venerdì, maggio 02, 2008

Brooklyn Bro



(La skyline di Manhattan vista da Bay Ridge, Brooklyn)

Parliamoci chiaro.
Se non era per Leo, Riccardo e Davide, con il gran cazzo che andavo a New York a farmi gli affari miei.
Per cui, si meritano un post tutto per loro e un grazie grande quanto Manhattan.
Da loro sono stato davvero bene, i divani di Brooklyn sono esageratamente comodi, la casa era una figata e Bay Ridge nel suo complesso, è un quartiere molto tranquillo. Tranne quando tira il ventaccio cane che arriva dalla baia.
Io ho fatto il turista, mentre loro hanno lavorato, e lavorato duro aggiungerei.
Riccardo e Davide usano appendere al muro, davanti alle loro scrivanie, le tavole che hanno appena finito o che stanno ultimando, ed è un piacere per gli occhi.
Faccio questo lavoro dal lontano 1992, ma è sempre bello vedere come procedono i disegnatori con il loro lavoro.



(Un toscano al lavoro)

Per tutti quelli che pensano che fare fumetti sia una cazzata, io li ho visti fare nottata una notte no e una si, tirando fino alle cinque del mattino, o rimanendo chiusi in camera e sul pezzo per tutto il santissimo giorno. E l’impressione che ho avuto è che per loro fosse la norma e non un eccezione da sotto consegna stretta.
Si è chiacchierato di alieni e cospirazioni, di musica, di fumetti e di cinema.
Ci si è strafogati da KFC, da un coreano, da un cinese, Davide ha cucinato, e cucina benissimo, Leo è venuto a spasso con me in un paio di occasioni.
Purtroppo, mi sono reso conto di non aver fatto una foto niùiorcana a Davide!
Vorrà dire che una volta a Milano, gli farò il ritratto del ritorno a casa dell’eroe.



(Leomacs si spara le pose sulla porta di casa. Se becchi la citazione vinci una bambolina)

Spero di non aver scombinato troppo la loro routine e di non aver rotto le palle. Spero di poter ricambiare un giorno, o con il divanoletto qui nel mio salotto milanotto, o con la casa che compreremo a Londra quando io e Fede vinceremo al Superenalotto.
Evviva le rime.
Sono in debito con tutti e tre, il destino farà in modo che io possa sdebitarmi, e nel frattempo ripeto ancora, di cuore, il mio grazie!

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Leomacs = Harvey Keitel in Taxi Driver?

M.

Diego Cajelli ha detto...

M
Hai vinto!
:-)

Diè!

RICCARDO ha detto...

You're welcome, bro!

Leo ha detto...

Non c'è di che!!!

GreatMoranda ha detto...

in realtà Riccardo è un abitudinario nel ritrovarsi all'ultima settimana a fare le ore piccole per finire una storia perchè le precedenti 3 settimane ha azzeggiato ;)

Ciao Rick :)

neikos ha detto...

Guardando i disegni nella foto del Burchielli non ho potuto fare a meno di pensare una cosa: deve assolutamente disegnare Batman. Le due illustrazioni sul pipistrellone sono davvero bellissime.

Ah Burchie, se mi leggi, qual'è il titolo del fumetto che hai aperto sul tavolo nella foto? Sembra interessante.

Christian Cornia ha detto...

non sai come li capisco per la faccenda delle ore piccole...dopo 9 giorni di pura china per il signor meraviglia non mi ricordavo + che forma avesse il letto...
certo cehf a un certo effetto emttersi al tavolo da disegno quando c'è il sole e rialzarsi quando c'è di nuovo il sole...

Davide ha detto...

dovrebbe essere "Logan" di Risso

grazie Diè