venerdì, maggio 16, 2008

News Italiche!

Dopo l’aggiornamento internazionale, ecco la situazione nostrana del lavoro diegozilliano.

Inizio con le cose difficili da dire, che a fare i fighi sono capaci tutti.

Milano Criminale.
Siamo in ritardo, e ormai credo sia più che evidente.
Non ci succede spesso, anzi quasi mai, di essere in ritardo sulle consegne, ma capita. Cazzo.
E quando capita, è un disastro vero, non un mezzo ritardo, o un ritardino.
Il secondo volume della nuova trilogia di Milano Criminale è quasi finito, ma uscirà comunque per Lucca. Non avrebbe senso spararlo d’estate, a meno che non venga imbustato con le palette, i secchielli e il gommone da gonfiare a forma di ippopotamo.
Per cui lo faremo uscire per Lucca, mentre il terzo e ultimo volume, uscirà subito dopo.
Tre vignette di assaggio.








Bugs.
I miei informatori mi dicono che la spettacolare antologia sugli insetti schifosi dovrebbe zampettare in tutte le librerie tra un paio di settimane al massimo. Forse già la prossima.

Dampyr.
Sto per parlare di albi che non sono ancora stati programmati, per cui non so assolutamente quando usciranno. Alcuni sono ancora in lavorazione, altri no.
Non essendo “mio” ho sempre un po’ di difficoltà a parlare di Harlan e soci, non quanto posso dire. Sarò prudentemente nebuloso.

Ho consegnato tavola 94 di un thriller sovrannaturale ambientato in Germania.
Ambientato in tutta la Germania.
Mi ha richiesto un notevole lavoro di documentazione, il lato più semplice è stato quello geografico, quello più complesso, mettersi a studiare il latino tardo medioevale per capire gli esorcismi veri che ho recuperato e utilizzato.
Non posso dire chi sarà il disegnatore.

Sono entrato in continuity.
Tre volte e in tre storie diverse!




Nella Nebbia.
E’ una rivista free press, architettata da Marco Guerrieri e il suo studio.
Un magazine mensile dedicato all’arte. Lo puoi trovare dalle parti di Vercelli e provincia.
Oppure clicca qui, per la versione web.
Ogni mese, sperando che mi regga la pompa, pubblicherò un racconto autoconclusivo, che avrà a che fare, più o meno, frontalmente o tangenzialmente, con l’arte.
Il primo racconto, clicca qui, è la riscrittura di un vecchissimo pezzo che avevo postato qui sul blog anni fa.

Romanzo.
Non ha ancora un titolo e non l’ho ancora finito.
E’ un grosso problema perché quello scemo del mio cervello sta già pensando al dopo.
Ora farò a cazzotti con la mia materia grigia, e vediamo che succede.
Mi piacerebbe avere un cervello più fedele.



Varie ed eventuali.
A giugno, nella Milano pre-estiva, ci saranno un po’ di incontri letterarfumettistici con il sottoscritto.
Seguiranno dettagli.

6 commenti:

Fabio... ha detto...

Martedì pomeriggio Bugs era sugli scafali di Reggio(emilia)Comics...

Diego Cajelli ha detto...

E l'hai preso?
haigiàlettoilmioraccontochenepensi?
Eh!
:-))))))))

Fabio... ha detto...

lol

Preso...
Ma tra lavoro e pannolini sono indietro con le letture :(
(no, la mia prostata è a posto)

alex crippa ha detto...

letto "incontro con l'Arte"...mi lascio andare?
MAVAFFFFF...E' BELLISSIMO!

l'imprecazione soffocata è per l'invidia, il superlativo è per la sintesi forma/concetto (o COME+COSA, come piace a me)

il monologo finale di
"A" è immortale.

sapevo già dove andava a parare, me ne avevi parlato, ma l'ho goduto uguale.

mavaff...!!!

Elydon ha detto...

Bugs è già dal mio libraio. Lo devo andare a ritirare, ma è arrivato ieri.

Sara

Matta ha detto...

io di dampyr aspetto una storia italiana con il picci, che disegnava almeno un paio d'anni fa, che non ne ho più sentito parlare...eppure l'argomento era interessante. notizie in tal proposito?