giovedì, luglio 05, 2007

Zagor 504



E' in edicola!
Dato che si menano un casino, e sono cose a cui tengo un bel po', è bene mettere i puntini sulle "i" e i trattini sulle "t".
Dunque...
Pagine 5/9 Wrestling americano classico, mescolato con un accenno minimo di bare knuckle boxing.
Alla fine di pagina 5 e all’inizio di pagina 6 c’è un tentativo di chokeslam, che evolve in un cambio presa aereo e termina in un reverse backbreaker, illegale da sempre.
A pagina 46, entra in scena la Muay Thai.
Lo sfidante arriva dal Siam, ovvero l’antica Tailandia, patria da secoli della Boxe Tailandese.
La sequenza si apre con il tradizionale rito del Ram Muay, in cui il combattente chiede la protezione degli dei e chiede perdono in anticipo per la vita che sta per spezzare.
Lo scontro inizia a pagina 49, a vignetta 4 vediamo il calcio che viene caricato, un middle kick, che impatta di tibia, con tutta la sua potenza, nel fianco dell’avversario a vignetta 5.
Lo scontro procede con un botta e risposta, fino a quando l’asiatico si esibisce in una perfetta ginocchiata volante, e siccome non mi sono inventato un cazzo, ecco qua una delle foto che ho dato a Laurenti per documentarsi.



Si prosegue con una gomitata, un altro middle kick ai reni e poi l’orientale chiude l’avversario in una clinch. Piazza un Hak Kor Arwan, che va a segno in pieno, poi entra in leva e buonanotte suonatori.
Nello splendore della pellicola sgranata anni ’70, non a caso a pagina 75, introduciamo un altro combattente e un altro stile di lotta.
Un miscuglio tra Wing Chun e Kung Fu di Shaolin, già mi sono preso una piccola licenza poetica.
Pagina 75, vignetta 2, tipica parata attiva, quella che impari usando l’omino di legno e andando a lezione da Yip Man.



Nella vignetta successiva, si scarica un high kick che ricorda da vicino il drago che agita la coda di Bruce Lee.
A pagina 76, vignetta 2, fulmineo colpo al plesso solare, tipico delle reazioni Wing Chun a cortissima distanza. Si procede poi con uno spostamento della massa e un round kick letale, alla gola.
La parata a vignetta 4 è reale, e Rosenzweig la sa fare anche lui.
Mantenendo la presa sulla mano armata, seguendo alla lettera il manuale del Wing Chun, il nostro scarica un colpo diretto a mano aperta sulla base del naso del suo avversario. Fine.
Nel prossimo episodio racconteremo di altri modi di combattere.
Ma, dato che non si menano e basta, metto subito le mani avanti, avantissimo, avanti avanti avanti.
Il segreto del talismano è proprio un segreto!
AH!
AH!
AH!
AH!

1 commento:

MarcoS. ha detto...

Da ex praticante di Muay Thai sono piacevolmente sorpreso ke venga mostrata questa disciplina con tale rigore premettendo che non ho letto ancora il fumetto.