venerdì, luglio 06, 2007

Sorpresina.

Tipo quelle dell’ovetto Kinder.
Magari non sono il capolavoro assoluto del giocattolo, ma ti strappano un sorriso e ti diverti nel montarle.
Ieri ho aperto un ovetto catodico e ho trovato una sorpresina carina, Ghost Whisperer.
Parliamoci chiaro chiaro, è un horror leggerissimo, quasi per niente horror, adatto alla prima serata su un canale nazionale mentre le famiglie mangiano l’anguria.
Per cui niente tinte forti, nessuna strizza o atmosfere particolarmente disturbanti. Siamo lontani dai classici, quei mattoni horror belli pesanti degli anni ’70, tipo: “Dopo la vita” di John Hough, ma siamo lontani anche dagli stufosi cliché horrorrini contemporanei, le straviste logiche di regia orientale. Per cui niente scene girate al contrario (finalmente!) e mandate a scatti, niente, o quasi, colori saturi, niente bambine con i capelli in faccia, bianchi e neri sgranati, lucine, effetti sonori rombi con eco.
Per ora si parla di sentimenti.
E sarà che sono un romanticone, ma l’occhio lucido era lì lì che incombeva.
(Sono un duro, per cui ho fatto di tutto per non farlo notare alla mia bella)
La regia c’è, si sente, ci sono delle trovate interessanti, tipo la presenza “sullo sfondo” di entità estranee al plot principale, che rendono bene la situazione della protagonista.
La sceneggiatura è molto semplice, lei parla della sua dote e non incontra nessun problema, i suoi amici lo sanno, i suoi “clienti” lo sanno e bòn.
Io avrei inserito un contrasto su questa linea narrativa, ma non è roba mia e mangio quello che mi danno. Magari il contrasto arriverà, fatto sta che l’accettazione dei poteri della protagonista da parte di terzi, secondo me era un buon spunto per creare innumerevoli casini.
Ora vediamo, la chiusura (aperta) dell’ultimo episodio lascia intendere una svolta un pochetto più horror. Già, perché fino ad ora, nelle puntate che ho visto, i fantasmi sono tranquillini tranquillini e a lei non fanno nulla.
Non le fanno male.
Per ora.
Vediamo se nei prossimi episodi, Ghost Whisperer farà sputare l’anguria per il terrore all’itagliano medio.

2 commenti:

S3Keno ha detto...

Peccato solo che lei, Jennifer Love Hewitt, non sia più quella di qualche anno fa ;)

Diego Cajelli ha detto...

Una volta aveva più... hem... "pettorali" o sbaglio?
Eh, Stè?

Diè!