lunedì, marzo 19, 2007

Sciùs!

Ultimamente, il lato più femmineo della mia personalità, da ex scrittore di Napoleone direi: La mia Lucrezia interiore si è fatta sentire a gran voce. La conseguenza è stata un compulsivo acquisto di scarpe.
Nel giro di poco tempo, cosa stranissima per il sottoscritto, ho aumentato di quattro paia l’assortimento nella mia scarpiera, ed eccole qui in tutto il loro splendore.



1:
Questi stivali, per me, rappresentano gli anni ’80.
Li ho comprati la prima volta nel 1988, dopo aver visto e letto Stand By me di Stephen King, dopo la visione di un video di Nick Kamen e mi sembra anche di averle viste ai piedi di qualcuno dei Guns. Fatto sta che li ho ricomprati tutti gli anni dal 1988 al 1995, poi sono passato ai Doc Martens.
Rimettere questi stivali, dopo vent’anni dalla prima volta, mi trasmette delle belle sensazioni.

2:
Acquisto assolutamente compulsivo e privo di un qualsiasi ragionamento.
Viste, piaciute, comprate.
Piacciono moltissimo a me e sono al primo posto nella classifica di gradimento di alcune mie allieve alla Scuola del Fumetto.
Metterle ai piedi equivale a autogenerare una canzone swing che ti accompagna felicemente per tutto il giorno.

3:
Passi all’Ipercoop.
C’è un bancale con offerta/sottoprezzo/solo X pezzi/solo per oggi a 25 euri.
Che fai?
Sono rimasti solo i numeri dal 43 al 45, colori assurdi, tipo: porpora e zucca, vinaccia e rosa fluorescente... Ma forse, scavando, qualcosa salta fuori.
E’ saltato fuori.

4:
Queste sono il passo iniziale del progetto: Diegozilla si rimette in forma.
Del progetto ne parleremo più avanti, comunque sia, mi servivano delle scarpe per correre.

8 commenti:

ivanhawk ha detto...

Vedi il caso...
anche io recentemente ho scritto di scarpe (Doc Marten, in particolare...)
CIAO

madmac ha detto...

cioè, ogni anno compravi un paio di stivali? :o

Diego Cajelli ha detto...

Più o meno, Madmac, più o meno...
Nel senso che li rimpiazzavo ogni volta che li distruggevo...
Usura e modifiche.
Modifiche tipo: Fila di borchie a forma di teschio sulla fascetta anteriore, cose così..

Diè!

gedo ha detto...

Belle scarpe swing, le voglio anch'io!!!
p.s.Diè hai ricevuto la mia mail con l'archivio 2006?

Diego Cajelli ha detto...

Sì, Gedo!
Ho ricevuto tutto e ti ho anche messo via il compenso!
Ci vediamo a Cartoomics!
Ho anche provato a mettere sù l'archivio, ma mi si sballava il template...
Ci metto le mani e uplodo appena ho tempo!
Grazzzie!

Diè

jester24 ha detto...

Quelle swing sono davvero il massimo, complimenti, dovrò decidermi a comprarne un paio anch'io, se costassero poco e non credo.
A proposito, non è che stai dimenticando quella promessa su come si inizia e come si finisce una storia? Sto bramando.

Diego Cajelli ha detto...

Jester sei stato accontentato!
E comunque, sappi che per principio, non compro mai scarpe che costano più di 100 euri.

Diè!

P.S.
Nello specifico, le "Swing" le ho comprate in saldo tipo a 60 euri.

Fracartina ha detto...

stupendi gli stivali. ne ho un paio identici e sono praticamente indistruttibili termici e non so perchè ma quando li uso mi sento sempre figo e pericoloso. Unico invconveniente, una volta, alle 5 del mattino (tornando dal'ultima Lucca tra l'altro) all'aeroporto mi costrinsetro a toglierli per controllare che non avesserò un doppio fondo, essendo il peso di una gamba + stivale notevolmente sproporzionato rispetto alla mia esigua massa fisica...