivendo un momento storico confuso e ricco di contraddizioni, sicuramente faticoso ma è anche stimolante.

NON SMETTETE DI PARLARE E CERCARE IL CONFRONTO.

Nel frattempo marcatevi questi nomi e fate attenzione a loro.
Angelino Alfano, Ignazio La Russa, Luca Zaia, Claudio Scajola, Mariastella Gelmini. A parte i soliti noti questi sono quelli che negli anni prossimi vedrete emergere sempre di più nella scena politica italiana. Soprattutto Alfano amico dei mafiosi ci regalerà momenti per la battaglia. Forza e coraggio.

Daniele Caluri ha detto...

Ok, i tempi sono maturi.
CHIAMATA ALLE ARMI: Diè, Rrobe, Riccardo... Quand'è che ci troviamo per dare vita ad un progetto editoriale che balli felice sul filo di rasoio della denuncia penale?
(Risposta: quando troveremo un editore con i controcoglioni, e soprattuto un buon pool di avvocati).

Diego Cajelli ha detto...

@Daniele
Chiaramente, io ci starei...
L'unica cosa è che dovremmo arrivare come delle palate in faccia, colpendo tutti, senza cantarcela e suonarcela soltanto tra di noi.
L'unico mezzo in grado di fare una cosa simile è un settimanale free press a distribuzione nazionale.
Per cui, l'editore, oltre ad avere i controcoglioni deve avere anche un bel gruzzolo da investire.

Daniele Caluri ha detto...

"L'unica cosa è che dovremmo arrivare come delle palate in faccia, colpendo tutti, senza cantarcela e suonarcela soltanto tra di noi."

C'era bisogno di specificarlo? :-)

ketty formaggio ha detto...

Chiamata alle armi...
Non che io non sia partigiana, anzi, combatto per quello in cui credo. Ma mi sento impotente. Quante volte ho provato a far capire, pazientemente e in modo ragionato, ai miei genitori, ai miei suoceri. E loro: "Ma lui mi ha alzato la minima (pensione)", lui mi toglie l'ici", "non hai visto che porcheria hanno fatto quelli di sinistra?".
Ci provo e ci riprovo.
Niete di niente. (che bello che le alliterazioni rendano così tanto il mio senso di impotenza)

Poi ripenso ai miei poveri ricordi di storia e scopro che i popoli si ribellano solo quando sono oppressi fino a non poter più mangiare. Le PAX, tutte quelle di cui ho letto, sedano le coscienze. E adesso siamo in un periodo di Pax imposta forzosamente, secondo me, dal sistema mediatico.

Ho pensato solo cazzate? me lo auguro.

Ciao
ketty

AlessandroDiVirgilio ha detto...

"Almeno fino all'eventuale comparsa di un cucciolo di Diegozilla.
In quel caso, perchè dovrei negargli una realtà migliore lontana da qui?"

Per solidarietà a chi di cuccioli ne ha tre ed è indissolubilmente legato a QUESTA realtà.

Hellpesman ha detto...

se chiamate alle armi io ci sto... io ci credo come cattolico... come comunista... come italiano... come fumettaro.

Non sparo, non uccido, ma le mie armi sono il loro sistema, e al massimo "nella fondina ho" le loro "carte visa"!

Anonimo ha detto...

E' rincuorante sapere che c'è ancora qualcuno che abbia voglia di combattere contro l'ignoranza frutto di 15 anni di lavaggio del cervello...

Antonio ha detto...

Due cose: lungi da me difendere i minorati mentali del "requiem", come lo chiama Alessandro (e neppure l'ideologia di destra, ovvio), pero' bisognerebbe chiedersi perche' vengono fuori queste persone. Per me il discorso "lavaggio del cervello" non spiega tutto. Forse le porcherie fatte da molti sinistrorsi dovrebbero essere aggiunte ai motivi...
Seconda cosa: io fuori ho vissuto (per 5 anni, non fuggivo, ma facevo il PhD in UK), e non e' tutto rose e fiori. Fra parentesi, negli altri paesi (almeno in quelli anglofoni) manca ugualmente il campanellino che segnala se te la stanno mettendo in culo. Ma li' sono fortunati, perche' i piselloni vaganti sono pochi... A parte forse negli USA, vedi Bush.