venerdì, dicembre 07, 2007

Miss Diegozilla è stata incoronata!

In diretta dal Teatro Atomico di Diegozilla Terme, si è appena conclusa la serata finale di Miss Diegozilla che ha incoronato la reginetta di bellezza del sito più diegozilloso del Web.
La splendida kermesse, condotta in modo magistrale da un Bruce Lee mai così in forma, che ha potuto contare su una spalla comica del calibro di Sandro Bondi, è stata ricca di ospiti, bellezza e momenti indimenticabili.
Dopo la sigla, un’azzeccata versione speed metal del celebre “Ballo di Simone”, suonata dai Metallica con il supporto del coro degli alpini di Bressanone, sotto applausi scroscianti Bruce Lee ha introdotto la serata e tutte le miss in gara.
Carlotta, laureanda in Scienze della Comunicazione, da Austin, Texas.
Simonetta, figlia del popolo e aspirante astronauta, da Togliattigrad, Russia.
Giannetta, un sorriso che viene da lontano, dalla pampa Argentina, dove con il vecchio padre alleva bovini.
Elisabetta, puericultrice, dalla ridente e solatia Scozia.
Carletta, avvocatessa dagli argomenti convincenti, da New York.
Enrichetta, sorella minore di Carletta, sempre in competizione con l’esuberante sorella, avviata verso una carriera di ladra d’auto.
Paoletta, bellezza latina, aspirante attrice di televendite, da Barcellona.
La presentazione dura circa mezz’ora, al termine della quale, Bruce presenta il comico che lo affiancherà per tutta la serata. Sandro Bondi entra in scena ed è subito polemica.
Sandro sostiene che averlo lasciato tutto quel tempo dietro le quinte, è una grave mancanza di rispetto. I due litigano per cinque minuti, il pubblico è sbigottito.
Poi, Bruce Lee abbatte Bondi con un calcio frontale e il comico si accascia a terra.
Ma era tutto uno scherzo! Una burla!
Il comico si rialza, tutti ridono, Bruce e Sandro si stringono la mano e la serata prosegue.
Intanto che la giuria popolare vota la miss preferita, telefonando da casa, viene presentata la Giuria di Qualità, comporta da : Uno scaldabagno Valliant, modello Turbo a norme, Troy McLure, Paolo Brosio, la mamma di Paolo Brosio, il barista del bar sotto casa di Paolo Brosio, il guidatore di tram che rischiava di investire Paolo Brosio nel 1993, Platinette, Maria Giovanna Maglie, Evaristo Bauer, il sarto miliardario di entrambe, Gondramo, l’idraulico delle dive, un coreografo in coma e l’obbligatorio giurato appartenente ad una minoranza etnica: Dott. Wu Long Watanabe Puniniescu.
I giurati sottopongono le miss a diverse prove, per saggiarne le qualità e discutere tra loro degli esiti.
Sicuramente, la più difficile tra tutte era la domanda trabocchetto: Chi è Francesco Pionati e che cazzo vuole da noi?
Ma anche, operare una pecora a cuore aperto sostituendo la valvola mitralica non era uno scherzo.
Le miss si danno da fare, mostrando tutta la loro bellezza e la loro personalità.
Intanto, Bruce e Sandro, spiegano che le telefonate da casa, sono a pagamento, ma il 60% del costo di ogni chiamata viene devoluto in beneficenza, un fondo benefico per compare una Dodge Challenger del 1970 a Diego Cajelli.
Purtroppo, la serata viene macchiata da uno scandalo gravissimo. C’erano già dei sospetti su Paoletta e questi sospetti vengono confermati. Paoletta in passato ha girato un film e per tanto viene squalificata. Il film: “ Giovani liceali che perdono il controllo facilmente e si accoppiano selvaggiamente con il corpo e con la mente con intensità e passione sorprendente” viene mostrato nelle sue scene salienti.
Dopo una danza tribale, una canzone, dopo dei riuscitissimi siparietti comici, tra i quali ci piace ricordare lo sketch immortale del cameriere sbadato, con Bruce Lee servito da un Bondi veramente ispirato, arriva il momento cruciale della serata.
Al terzo posto, con 6mila voti, troviamo Elisabetta!
Al secondo posto, con 7mila voti, c’è Giannetta!
E al primo posto, con il favore del pubblico e della Giuria di Qualità, con ben 8mila voti, si piazza: Simonetta!
E così, la bionda zarina delle steppe russe viene incoronata Miss Diegozilla 2007!
A sorpresa, si apre un sipario e in sala entra Mikhail Kalashnikov in persona per premiare la vincitrice.
Milioni di coriandoli, i flash dei fotografi, applausi, L’Internazionale cantato a labbra serrate, un intenso mormorio da far accapponare la pelle per l’emozione, le risate, la tuta gialla di Bruce Lee, e il sorriso di Simonetta, rimarranno a lungo nella nostra memoria.
Appuntamento all’anno prossimo per la nuova edizione di Miss Diegozilla.

11 commenti:

laura ha detto...

Sei un genio!
Aspetto con ansia le previsioni di Cornelius Zoiterk per il 2008...

Diego Cajelli ha detto...

Zoiterk!
Meno male che me lo hai ricordato, Laura!
Me ne stavo dimenticando!

Diè!

preacher ha detto...

sei completamente pazzo!

meno male! :-D

IL GABBRIO ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
IL GABBRIO ha detto...

tanto lo so, Simonetta, spinta dai sogni di gloria e da qualche agente che pressa per un calendario, deciderà di rifarsi il seno, le labbra ed un solo zigomo, ché tanto si fa vedere solo di profilo.
Quindi non valeva la pena eleggere Giannetta che le tettone già le ha?

Elettore deluso! ; D

Davide ha detto...

ma nessuno/a che per festeggiare ha fatto una sventagliata di mitra in alto?


che delusione.....

emo ha detto...

ladri!!! disonesti!!! venduti!!! barbatrucchi!!! mani sporche!!!

Fabrizio ha detto...

Ma secondo te Sandro Bondi che cachet ha?
Volevo chiamarlo per organizzare una serata.
Perchè sennò mi tocca optare per Calderoli!

Fab

clyde ha detto...

la solita pastetta... quanto ti ha dato putin?

clyde

DIFFORME ha detto...

ha vinto la unzicher, cazzo che immaginario omologato, che tristezza....

Fabio... ha detto...

OT

La mia ragazza ieri sera ha chiuso soddisfatta "pulp stories"...

Lei: "Bello! Mi è piaciuto. E con un disegnatore azzeccato"
Io: "E' Cajelli, quello che a Lucca..."
Lei: "sisi l'avevo capito..."
Io: "...e il disegnatore ora fa Dampyr"
Lei: "Ma vah?!"
(sfoggio inutile di cultura fumettistica)

Ti si complimenta anche per "CraiminalMailans", e anche li dice che il disegno è molto adatto alla storia...

(io PS mica l'ho letto ancora...)