domenica, febbraio 03, 2008

Visti, letti e tricchetracche



Jenna Jameson’s Shadow Hunter #0

Virgin Comics
Un numero di presentazione, qualche tavola, prefazione di Jenna, un'intervista e una serie di illustrazioni. Tra tutte, spicca quella di Linsner.
Che idea mi sono fatto del fumetto da questa prevviù?
E’ praticamente Gea di Luca Enoch con più tette e con una spiegazione quantica alla base del plot.
Ora, premettendo che per me “Gea con più tette” è un elemento sufficiente per seguire la serie, bisogna vedere un po’ su quali atmosfere si sintonizzerà. Se l’erotismo sarà prossimo allo zero, allora, purtroppo, mi dispiace, ma sai che palle?
Nell’intervista si dice che la componente erotica sarà ben bilanciata, vedremo…


Pellicola per alimenti Domopack
Secondo molti studiosi in realtà non serve a conservare gli alimenti, il suo scopo reale è quello di testare il tuo livello di sopportazione.
Nonostante la presenza della linea di taglio zigrinata, la pellicola per alimenti rimane una delle invenzioni più stronze della storia umana.
Meglio l’alluminio.


Zombie Tales
A.A.V.V.
Boom Studios
Bel volumozzo con storie brevi a tema zombesco. Alcune belle, altre meno, ma nel complesso una buona lettura per le sue cento pagine e passa.
Ricorda l’imprescindibile antologia edita da Bompiani: “Il libro dei morti viventi”, che per gli appassionati di zombi è come l’Italia Germania del 1970, per gli appassionati di calcio.

CSI Las Vegas Stagione 7
Mentre Orazio-che-strazio a Miami si spara le pose, levandosi gli occhiali da sole, mettendosi gli occhiali da sole, rilevandosi gli occhiali da sole, rimettendosi gli occhiali da sole, fai la faccetta, ri fai la faccetta, mettiti controluce, guarda lì, metti gli occhiali da sole, mani sui fianchi, passo in avanti, gira le ginocchia ecco il time warp…
Mentre a niùiorche prendono il righello e iniziano a misurare con attenzione per vedere chi è che ha il pisello più lungo, ecco che a Las Vegas…
A Las Vegas propongono il meta-serial, un po’ come il meta-fumetto.
La settima stagione di CSI Las Vegas gioca con il testo, usa l’affezione verso la serie come un elemento cardine della narrazione, permettendosi un serie di “giochi” metatestuali, non è più una banale detection, non è più il soggetto a tenere insieme i fili del giallo. Non è più il cosa, è il come che pesa sull’episodio al 100%.
Ci sono cadaveri con taglio a Y che si alzano, e raccontano come sono morti, come nel prologo originale (e non autorizzato) di Viale del Tramonto.
Ci sono scene girate con la stessa regia degli horror anni ’50, o decadi che passano attraverso delle clip morbide prive di “didascalie temporali”, gente che va, gente che viene, un co protagonista che sballa ogni “regola” del plot orizzontale, e una continuity che lega in background tutta la stagione. In più, un serial killer che al sottoscritto è piaciuto parecchio.

The Punisher: Barracuda
Ennis/Parlov
Marvel
L’unico commento possibile, in tutta onestà è: Porca Puttana quanto è bello!

Hostess che si spoglia in volo
(Su Youtube, sui giornali e sui telegiornali.)
Nella migliore tradizione gonzo, dopo il BangBus, abbiamo il BangPlane, peccato che il filmato si interrompa sul più bello, le zinne della hostess, secondo gli esperti, meritano una visione prolungata.
Regia classica da amatoriale o pseudoamatoriale, con tanto di capitano ai comandi che fa le stesse faccette di Ron Jeremy quando si trova di fronte alla “situazione”…
Più che capire quale sia compagnia aerea coinvolta, a molti interessa sapere quando verrà postata la seconda puntata.
Perché il finale delude e ci deve essere per forza un seguito.

10 commenti:

diodemonio ha detto...

Ciao Diego,
non ho capito se il commento a Barracuda di Ennis sia positivo o meno.

Su CSI mi hai fatto venir la voglia di mettermi a dorso del mulo e vederla.

Ciao, alla prossima.
Fede

Diego Cajelli ha detto...

@Fede:
E' in termii positivi!
E ho corretto la frase...
Guardala tutta la stagione!
Poi dimmi...

Diè!

il.Benci ha detto...

l'hostess aveva effettivamente delle gran belle poppe...

ps: ti avevo mandato una mail, ma atutte quelle con account yahoo.it (anche un altro mio amico) mi torna indietro un errore... confemri che non ti è arrivata?

Diego Cajelli ha detto...

Benci!
Rimanda che non è arrivato nient!

Diè!

mucio ha detto...

Sinceramente non riesco ad appassionarmi a las vegas, nessuno dei personaggi degno di nota a differenza di quelli di miami e ny (non tutti e i gusti son gusti), ma adoro ny perchè ambientata a ny e ogni puntata mostra un lato di quella città.

Orazio che si spara le pose è un mito, non gli fanno un'inquadratura dritta, perfino quando lo inquadrano di fronte è di lato

emo ha detto...

Sì, Barracuda è bello, concordo.
Ma è ancora più bello il lavoro di Parlov.

scott_ronson ha detto...

Ed ecco il seguito della hostess!

Ed! ha detto...

"Mentre Orazio-che-strazio a Miami si spara le pose, levandosi gli occhiali da sole, mettendosi gli occhiali da sole, rilevandosi gli occhiali da sole, rimettendosi gli occhiali da sole, fai la faccetta, ri fai la faccetta, mettiti controluce, guarda lì, metti gli occhiali da sole, mani sui fianchi, passo in avanti, gira le ginocchia ecco il time warp…
Mentre a niùiorche prendono il righello e iniziano a misurare con attenzione per vedere chi è che ha il pisello più lungo, ecco che a Las Vegas…"


Giuro che sto ancora ridendo XD eheheh ti abbraccerei guarda!

DIFFORME ha detto...

ti ho fregato l'idea

Davide ha detto...

dotto', un commento su questo please

http://www.repubblica.it/2008/02/sezioni/scienza_e_tecnologia/macchina-libri/macchina-libri/macchina-libri.html

dav