mercoledì, settembre 19, 2007

Andrew Mayer



Sicuramente, hai letto sul giornale o hai visto in tivvù quello studente arrestato e stordito a colpi di Taser per una "domanda troppo lunga" al senatore Kerry.
I miei amici cospirazionisti mi informano che le cose non sono andate esattamente così.
E con piacere divulgo:

I media stanno riportando la notizia puntando molto sul lato prolisso della vicenda, usando più o meno ironia a seconda della testata.
In realtà, al di là della lunghissima introduzione alla sua domanda, Andrew Mayer chiede a Kerry informazioni sulla sua presunta appartenenza alla loggia segreta nota come Skull & Bones. E soltanto in quel momento intervengono i poliziotti.
Puoi trovare i video integrali su youtube.
Si nota chiaramente la reazione dei poliziotti alla parola: "secret society".
Andrew, da parte sua, commette il gravissimo errore di resistere all'arresto.
C'è anche da dire che qui da noi, anche il non rispondere ad una domanda diretta di un poliziotto può essere considerato come resistenza all'arresto.


Perdonate la mia traduzione un po' così così, ma ho fatto del mio meglio.

7 commenti:

DIFFORME ha detto...

provocazione:
è meglio una società come quella americana fondata su logge massoniche, società segrete e lobby
o quella italiana fondata sul nepotismo?

Diego Cajelli ha detto...

Ma sai che è una domanda che mi sono fatto anche io?!

Diè!

DIFFORME ha detto...

e che ti sei risposto?

S3Keno ha detto...

Uhm... non saprei, Diego.
D'accordo che è sempre meglio sentire più campane, ma quella reazione della polizia è assolutamente ingiustificabile... anche se Mayer avesse realmente detto "società segreta" (ma anche se avesse detto "la mamma di Kerry è una puttana")... cioè: ci sono parole e/o termini proibiti dalla costituzione americana, dicendo i quali è ammesso un arresto violento con uso di taser?!? (ah, ecco: forse le aveva pronunciate anche Rodney King)...
Può una "resistenza all'arresto" legittimare un comportamento del genere da parte delle forze dell'ordine?

Vabbe', si... parliamo di un Paese dove se non ti fermi con la macchina alla seconda volta che vieni intimato a farlo, possono SPARARTI!!!

Sarebbe stato meglio, allora, fermare coi taser anche Britney Spears durante la sua esibizione agli MTV Awards di pochi giorni fa!!!
Quella si che era roba da arresto
;)

Ad ogni modo, a me la cosa che mi ha lasciato più basito è la totale mancanza di intervento da parte di CHIUNQUE lì presente, che fosse un altro studente, che fosse un amico (e invece qualcuno si limitava solo a ridere)... roba che secondo me se una cosa del genere succedeva qui in Italia, durante un'assemblea - che so? - con un nostro parlamentare in Aula Magna ad Architettura, a Lettere o anche all'Accademia di Belle Arti... quei due pulotti del c#@@o si ritrovavano CIRCONDATI di "facinorosi" nel giro di trenta secondi, e li avrei proprio voluti vedere a quel punto...

Diego Cajelli ha detto...

Aspè, Stè!
Il comportamento sbirresco è chiaramente e assolutamente ingiustificabile!
Concordo con te anche sulla mancata reazione del pubblico.
La precisazione è legata al modo con cui i media ufficali hanno diffuso la notizia. E non giustifica assolutamente il comportamento della polizz.
Anche la chiosa sulla "resistenza all'arresto" era sarcastica, e forse l'ho tradotta male...
:-(


Per Difforme:
Che cosa mi sono risposto?
E' un segreto.

Diè!

rae ha detto...

io inizialmente avrei detto, "meglio la società americana che il risultato è lo stesso pero' le logge massoniche e le società segrete sono piu' fighe e puoi farci dei bei film"


poi ho pensato a the skull con pacey e mi son pentito di quanto ho pensato

Dino ha detto...

SALVE RAGAZZI... SONO BASITO, SCIOCCATO....... LEI è IN ARRESTO PER LIBERTà DI PENSIERO... ALLUCINANTE....